Business | Articoli

Bonus digitalizzazione: 10mila euro per la tua azienda

12 gennaio 2018 | Autore:


> Business Pubblicato il 12 gennaio 2018



Vediamo cos’è è come funziona il bonus digitalizzazione 2018 e come ottenere 10mila euro per migliorare la propria impresa, creare siti web, aprire e-commerce

Il governo [1] ha deciso di stanziare 100 milioni di euro per sostenere il miglioramento delle aziende e per finanziare i progetti di ammodernamento tecnologico delle piccole e medie imprese italiane (Pmi). Si tratta di un finanziamento che ha lo scopo di agevolare la digitalizzazione dei processi aziendali delle micro, piccole e medie imprese, per questo conosciuto come bonus digitalizzazione 2018. In particolare, il contributo verrà erogato tramite un voucher di importo non superiore ai 10 mila euro per ogni impresa. Dunque, se hai bisogno di comprare pc per la tua azienda,  hardware, servizi di consulenza o servizi specialistici volti a creare siti web, aprire e-commerce, o ancora, se hai bisogno migliorare l’efficienza aziendale digitalizzando i servizi della la tua piccola impresa o di modernizzare e rendere più semplice l’organizzazione del lavoro, allora stai leggendo l’articolo giusto. Il Bonus digitalizzazione 2018, infatti, rappresenta un’opportunità da non perdere. Vediamo, dunque, cos’è il bonus digitalizzazione 2018, chi può richiederlo, come presentare domanda e come ottenere 10mila euro per rendere più moderna, tecnologica e digitale la propria azienda.

Bonus digitalizzazione 2018: cos’è

Il Bonus digitalizzazione 2018 consiste in un’agevolazione per le micropiccole e medie imprese che prevede un contributo di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico. Il Ministero dello sviluppo economico , infatti, ha deciso di stanziare 100 milioni di euro per l’ammodernamento  tecnologico delle Pmi attraverso i Voucher per la digitalizzazione. Si tratta di un finanziamento che si pone l’obiettivo di favorire la digitalizzazione dei processi aziendali delle piccole imprese. Il contributo verrà erogato alle aziende tramite un voucher, di importo non superiore ai 10 mila euro. E’ possibile beneficiare di un finanziamento pari al 50% della spesa programmata.

Bonus 10mila euro imprese: come usarlo

Il bonus di 10mila euro potrà essere utilizzato per acquistare pc, hardware, servizi di consulenza o servizi specialistici volti a:

  • creare siti web;
  • aprire e-commerce;
  • migliorare l’efficienza aziendale digitalizzando i servizi;
  • modernizzare e rendere più semplice l’organizzazione del lavoro;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • formazione qualificata nel campo ICT del personale.

Bonus di 10mila euro: per quali imprese

Potranno fare richiesta del Bonus digitalizzazione le aziende che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • le micro, piccole o medie imprese;
  • non essere imprese la cui attività sia riconducibile a settori di produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura;
  • avere una sede legale e quindi essere iscritti al Registro delle imprese;
  • non essere sottoposte a procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo;
  • non essere beneficiari di altri contributi statali per l’acquisto degli stessi servizi che si vogliono comprare;
  • non essere soggette ad un ordine di recupero dichiarato dalla Commissione Europea per aiuti illegali.

Bonus di 10mila euro: studi professionali e liberi professionisti

Per quanto riguarda gli studi professionali ed i liberi professionisti, questi possono presentare domanda per usufruire del bonus digitalizzazione se svolgono la propria attività in forma di impresa e, alla data di presentazione della domanda, siano iscritti al Registro delle imprese.

Bonus di 10mila euro: come fare domanda

Per ottenere il bonus digitalizzazione di 10mila euro è necessario presentare l’apposita domanda esclusivamente tramite la procedura informatica. Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già a partire dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica per compilare la domanda.

Per accedere al servizio è necessario avere:

  • La Carta Nazionale dei servizi;
  • una casella di posta elettronica certificata attiva (Pec) e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

Per tutti i dettagli consigliamo la lettura del bando cliccando al seguente link: Bonus digitalizzazione Pmi 2018: il bando

note

[1] Ministero dello sviluppo economico, decreto direttoriale del 24 ottobre 2017.

Autore immagine: Pixabay.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI