Politica | Editoriale

Presidente della Repubblica: i parlamentari hanno votato Rocco Siffredi

19 Aprile 2013 | Autore:
Presidente della Repubblica: i parlamentari hanno votato Rocco Siffredi

Tra i nomi dei votati a Presidente della Repubblica c’è anche Rocco Siffredi.

Sembra una pantomima, un film burlesco. E invece è pura realtà. I rappresentanti del popolo, che solo poche settimane fa hanno ricevuto il mandato da una nazione in lacrime, riescono a fare dell’ironia e a giocare a dadi delle sorti del Paese. Così Montecitorio, riunito in seduta comune per la nomina del XII Presidente della Repubblica, è costretto a leggere, tra le schede nelle urne, il noto attore e regista hard Rocco Siffredi.

Insieme a lui, altri nomi noti che, con il mondo della politica, hanno ben poco a che vedere: Conte Mascetti Raffaello, Cucuzza Michele, Marini Valeria e Lario Veronica.

È sconvolgente che si riesca a far ironia durante un funerale: perché tale è la condizione di un popolo che ha perso ogni speranza di vita. Ed è ancora più sconvolgente che a trasformare in pantomima l’atto più solenne di una Repubblica siano le stesse persone che hanno appena ricevuto un incarico con la solenne promessa di cambiare la Nazione. Cambiarla evidentemente in un palcoscenico.

È vero, era successo anche in passato. Ma gli uomini di oggi avevano promesso di rompere con il vecchio.

Siamo un popolo di ipocriti. Abbiamo criticato a lungo il comandante Schettino, ma di Schettino ce ne sono a milioni. Evidentemente, chi raggiunge la scialuppa di salvataggio (in questo caso, la stanza dei bottoni) riesce a guardare con sereno distacco anche le più acute tragedie.

Vergogna!



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. cose da pazzi…
    non tanto per Rocco Siffredi in sè, ma credo che tanto più si crea il disgusto della politica nelle persone comuni maggiore sarà il loro distacco. E maggiore il distacco più labile il concetto di democrazia, quindi ancor meno influente nelle scelte del proprio paese. hanno creato il sistema perfetto.

Rispondi a andrea Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube