Cultura e società | Articoli

Qual è il miglior periodo per andare a Sharm?

24 Maggio 2019 | Autore:

> Cultura e società Pubblicato il 24 Maggio 2019



Quando conviene da un punto di vista climatico fare una vacanza sulla perla egiziana del Mar Rosso? E quando si può risparmiare su viaggio e albergo?

È la località turistica egiziana per eccellenza. Per il suo paesaggio, ma soprattutto per la sua barriera corallina, la seconda più grande al mondo. Sharm el-Sheikh, la perla del Mar Rosso, offre ai visitatori la possibilità di godersi una vacanza di autentico relax così come di entrare a contatto con culture differenti, come quelle dei beduini del deserto. Ma qual è il miglior periodo per andare a Sharm?

Dire che qualsiasi momento è buono forse è esagerare un po’. Per un turista italiano, è una buona destinazione durante l’inverno: un’occasione per scappare dal freddo e recarsi in un posto con una temperatura più mite, anche se non sempre consente di praticare tutte le attività che si possono fare nei mesi caldi. Meno conveniente andarci in piena estate: è vero che in Egitto si trova il caldo secco, ma il problema è che il caldo è tanto. Si arriva, infatti, a sfiorare i 50 gradi.

Allora, qual è il miglior periodo per andare a Sharm? Può essere una buona idea sfruttare le mezze stagioni, cioè la primavera e l’autunno? E quando è possibile risparmiare su voli e soggiorno? Sarà interessante anche vedere di che cosa puoi avere bisogno per la tua vacanza: cosa portare da casa, quali documenti servono, ecc.

Sharm el-Sheikh: informazioni generali

La località di Sharm el-Sheikh (in arabo, «Baia dello sceicco») è una località turistica egiziana che si trova nella parte meridionale della Penisola del Sinai, sulle rive del Mar Rosso, a circa 4 ore di volo dall’Italia.

Lo sviluppo del turismo è iniziato nel 1982, quando il Sinai tornò sotto il controllo dell’Egitto dopo l’occupazione israeliana. Furono gli investitori esteri a capire le potenzialità del posto e a rilanciarlo, contemporaneamente all’approvazione delle prime leggi sulla tutela del paesaggio che imposero delle altezze massime agli edifici per tutelare le bellezze del luogo.

Oggi, è diventata una meta molto ambita per la pratica subacquea, anche grazie alla spettacolare barriera corallina, la seconda più grande al mondo dopo quella australiana.

La moneta locale è la lira (o sterlina) egiziana, che vale circa 5 centesimi di euro.

Il fuso orario è un’ora avanti rispetto all’Italia, anche quando da noi si spostano avanti o indietro le lancette.

La lingua ufficiale è l’arabo. Sono molto diffusi anche l’inglese ed il francese, ma ormai negli alberghi è facile trovare chi parla l’italiano, visto il grande flusso di turisti dal nostro Paese.

Per entrare a Sharm el-Sheikh è necessario avere il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e richiedere il visto. Se non devi muoverti da Sharm o resti nei dintorni, puoi chiedere il visto gratuito Sinai Only al tuo arrivo all’aeroporto.

Sharm el-Sheikh: quando conviene andare?

Abbiamo già accennato qualcosa sul clima di Sharm el-Sheikh, condizionato da una parte dal Mar Rosso e dall’altra dal deserto del Sahara.

In genere, il clima è molto secco, quindi il caldo si sopporta meglio. Ma fino ad un certo punto. Viceversa, in inverno le temperature non sono così rigide come dalle nostre parti, ma potrebbero impedire la pratica di alcune attività.

Un’altra caratteristica del clima in questa località è che praticamente non piove mai.

Probabilmente, la primavera è uno dei periodi migliori per andare a Sharm. Il mese di marzo registra un caldo che non dà fastidio, mentre da aprile le temperature salgono fino a toccare i valori della nostra estate. Nel mese di maggio si può arrivare a 35° di massima, mentre la minima è mediamente attorno ai 24-25°. Quindi, un clima ideale per una vacanza al mare e per poter praticare qualsiasi tipo di attività all’aperto o subacquea.

L’estate è per chi ama il caldo senza limiti: le temperature massime arrivano facilmente ai 45° e, nei mesi di luglio e agosto, possono sfiorare i 50°. Se non sei abituato a vedere il termometro a questi livelli, meglio andarci prima o aspettare qualche mese.

L’autunno somiglia molto alla primavera. Si parte a settembre con una media di 30° di massima, che poi scende con l’avvicinarsi dell’inverno. Quindi, è l’altro periodo ideale per una vacanza a Sharm.

Da novembre in poi, le temperature calano; non come da noi, certo, perché si mantengono attorno ai 20° di massima, ma di notte possono scendere fino a 10°. Può essere un buon periodo per chi vuole solo un po’ di pace con un clima mite, lontano dal freddo europeo. Non è molto consigliato, invece, per chi vuole fare attività sportive all’aperto. Inoltre, tieni presente che il sole tramonta in questi mesi verso le 16, il che vuol dire trascorrere le vacanze nei giorni più corti e privarsi del sole.

Sharm el-Sheikh: quando si spende di meno in viaggio?

Va da sé che il miglior periodo per andare a Sharm da un punto di vista economico è l’inverno, cioè quando non ci va quasi nessuno ed i prezzi si abbassano notevolmente. Tuttavia, fino alla fine di marzo, quando già le temperature si sono alzate e si può godere in pieno la vacanza in questa località, è possibile trovare qualche viaggio low cost o qualche offerta interessante in un hotel o in un villaggio turistico.

Per fare qualche esempio, un biglietto per un volo diretto da Milano a Sharm andata e ritorno nella seconda metà mi maggio può costare tra 230 e poco più di 400 euro, a seconda della compagnia. Nello stesso periodo del mese di giugno, i prezzi aumentano di poco: da 260 a 470 euro, mentre nel mese di luglio già costano circa 100 euro in più e ad agosto 200 euro in più, per poi scendere di nuovo da settembre.

Se ne deduce che il periodo di piena estate è quello più caro, nonostante sia quello più caldo e meno consigliato. Ci sono, ovviamente, delle eccezioni legate a qualche particolare ricorrenza. Ad esempio, per fare a Sharm la settimana di Capodanno, partendo il 30 dicembre e tornando all’Epifania, pagherai un minimo di 470 euro fino ad arrivare a circa 900 euro e, per di più, con uno scalo al Cairo e quasi 6 ore di viaggio.

Tuttavia, conviene sempre tenere sotto controllo i last minute: ci può essere sempre qualche offerta a portata di mano quando i vettori hanno bisogno di riempire l’aereo.

Sharm el-Sheikh: quando si spende di meno per il soggiorno?

Vale quanto detto sopra: la piena estate ed i periodi delle feste registrano i prezzi più alti. Ma guardando i comparatori di prezzi su Internet si trovano delle offerte interessanti e degli sconti rispetto ai prezzi indicati dai siti degli alberghi. Si riesce così a risparmiare sul soggiorno a Sharm.

Ad esempio, a maggio e giugno è possibile passare 7 notti in un albergo a 5 stelle, in regime di all inclusive e camera doppia per due adulti a 68 euro a notte (478 euro in totale). A luglio e agosto, la stessa camera nello stesso albergo e alle stesse condizioni costa già 100 euro in più.

Se pensi di andare a dicembre giusto per farti qualche giorno di vacanza con una temperatura più gradevole rispetto a quella registrata in Italia, e nonostante sia il periodo meno indicato, devi stare attento ai giorni. Prima di Natale, sempre la stessa camera e alle stesse condizioni, ti costa poco più di 500 euro per 7 notti. La settimana delle feste, però, il prezzo schizza a circa 1.600 euro (ed è un’offerta); per 100 euro in meno puoi fare la settimana di Capodanno (dal 30 dicembre al 5 gennaio). A metà gennaio, il prezzo già scende a circa 1.000 euro, mentre da metà febbraio non si arriva a spendere 700 euro per 7 notti.

GUARDA IL VIDEO


note

Immagine: Villaggio a Sharm el-Sheikh, autore LightField Studios


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA