Lavoro e Concorsi | Articoli

Assunzioni: 2.300 posti da McDonald’s

16 Aprile 2019
Assunzioni: 2.300 posti da McDonald’s

Le posizioni, i contratti, l’invio del curriculum per essere assunti dalla multinazionale.

Nuove aperture in tutta Italia con reclutamento di ben 2.300 nuovi addetti: sono questi i numeri di McDonald’s Italia che si avvia, nelle prossime settimane, a realizzare uno straordinario piano di assunzioni. Bisognerà tenere gli occhi ben aperti e inviare il curriculum in formato europeo. Anche chi è senza esperienza farà bene a tenere gli occhi aperti. Come infatti chiarito dai portavoce della multinazionale, a seguito del reclutamento è previsto un periodo di formazione.

Dove saranno le assunzioni McDonald’s?

Ma come saranno distribuiti i nuovi posti di lavoro nel territorio italiano? Vediamo subito come, secondo le indiscrezioni trapelate -per come anche riportato da Il Sole 24 Ore in edicola questa mattina – sono già organizzate le assunzioni dei 2.300 posti da McDonald’s. 

Nel Nord-Ovest si procederà a 850 assunzioni; altri 470 nuovi posti di lavoro sono previsti nel Nord-Est; 560 nel Centro Italia mentre al Sud e Isole residuano 420 posizioni. 

«Rappresentiamo un’opportunità di ingresso nel mondo del lavoro per migliaia di giovani, il primo passo per costruire il proprio futuro professionale e i progetti di vita» – dice Massimiliano Maffioli, Chief people officer di McDonald’s Italia, sempre dalle pagine del Sole 24 Ore di oggi – «forniamo dal primo giorno di lavoro percorsi di formazione in aula e on the job per favorire lo sviluppo della carriera e crescita lavorativa. Ognuno, in McDonald’s, può costruire un percorso unico, sulla base delle proprie esigenze ed aspirazioni». 

Ad oggi McDonald’s è presente in Italia con 590 ristoranti mentre gli addetti sono 23mila. La maggioranza degli assunti sono donne (62%); anche a livello manageriale, uno store manager su due è donna. 

Quale tipo di contratto?

Il 92% degli assunti da McDonald’s è dipendente con formula contrattuale stabile, quindi a tempo pieno o part-time con contratto a tempo determinato. Il 55% degli occupati ha meno di 29 anni. Il 32% è composto da studenti e solo il 15% da stranieri. Negli ultimi due anni McDonald’s ha assunto ben 3.000 persone, soprattutto giovani tra 19 e 24 anni.

Sono essenzialmente sette le figure cercate da McDonald’s:

  • Crew: l’attività si divide tra cucina e sala ristorante e ricevono una formazione specifica per poter svolgere al meglio il proprio lavoro. Hanno di solito contratti part-time;
  • Crew in cucina: prepara i piatti, collabora con i colleghi per gestire al meglio le richieste dei clienti;
  • Crew in sala: controlla gli ordini provenienti dalla cucina, del servizio al tavolo, accoglie i clienti in sala e li supporta nella fase dell’ordine ai chioschi digitali per la scelta dei diversi menù;
  • Staff McCafè: gestisce l’area bar/caffetteria;
  • Hostess o Stewart: è il punto di riferimento per l’hospitality. È il responsabile dell’accoglienza e dell’animazione del ristorante, gestisce eventi speciali e feste per bambini; 
  • Manager: lavora full-time, gestisce l’organizzazione del ristorante, incluse attività di logistica e approvvigionamento. Organizza la formazione dei nuovi collaboratori, ne segue e valuta le performance. È responsabile dei turni dei colleghi e della qualità del servizio, dell’accoglienza e della soddisfazione dei clienti;
  • Direttore: ha la responsabilità di gestire un’attività commerciale con un impegno full-time. È responsabile delle squadre di collaboratori, della loro motivazione e della loro crescita; pianifica le attività necessarie allo sviluppo del business; garantisce la qualità dei prodotti e dei servizi offerti; ha come obiettivo la profittabilità del ristorante.

Come lavorare con McDonald’s Italia?

Per inviare il tuo cv a Mcdonald’s devi cliccare qui. Devi poi selezionare la casella con cui dichiari di aver letto e accettato l’informativa sulla privacy. Infine devi cliccare sulla spunta «Non sono un robot».

Alternanza scuola-lavoro

McDonald’s garantisce anche l’alternanza scuola lavoro grazie a un Protocollo d’intesa con il ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per lo svolgimento di percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro all’interno dei ristoranti McDonald’s.

Gli studenti svolgeranno infatti attività di accoglienza e relazione con il pubblico alternate a momenti di formazione in aula e di training on the job. In questo percorso saranno sempre supportati da tutor, personale McDonald’s formato e competente, a cui potranno rivolgersi in ogni momento.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube