HOME Articoli

Lo sai che? Risarcimento: per dimostrare la caduta non servono più testimoni

Lo sai che? Pubblicato il 18 aprile 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 18 aprile 2013

Non è sempre necessario il testimone per dimostrare la causa della caduta o dello slittamento del danneggiato.

Chi cade su materiale insidioso presente sulla strada (per esempio del calcinaccio, del brecciolino, ecc.) non ha la necessità di trovare testimoni che confermino le modalità della caduta. A dirlo è la stessa Cassazione, con una sentenza [1] che invita a riflettere sull’uso delle prove in relazione al cosiddetto “nesso di causalità”.

Infatti, in tali ipotesi, la causa della caduta è dimostrata già in via presuntiva, proprio per la presenza sull’asfalto (presenza ovviamente da dimostrare) del materiale insidioso.

Per esempio: se un’autovettura slitta in un punto della strada dov’è presente della ghiaia, la causa dello slittamento potrà ben essere attribuita alla presenza di tale materiale, anche in assenza di testimoni che abbiano assistito alle modalità del fatto (la caduta, la sbandata, ecc.).

Lo stesso vale per le cadute su pavimento bagnato, o lungo scale con gradini sconnessi e così via.

È ovvio poi che, per ottenere il risarcimento del danno, bisognerà comunque dimostrare, oltre alla presenza della fonte di pericolo (il calcinaccio, il pavimento bagnato, i gradini sconnessi, la ghiaia, ecc.) anche i danni subiti.

Resta comunque il fatto – ricorda la Cassazione – che se il danneggiato non ha prestato la dovuta cautela che si richiede all’uomo medio, il risarcimento potrebbe essere ridotto per via di un “concorso” nel danno.

note

[1] Cass. sent. n. 9140/2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Buongiorno, vorrei se fosse possibile dei chiarimenti, grazie
    davanti al supermercato ci sono vasi di piante di circa 80x 40x 40 e tra un vaso e l’altro 20cm. di spazio, tra un vaso e l’altro sul pavimento ci sono dei chiodi grossi di circa 2 cm, altri c. 3 cm., dove verrà appoggiato sopra un muro, allargamento del negozio . Passando in mezzo sono inciampata sul chiodo, ( nessuna segnaletica ) li per li sembravo un dolore passeggero che, comunque avevamo fatto presente al direttore del negozio, oggi invece sembra un problema si incrociato rotto !! non siamo andati al pronto soccorso, si pensava cosa da poco.
    Il direttore ci ha consigliato di fare tutto quello che serve e alla fine di consegnare tutto.. fatture e altro,
    non siamo certe che veramente ci risarciscono in quanto non abbiamo una denuncia scritta, ne al PS, ne dai carabinieri, Lei cosa ci consiglia?
    grazie infine e spero di essermi spiegata

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI