Diritto e Fisco | Articoli

Buoni fruttiferi e libretti di risparmio: diventano digitali

9 gennaio 2018


Buoni fruttiferi e libretti di risparmio: diventano digitali

> Business Pubblicato il 9 gennaio 2018



I buoni fruttiferi postali ed i libretti di risparmio diventano digitali e consentono di effettuare operazioni online. Ecco come

I buoni fruttiferi postali ed i libretti di risparmio di Poste Italiane diventano digitali. Così i titolari di buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio possono operare online e per farlo dovranno recarsi presso uno degli uffici postali collocati sul territorio nazionale ed attivare la procedura prevista.

Ma procediamo con ordine e iniziamo col dare una definizione dei buoni fruttiferi postali e dei libretti di risparmio. I primi sono titoli che garantiscono la restituzione di un capitale, dopo un numero di anni, insieme agli interessi. Detto in parole semplici: si versano dei soldi a Poste Italiane e questa, dopo un preciso numero di anni, li restituisce maggiorati degli interessi. Gli interessi vengono calcolati in base a un tasso che aumenta anno dopo anno. Ciò significa che più passa il tempo più si guadagna.

I libretti di risparmio postale, invece, rappresentano una particolare forma di libretto di risparmio. A differenza di quelli bancari, infatti, sono emessi dalla Cassa depositi e prestiti, sono garantiti dallo Stato Italiano e non sono pignorabili.

Buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio postali digitali: come fare?

Per poter fruire delle procedure online e accedere ai servizi digitali, è necessario recarsi presso un ufficio postale e comunicare il proprio numero di telefono. Bisognerà, inoltre, avere con sé la carta libretto ed il relativo Pin per effettuare l’operazione. Per confermare il numero di telefono comunicato all’Ufficio postale, poi, si dovrà effettuare un accesso al sito di Poste italiane (o registrarsi nel caso in cui ancora non si sia iscritti). Una volta effettuato l’accesso alla propria area personale, infine, si potrà associare tale numero al libretto Smart e attivare le funzionalità dispositive online seguendo tutte le istruzioni presenti sulla pagina web. Qualora non si possieda un libretto smart ma un libretto di risparmio ordinario, si potranno attivare i servizi per consultare i propri risparmi online inserendo i dati del libretto cartaceo o quelli della carta libretto.

Coloro che posseggono sia un libretto smart che un conto BancoPosta con servizio Bpol attivo o App BancoPosta potranno richiedere l’attivazione delle funzionalità dispositive del Servizio di risparmio postale online anche collegandosi all’area riservata mediante il canale telematico.

Servizi postali digitali: quanto costano?

L’accesso ai servizi digitali di Poste Italiane è gratuito così come lo sono tutte le operazioni informative e dispositive ad eccezione della ricarica della propria Carta Postepay. Tuttavia, per poter effettuare le operazioni online, è indispensabile, per motivi di sicurezza, associare il numero di telefono al libretto smart . Ad ogni operazione, poi, verrà inviato un messaggio contenente un codice di sicurezza di 4 cifre usa e getta in quanto utilizzabile per una sola transazione.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI