Salute e benessere | Articoli

Alimenti per andare di corpo

18 Aprile 2019


Alimenti per andare di corpo

> Salute e benessere Pubblicato il 18 Aprile 2019



La dieta contro la stipsi: chi non riesce ad evacuare quando è al bagno può mangiare questi cibi.

Se anche si possono nutrire dubbi sull’efficacia di una corretta dieta per combattere le più gravi malattie dell’apparato interno, di certo non si può ignorare la relazione tra alimentazione e disturbi digestivi. Anzi, chi ha problemi di stomaco o di intestino cura innanzitutto l’igiene alimentare. Uno dei problemi più tipici dell’apparato digerente è la stipsi ossia la difficoltà ad evacuare. Chi non riesce ad espellere i cibi si sente nervoso, ha la pressione alta e spesso anche l’alito non profumato. Le conseguenze poi possono essere ben più gravi e riguardare la formazione di masse all’interno del colon o dell’intestino. Ecco perché si consiglia sempre di mangiare cibi ricchi di fibre per favorire il transito intestinale. In verità, l’elenco degli alimenti per andare di corpo è molto ricco: con una sana dieta è possibile evitare il ricorso a rimedi farmacologici, spesso più dannosi che altro: il ricorso a lassativi, a lungo andare, può indebolire le pareti intestinali e renderle meno sensibili allo stimolo esercitato dalla massa fecale. Se non sai quali sono questi cibi, non ti resta che leggere le pagine seguenti.

Da cosa dipende la stipsi

La stipsi può essere causata, oltre che da fattori genetici e da una dieta non corretta, anche dalla frenesia della vita quotidiana che non lascia più il tempo di sedersi in bagno e “rilassarsi” per il tempo necessario a defecare. Tempo che, ovviamente, è soggettivo e varia da individuo a individuo. Anche la sindrome del colon irritabile (comunemente chiamata “colite”) può causare la stipsi.

D’altra parte accade spesso che una persona ritenga di essere stitica quando, in realtà, non lo e per nulla. Questi errori di valutazione sono più frequenti di quanto si possa immaginare. Non riuscire a evacuare ogni giorno, per esempio, non significa essere costipati. L’ambito di normalità della funzione intestinale è, secondo gli esperti, abbastanza ampio: da tre evacuazioni alla settimana a tre al giorno. Tra i segni che possono indurti in sospetto, i più comuni sono: senso di malessere addominale, comparsa di stimolo senza evacuazione, evacuazioni difficili e poco frequenti, feci dure e scarse. La stipsi di origine dietetica è determinata dalla presenza di una massa fecale ridotta e poco idratata. Spesso alla stipsi si accompagnano anche le emorroidi.

Detto ciò vediamo quali sono gli alimenti per andare di corpo.

La crusca contro la stipsi

Il rimedio tipico contro la stipsi è certamente la crusca. La si può comprare in erboristeria ma la si assume anche con il pane integrale. Anche la pasta e il riso integrale sono una buona fonte di crusca.

La crusca è ricca di fibre. Se I’assunzione media di fibre fosse pari a 40 grammi al giorno, invece di essere inferiore a 20 grammi come per gran parte delle moderne diete, la stipsi scomparirebbe quasi completamente.

Non esiste un dosaggio standard di crusca necessaria ad andare di corpo: tutto dipende dal soggetto e dalla gravità della patologia. Si consiglia un uso graduale sino ad ottenere l’effetto desiderato.

Per rendere più efficace la crusca bisogna bere molto: difatti l’acqua va a gonfiare la massa delle fibre che spingono il cibo nell’intestino sino a portarlo nel retto.

Esagerare con la crusca però può portare dolori addominali, diarrea, flatulenza: ecco perché è molto importante accompagnare la crusca con liquidi – per favorirne l’espulsione – e non eccedere.

Crusca di riso: ottimo lassativo

Un’altra sostanza molto efficace è Ia crusca di riso, usata da tempo in Asia e oggi acquistabile anche in Italia nei negozi specializzati. La si può considerare un’ottima alternativa alla crusca di frumento, il cui sapore non è troppo gradevole.

Caffè: un lassativo lampo

Se non riesci ad andare di corpo, il caffè è davvero un ottimo rimedio, specie se caldo. La sua naturale composizione di eccitante aumenta la peristalsi intestinale favorendo il transito. Un caffè americano – lungo e caldo – è sicuramente migliore di quello tradizionale ristretto: l’acqua infatti moltiplica la funzione del caffè. L’effetto dura circa 30 minuti. Gli studi hanno dimostrato che ha più efficacia il caffè alla mattina che quello dopo pranzo o nel pomeriggio.

Alcuni studi hanno però dimostrato che, su alcune persone, la caffeina ha effetti opposti.

Frutta e verdura

Ci sono dei frutti che favoriscono il transito intestinale. In generale tutta la frutta secca è lassativa anche se più calorico. Per il resto si consiglia di mangiare prugne, banane, kiwi e tutta la frutta ricca di acqua come pere e anguria. Evita la frutta astringente come le mele.

La verdura è molto ricca di fibre, specie quella fresca e a foglie larghe. I carciofi e gli spinaci ad esempio sono molto indicati per chi soffre di stipsi e poco per chi invece ha il problema opposto. Le carote e le patate invece sono astringenti.

Latte

Il latte ha effetti molto soggettivi. In alcune persone – specie quelle con un colon irritabile – produce dissenteria, mentre in altre costipazione, probabilmente a causa dell’elevato contenuto di calcio.

Non dimenticare che le uova sode sono astringenti: se soffri di stipsi non sono affatto indicate.

note

Autore immagine uomo al bagno. Di Seasontime


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA