Diritto e Fisco | Articoli

Invalidità: quando e come si riconosce al lavoratore

18 Maggio 2019
Invalidità: quando e come si riconosce al lavoratore

Lo scorso agosto dopo un intervento chirurgico per una rottura del femore sono stato assente dal lavoro sei mesi. Da allora svolgo il mio lavoro con un poco di fastidi e dolori a gambe e schiena, anche perché in passato ero già stato operato alle ginocchia. Sono un consulente e passo molte ore in auto per lavoro. Ci sono i presupposti per vedermi riconosciuta una percentuale di invalidità, che possa permettermi ogni tanto di prendermi dei permessi di riposo? Se si, quale iter devo seguire?

Se l’infortunio è avvenuto in itinere e, cioè, mentre si stava recando a lavoro, allora il lettore avrebbe diritto all’indennizzo ai sensi dell’art. 12 del d.lgs. n. 38 del 2000 che prevede il ristoro per gli infortuni avvenuti nel normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro, durante il normale percorso che collega due luoghi di lavoro se il lavoratore ha più rapporti di lavoro e, qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale, durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti. 

Ovviamente, deve esserci un nesso causale, sia pure occasionale, tra l’itinerario seguito e l’attività lavorativa. 

Diversamente, se l’incidente non è collegabile, allora si potrà tentare la via dell’invalidità civile. 

Con tale termine s’intende uno stato di menomazione riconosciuto dal legislatore a favore di quei soggetti affetti da minorazioni fisiche o psichiche e che necessitano di una tutela maggiore rispetto agli altri cittadini. 

Questa tutela consiste in un indennità riconosciuta direttamente dallo stato, alla riserva di posti lavorativi oltre alla possibilità di ottenere dei permessi per curare il proprio corpo. 

La prima cosa da fare è recarsi presso uno specialista per una visita, al fine di ricevere da questi un parere circa la possibilità di ottenere il riconoscimento dell’invalidità per l’infortunio sofferto. Questi verificherà se è residuata una invalidità permanente e, quindi, consiglierà al lettore se procedere o meno nella richiesta di riconoscimento. 

La richiesta deve essere presentata presso la Commissione Medica Integrata presso l’Asl di competenza territoriale. 

Se la domanda dovesse essere respinta occorrerà presentare ricorso davanti al Tribunale competente per ottenere la sentenza del Giudice che attesti la Sua invalidità. 

Per ottenere il riconoscimento il lettore deve rientrare nella fascia di età tra i 18 e i 65 anni e deve aver subito una riduzione della capacità lavorativa di almeno 1/3. 

Se la riduzione della capacità lavorativa dovesse raggiungere il 50%, il lettore avrebbe pure diritto – tutelato dall’INPS – ad ottenere nel corso dell’anno un congedo straordinario di trenta giorni per sottoporsi alle cure necessitate dalla sua patologia; giorni che non sono conteggiati nel periodo di comporto delle malattie generiche. 

Dunque, la prima cosa da fare per il lettore è quella di recarsi dal suo specialista di fiducia, per capire se ci sono gli estremi per ottenere tale riconoscimento di invalidità. 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube