Tech | Articoli

Come registrare film da pc

27 Maggio 2019
Come registrare film da pc

Come si registra un film dal pc? In questa guida, ti spiegheremo passo per passo tutto ciò che ti occorre sapere e ti presenteremo diversi sistemi alternativi.

La tecnologia è in continuo mutamento e i modi di fruire dei principali prodotti audiovisivi cambiano costantemente insieme ad essa. Anche se lo streaming ha ormai preso piede fra i meno giovani, grazie ad abbonamenti a prezzi ridotti che consentono l’accesso a cataloghi estremamente vasti, molti sentono ancora la necessità di vedere film sui canali tradizionali o su quelli offerti da satellite e digitale terrestre. Questa esigenza si scontra spesso con la frenesia della società contemporanea che ci impegna in varie attività di diverso tipo, impedendoci di essere sempre davanti alla tv agli specifici orari in cui ne avremmo necessità. La buona notizia è che, un po’ com’è possibile fare tutt’ora attraverso i videoregistratori, è possibile salvare una trasmissione televisiva direttamente dal tuo computer. Nelle prossime righe, ti forniremo quindi una semplice guida su come registrare film da pc, garantendoti così di non rinunciare a ciò che desideri vedere e di recuperarlo successivamente in tutta calma e comodità.

EyeTV Geniatech

La prima soluzione che desideriamo fornirti per aiutarti a registrare film da pc è quella rappresentata da EyeTV di Geniatech (ex Elgato).

EyeTV non è altro che una chiavetta usb, disponibile in vari modelli, anche a un costo inferiore a 30 euro, in grado di trasformare il tuo computer in un vero e proprio dispositivo in grado di ricevere e trasmettere il digitale terrestre. EyeTV è compatibile sia con il mondo Mac sia con l’ambiente Windows e attraverso una breve e semplice installazione ti permette di cominciare a vedere la tv sul computer, semplicemente inserendo la chiavetta in una porta usb dello stesso e collegando all’altra estremità il cavo dell’antenna.

Non è tutto: lo stesso software integrato (scaricabile a questo indirizzo) che ti permette la visualizzazione di ogni canale (con l’eccezione delle tv a pagamento) ti consente anche di registrare ciò che stai vedendo, o eventualmente di pianificare una registrazione su un determinato canale ad uno specifico orario.

Le registrazioni saranno automaticamente salvate nella cartella predefinita in alta qualità e con diversi formati. Ti sarà possibile visionarle con qualsiasi programma adatto alla riproduzione di video o, eventualmente, esportarle su un altro dispositivo. Presta attenzione allo spazio del disco che consumerai con le tue registrazioni: a seconda delle impostazioni di salvataggio che sceglierai, EyeTV potrebbe richiedere anche diversi gb di spazio per ogni registrazione. Assicurati quindi di avere spazio su disco sufficiente per la registrazione, in modo da non ritrovarti con il duplice problema della fine dello spazio sul tuo hard disk e dell’impossibilità di godere del film che pensavi di avere correttamente registrato.

Vcast

Un’alternativa è costituita da Vcast, servizio online al 100% italiano che consente di effettuare registrazioni di film e programmi televisivi in cloud, per poi visionarle sia in streaming sia tramite salvataggio in locale. Prima di procedere oltre, è bene che tu sappia che questo sito ha avuto negli anni una storia particolarmente travagliata a causa della sua attività borderline dal punto di vista strettamente legale. Potresti essere costretto a rinunciare ai suoi servizi per un periodo di tempo più o meno lungo,  quindi non farci troppo affidamento e pensaci bene prima di sottoscrivere uno dei piani premium che ti spiegheremo nelle righe sottostanti.

La prima cosa che devi fare per cominciare a utilizzare Vcast è collegarti al sito ufficiale, attraverso il browser che preferisci del tuo computer. Scorrendo la home page del sito, sulla destra troverai l’elenco di tutti i canali disponibili per la registrazione dal quale al momento sono escluse le reti Mediaset. Selezionando uno di questi, potrai constatare quali sono i programmi disponibili per la registrazione, per quanto riguarda il giorno stesso e per quelli successivi. Con un semplice clic sul tasto Accedi, che trovi nell’angolo in alto a destra dello schermo, potrai effettuare la registrazione a Vcast. Puoi scegliere di fare ciò anche attraverso il tuo account Google o il tuo profilo Facebook, selezionando le apposite icone, in modo da risparmiare tempo nel processo di registrazione.

A questo punto, devi impostare il servizio predefinito per i tuoi salvataggi. Per farlo, ti basta cliccare sul simbolo della nuvoletta con all’interno una freccia che trovi nella barra in alto sul tuo browser. Se ti sei registrato tramite Google, avrai già collegato il tuo account Google Drive. Ti è in ogni caso possibile anche configurare i tuoi account OneDrive e Dropbox, in modo da avere diverse opzioni di salvataggio. Nel caso tu non disponga di nessuno di questi servizi, puoi comunque approfittare del servizio integrato Vcloud, che, almeno per la versione gratuita di Vcast, è limitato ad un massimo di 10 ore di registrazione. Sempre da questa schermata, puoi selezionare quale di questi servizi intendi impostare come predefinito (nel caso tu ne abbia più di uno), quale risoluzione dare alle tue registrazioni, che tipo di formato file utilizzare e, infine, quale tolleranza temporale vuoi dare alle tue registrazioni.

Nel caso in cui tu decida di utilizzare le impostazioni predefinite, le registrazioni partiranno con 5 minuti di anticipo rispetto all’orario prefissato e termineranno con 15 minuti di ritardo sull’ora prevista per la conclusione del programma. All’interno di questa sezione di Vcast, troverai anche lo storico delle registrazioni da te effettuate, consultabili fino al momento della loro cancellazione.

Sempre sulla barra che trovi in alto sul tuo browser, vedrai un’altra funzione importante di Vcast, rappresentata da un cerchio con al suo interno un pallino. Si tratta del servizio che ti permette di registrare da uno dei diversi canali televisivi supportati a un orario da te prefissato, svincolandoti così dalla programmazione di quella rete.

Come anticipato nell’introduzione, le funzionalità gratuite di Vcast sono limitate a 20 ore di registrazione al mese, di cui 10 salvabili su Vcloud. Per superare questi paletti, occorre sottoscrivere uno dei piani tariffari a pagamento. Il piano Premium da 2.60 euro al mese consente 40 ore mensili di registrazione a 576p di qualità, con salvataggio nei formati mp4 e mkv e l’assenza di pubblicità, prevista invece nella versione free.

Il piano Premium+, che costa 3,40 euro al mese, oltre a quanto detto in precedenza, consente fino a 100 ore di registrazione mensili in qualità 1080p con salvataggio anche in formato avi e mp3 e con la possibilità di effettuare più registrazioni in contemporanea.

Il piano Premium Gold, che costa 5 euro al mese, consente fino a 250 ore di registrazioni mensili, oltre a quanto già previsto dal piano Premium+.

C’è inoltre anche la possibilità di acquistare spazio aggiuntivo su Vcloud, ovvero il servizio di storage integrato all’interno di Vcast. Per fruire di 40 ore totali di registrazione al mese occorre sottoscrivere un piano aggiuntivo da 1,25 euro al mese. Per arrivare a 100 ore serviranno invece 2,50 euro mensili. Occorreranno 5 euro mensili per godere di 250 ore mensili di registrazione, ovvero il massimo al momento previsto da Vcast.

Soluzioni alternative

Se le soluzioni che ti abbiamo spiegato non incontrano i tuoi gusti o le tue possibilità, puoi aggirare l’ostacolo in altri modi, per esempio inserendo un ulteriore step (e un ulteriore dispositivo) fra il passaggio televisivo del film di tuo interesse e il salvataggio del medesimo sul tuo computer.

La soluzione più semplice e immediata è quella di procedere all’acquisto di un qualsiasi decoder digitale terrestre che possieda anche la funzionalità di registrazione su hard disk interno o su supporto usb.

Recati in un negozio di tecnologia online o fisico per trovare un prodotto alle tue esigenze. Ci sono modelli adatti a tutte le esigenze e, soprattutto, a tutte le tasche. Attraverso questa particolare funzionalità, potrai registrare ciò che vorrai attraverso un semplice clic sul pulsante di registrazione o pianificando la stessa a un orario da te prestabilito.

Potrai visionare le tue registrazioni direttamente dal decoder acquistato, o eventualmente trasferirle in sicurezza e con un’estrema rapidità sul tuo computer, semplicemente collegando a esso il dispositivo di archiviazione da te scelto come output sul decoder. Puoi effettuare la stessa operazione attraverso un dvd recorder compatibile con il digitale terrestre e in grado di salvare su memoria di archiviazione esterna.

Se possiedi già un dvd recorder sprovvisto di sintonizzatore sul digitale terrestre, e non vuoi spendere ulteriori soldi per acquistare un decoder digitale terrestre che possieda la funzione di registrazione, puoi comunque riuscire a registrare i tuoi film preferiti, per poi trasferirli sul tuo computer. Per riuscire in questa operazione, è necessario che il tuo dvd recorder preveda la possibilità di salvataggio su un dispositivo di archiviazione esterno (come una chiavetta o un hard disk).

Dovrai inoltre scendere a compromessi con la qualità video, che in questo caso sarà purtroppo in bassa definizione.: ti basterà semplicemente collegare la tua televisione e il tuo dvd recorder attraverso il celeberrimo cavo scart e due ingressi omonimi, che ti sarà sicuramente capitato di vedere in passato, soprattutto se hai vissuto nell’epoca delle VHS. Una volta compiuta questa operazione, potrai registrare ciò che vedi sulla tua televisione, alla quale sarà assegnato il canale AV1 o quello AV2. In questo caso, dovrai fare attenzione a non cambiare canale per tutta la durata della registrazione, in modo da non compromettere il salvataggio del film.

note

Autore immagine: registrare film da pc di Sashkin


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA