Diritto e Fisco | Articoli

Vittoria del multato: notifica al portiere nulla se prima non si bussa a casa del destinatario


Vittoria del multato: notifica al portiere nulla se prima non si bussa a casa del destinatario

> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 aprile 2013



L’ufficiale giudiziario, se vuol consegnare la cartella al portiere, deve dare indicazioni, nella relata di notifica, dell’assenza del destinatario effettivo o di altri soggetti abilitati a ricevere l’atto.

Attenzione: la notifica della cartella esattoriale è nulla se l’ufficiale notificatore consegna l’atto direttamente al portiere dell’edificio, senza prima tentare di darlo nelle mani del diretto destinatario, bussando a casa di questi. E, se anche abbia tentato – senza successo – l’accesso presso l’abitazione del contribuente e nella relata di notifica non abbia fatto menzione dell’assenza del destinatario o di altre persone abilitate a ricevere l’atto, la procedura è ugualmente nulla.

A stabilirlo è una recente sentenza della Cassazione [1] che, peraltro, segue di poco una pronuncia dello stesso tenore (confronta, a fine articolo, nel box: “precedenti a favore”)

Dunque, la notifica della cartella esattoriale può ben avvenire nelle mani del portiere dello stabile, a condizione però che l’ufficiale giudiziario, prima di consegnargli l’atto, abbia tentato la notifica al destinatario effettivo e, dopo, a un familiare convivente, dando comunque menzione di tale attività nella relata di notifica.

Se non vengono rispettate tali formalità, la notifica è invalida e si può evitare di pagare la cartella esattoriale.

note

[1] Cass. sent. n. 9645/13 del 19.04.13.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI