Diritto e Fisco | Articoli

Flessibilità delle pensioni: cosa significa?

25 Aprile 2019 | Autore:
Flessibilità delle pensioni: cosa significa?

Quali sono le possibilità di uscita flessibile: Ape, prepensionamento, pensione anticipata, opzione donna.

Quante volte abbiamo sentito parlare di flessibilità in uscita, pensioni flessibili, uscita dal lavoro incentivata, trattamenti agevolati: ma di che cosa si tratta? In termini generali, si parla di flessibilità, in materia di pensioni, per indicare la possibilità di modulare la data di uscita dal lavoro a seconda delle esigenze personali, familiari e di salute, delle peculiarità della categoria di lavoratori a cui si appartiene e degli anni di contributi previdenziali accreditati. L’Ape sociale, ossia l’anticipo pensionistico a carico dello Stato, ad esempio, rientra tra i trattamenti cosiddetti flessibili, in quanto consente ai lavoratori, appartenenti a particolari categorie svantaggiate, di uscire dal lavoro a 63 anni, anziché a 67 anni, età prevista per ottenere la pensione di vecchiaia. È sicuramente un trattamento flessibile anche l’Ape volontario, che consente di ottenere la pensione di vecchiaia con un anticipo di 3 anni e 7 mesi. Ad essere flessibili, comunque, non sono soltanto i trattamenti di prepensionamento, ma anche le pensioni vere e proprie: l’opzione donna, ad esempio, consente di uscire dal lavoro con un minimo di 58 anni di età e 35 di contributi, e la quota 100 consente di ottenere un anticipo massimo di 5 anni, rispetto all’età pensionabile. Esistono poi degli strumenti che consentono di sommare i contributi accreditati presso gestioni diverse, ottenendo così una maggiore flessibilità, come la ricongiunzione, il cumulo e la totalizzazione dei contributi

Quindi, per rispondere alla domanda «Flessibilità delle pensioni: cosa significa?», con questo termine si indicano le numerose possibilità delle quali il lavoratore può usufruire per ottenere il collocamento a riposo anticipato. Flessibilità, comunque, può significare anche avere la possibilità di ritardare il collocamento a riposo, quindi di restare al lavoro a proprio piacimento, magari per incrementare l’importo del trattamento, o comunque per contare su redditi più elevati. Ma la flessibilità delle pensioni conviene? Non sempre uscire prima dal lavoro si rivela una buona scelta: anche nel caso in cui, in cambio dell’anticipo del trattamento previdenziale, non siano previste penalizzazioni, il fatto di anticipare l’uscita dal lavoro, comportando minori versamenti, comporta una pensione più bassa. Questo può, però, non accadere in relazione alla quota della pensione calcolata col sistema retributivo, cioè commisurato sugli ultimi stipendi o redditi.

Procediamo comunque per ordine, e facciamo il punto sui principali trattamenti flessibili.

Quali sono le pensioni flessibili?

Osserviamo, nella seguente tabella, quali sono le cosiddette pensioni flessibili, cioè che consentono al lavoratore di variare la data della pensione di vecchiaia anche di parecchi anni.

Partiamo dal presupposto che la pensione di vecchiaia ordinaria, nel 2019, si ottiene:

  • con un minimo di 67 anni di età;
  • con almeno 20 anni di contributi;
  • con un assegno superiore a 1,5 volte l’assegno sociale, cioè superiore a 686,99 euro, per chi non possiede versamenti accreditati entro il 31 dicembre 1995.
Pensione
Contributi richiesti (anni)
Età richiesta (anni)
Altri requisiti
Vantaggi
Vecchiaia ordinaria con Deroga Amato1567Sono richiesti soli 15 anni di contributi, anziché 20
Vecchiaia ordinaria per gli addetti ai lavori gravosi3066 anni e 7 mesiNon essere beneficiari di Ape socialeSono richiesti 5 mesi in meno rispetto al requisito di età per la pensione di vecchiaia ordinaria
Vecchiaia contributiva571Non possedere versamenti accreditati entro il 31 dicembre 1995Sono richiesti solo 5 anni di contributi
Vecchiaia anticipata20(15 per beneficiari delle cosiddette Deroghe Amato)61 uomini

56 donne

5 anni in meno per i non vedenti

Attesa di un periodo di finestra pari a 12 mesiIl requisito di età è notevolmente ridotto
Vecchiaia in regime di  cumulo20

Accreditati presso casse diverse

67

la quota di pensione maturata presso la gestione dei liberi professionisti è liquidata alla maturazione del più severo requisito di età previsto dalla cassa

Ulteriori requisiti previsti dai singoli ordinamenti, o per la categoria di appartenenzaÈ possibile raggiungere prima la pensione, o comunque recuperare gli spezzoni contributivi posseduti, sommando gratuitamente i contributi accreditati presso casse diverse
Vecchiaia in regime di totalizzazione20

Presso casse diverse

66Ulteriori requisiti previsti dai singoli ordinamenti, o per la categoria di appartenenza

Attesa di un periodo di finestra pari a 18 mesi

È possibile raggiungere prima la pensione, o comunque recuperare gli spezzoni contributivi posseduti, sommando gratuitamente i contributi accreditati presso casse diverse
Pensione anticipata ordinaria42 anni 10 mesi (uomini)41 anni 10 mesi (donne)

Anche cumulati presso casse diverse

Attesa di un periodo di finestra pari a 3 mesiPossibilità di pensionarsi sulla sola base dei contributi, a prescindere dall’età
Quota 10038

Anche cumulati presso casse diverse

62Attesa di un periodo di finestra pari a:·  6 mesi (dipendenti pubblici)

·  3 mesi (altri lavoratori)

Ulteriori requisiti previsti dai singoli ordinamenti, o per la categoria di appartenenza

Possibilità di pensionarsi sino a 5 anni prima rispetto all’età pensionabile, con un ammontare di anni di contributi inferiore a quello richiesto per la pensione anticipata ordinaria
Pensione anticipata precoci41

Anche cumulati presso casse diverse

Attesa di un periodo di finestra pari a 3 mesi

Appartenere a specifiche categorie tutelate

Possedere 12 mesi di contributi da effettivo lavoro prima del 19° anno di età

Richiesto un requisito contributivo meno elevato rispetto alla pensione anticipata ordinaria
Pensione anticipata contributiva2064Assegno superiore a 2,8 volte l’assegno sociale,Non possedere versamenti accreditati entro il 31 dicembre 1995Età pensionabile più bassa di 3 anni, rispetto a quella richiesta per la pensione di vecchiaia ordinaria, con soli 20 anni di contributi
Pensione di anzianità totalizzazione41

Presso gestioni diverse

Attesa di un periodo di finestra pari a 21 mesi

Ulteriori requisiti previsti dai singoli ordinamenti, o per la categoria di appartenenza

È possibile raggiungere prima la pensione, o comunque recuperare gli spezzoni contributivi posseduti, sommando gratuitamente i contributi accreditati presso casse diverse
Opzione donna3559 anni entro il 31.12.2018 (autonome)

58 anni entro il 31.12.2018 (dipendenti)

Finestra di 18 mesi per le autonome e di 12 mesi per le dipendentiNotevole anticipo dell’età pensionabile per le lavoratrici
Ape sociale30 o 36 anni(sino a 2 anni in meno per le donne con figli)63Appartenere a specifiche categorie tutelateAccompagnamento, a carico dello Stato, dall’uscita dal lavoro sino al raggiungimento dell’età per la pensione di vecchiaia ordinaria
Ape volontario2063Requisito per la pensione di vecchiaia maturato entro 3 anni e 7 mesiAccompagnamento, con prestito bancario, dall’uscita dal lavoro sino al raggiungimento dell’età per la pensione di vecchiaia ordinaria
Isopensione35 anni e 10 mesi (uomini)

34 anni e 10 mesi (donne)

60Lavoratori in esubero di aziende con almeno 15 dipendenti che sottoscrivono appositi accordi sindacaliAnticipo della pensione anticipata o di vecchiaia sino a un massimo di 7 anni, grazie alla prestazione di accompagnamento alla pensione, che si avvicina notevolmente al futuro trattamento
Assegno straordinario35 anni e 10 mesi (uomini)

34 anni e 10 mesi (donne)

60Lavoratori in esubero di aziende che aderiscono a specifici fondiAnticipo della pensione anticipata o di vecchiaia sino a un massimo di 7 anni, grazie alla prestazione di accompagnamento alla pensione, che si avvicina notevolmente al futuro trattamento
Prepensionamento quota 1003559Lavoratori in esubero di aziende che aderiscono a specifici fondiAnticipo sino a un massimo di 8 anni del requisito di età per la pensione di vecchiaia e sino a 7 anni e 10 mesi del requisito contributivo per la pensione anticipata ordinaria
Lavori usuranti e notturni3561 anni e 7 mesiSe l’interessato possiede anche contributi da lavoro autonomo, i requisiti sono aumentati di un anno.

Hanno diritto alla pensione d’anzianità anche i lavoratori adibiti a turni notturni, ma le quote sono differenti a seconda del numero di notti lavorate nell’anno.

Anticipo sino a un massimo di 5 anni e 5 mesi dell’età pensionabile

Per avere un quadro completo della situazione:

La flessibilità della pensione conviene?

Quando la flessibilità della pensione comporta un anticipo, nella data di uscita dal lavoro, il trattamento può risentirne.

Nel dettaglio, in base alle proiezioni degli esperti in materia di previdenza, è bene chiarire che non esiste una risposta uguale per tutti, ma l’eventuale taglio della prestazione dipende:

  • da quanti sono gli anni di anticipo del pensionamento;
  • dall’ammontare delle ultime retribuzioni o redditi: normalmente si ipotizza una crescita costante, ma le retribuzioni, a fine carriera, potrebbero anche crollare, ad esempio per lo svolgimento di lavoro part time; in queste ipotesi, chi resta al lavoro vede addirittura diminuire, e non aumentare, la quota retributiva della pensione;
  • per quanto riguarda la quota di pensione da calcolare col sistema contributivo, una penalizzazione, nell’anticipo dell’uscita, sussiste sempre, in quanto chi prima esce versa meno contributi, ottiene minori rivalutazioni ed un coefficiente di trasformazione (la cifra che trasforma la somma dei contributi in assegno di pensione, che cresce all’aumentare dell’età) più basso; la penalizzazione, in termini di “mancato guadagno”, dipende dall’età al momento del pensionamento e dall’ammontare dei redditi, o stipendi.

Per approfondire la questione, puoi osservare i calcoli sviluppati in: Quota 100, quanto si perde?



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube