Diritto e Fisco | Articoli

Quanto dura una causa penale

28 Maggio 2019 | Autore:
Quanto dura una causa penale

Processo penale: come funziona e quanto dura? Qual è la differenza con il procedimento penale? Quanto durano le indagini?

Il concetto di “lentezza” è spesso associato ad alcuni animali: pensa alla lumaca o al bradipo, ad esempio. In Italia, però, la lentezza è un attributo proprio della giustizia: prima che processo venga portato a conclusione trascorrono lunghi anni, spesso andati perduti per via di rinvii poco utili, problemi di notifica, assenze più o meno giustificate, ecc. Se credi che solo la giustizia civile sia affetta da questo grave problema, ti sbagli di grosso: anche il processo penale è vittima di lungaggini indicibili, spesso incomprensibili. Quanto dura una causa penale? Più o meno di una civile? Dopo quanti anni si giunge ad una sentenza? Se cerchi risposte a queste domande, sei nel posto giusto: prosegui nella lettura se vuoi sapere quanto dura una causa penale.

Procedimento penale: come si articola?

Per comprendere quanto dura una causa penale bisogna premettere alcune cose riguardanti il funzionamento di un processo del genere. Devi sapere che il procedimento penale comincia nel momento in cui il magistrato del pubblico ministero iscrive la notizia di reato (cioè, il fatto che è stato segnalato come un possibile illecito) nell’apposito registro: da questo momento iniziano formalmente le indagini preliminari, le quali devono concludersi entro un determinato periodo di tempo (in genere sei mesi, però prorogabili).

Durante le indagini, è possibile che l’indagato non sappia nulla di cosa sta accadendo e che, pertanto, avrà notizia del procedimento solamente quando gli verrà comunicato l’avviso di conclusione delle indagini e, poi, il rinvio a giudizio.

Quello che voglio dirti è che il processo dibattimentale vero e proprio comincia solamente dopo una fase di indagini più o meno lunga.

Pertanto, bisogna distinguere tra:

  • procedimento penale, comprensivo di fase delle indagini e di successivo processo dibattimentale;
  • processo penale, riferito solamente al giudizio che si celebra innanzi al giudice.

Quanto dura un procedimento penale?

Da quanto appena detto si evince facilmente che il procedimento penale, poiché ricomprende anche la fase delle indagini, è necessariamente più lungo del processo penale: mentre quest’ultimo rappresenta il momento in cui il giudice è chiamato a valutare la responsabilità dell’imputato, le indagini si svolgono “unilateralmente”, nel senso che è il pubblico ministero a dover svolgere un’attività volta a raccogliere gli elementi che possono sostenere l’accusa in giudizio.

Quanto durano le indagini?

Secondo la legge [1], la durata ordinaria delle indagini preliminari è di sei mesi dal momento in cui è iscritto il nome della persona indagata all’interno del registro delle notizie di reato. Come anticipato, però, per giustificate ragioni il p.m. può chiedere al giudice per le indagini preliminari una proroga delle indagini: in questo caso, la legge [2] stabilisce che il termine massimo non può comunque superare i diciotto mesi (salvo ipotesi eccezionali).

Di conseguenza, la durata dell’intero procedimento penale sarà data dalla somma dei mesi occorrenti per l’espletamento delle indagini e dal tempo necessario a svolgere il giudizio in dibattimento, cioè nel contraddittorio delle parti.

Quanto dura un processo penale?

In realtà, quando ci si chiede quanto dura una causa penale si fa riferimento alla sola fase dibattimentale, cioè al solo processo celebrato davanti al giudice, tralasciando quindi tutto il periodo delle indagini preliminari. Pertanto chiedersi quanto dura una causa penale significa domandarsi quanto dura un processo penale.

Rispondere a questo quesito non è semplice perché dipende dal tipo di causa: se l’oggetto della valutazione è un reato grave oppure sono più reati, ovvero se si tratta di un processo con più imputati, occorrerà una più attenta analisi da parte del giudice. Ciò si traduce inevitabilmente in un maggior numero di testimoni da sentire. Al contrario, una causa penale che ha ad oggetto una semplice contravvenzione, comporterà un’attività istruttoria necessariamente più esigua.

La durata di una causa penale, dunque, dipende da una serie di fattori:

  • complessità dell’imputazione;
  • numero degli imputati;
  • numero dei testimoni da sentire;
  • eventuale disposizione di perizia da parte del giudice;
  • impugnazione davanti al giudice di secondo grado e, successivamente, davanti a quello di terzo grado (Cassazione).

Inoltre, contrariamente a quanto affermato poc’anzi, non sempre i fatti di minore gravità sono i più veloci ad essere giudicati: in altre parole, semplicità non è necessariamente sinonimo di velocità. Questo perché i reati minori (cioè quelli puniti meno severamente, di competenza del giudice di pace o del tribunale in composizione monocratica) sono i più numerosi e, pertanto, “affollano” i ruoli dei giudici. Tutto ciò si traduce in un numero elevatissimo di processi che un solo giudice deve affrontare, con ovvio rallentamento della trattazione.

Al contrario, i reati più gravi, essendo la minor parte, riescono ad essere gestiti più agevolmente dai tribunali. Le cause penali di minor gravità, quindi, intasano le vie della giustizia come il traffico a ferragosto.

Quanto dura in media una causa penale?

Al di là delle considerazioni appena fatte, statisticamente in Italia una causa penale dura circa tre anni, considerando ovviamente solamente il primo grado di giudizio. Perché una causa venga decisa anche in appello occorrono altri due anni, mentre ce ne vuole solamente uno in Cassazione.

In buona sostanza, quindi, una causa penale completa, prima che giunga a sentenza definitiva, può arrivare a durare anche sei anni. Si tratta di una media: ciò significa che esistono processi penali che terminano in minor tempo e, soprattutto, processi penali che durano molto di più, tanto è vero che vanno prescritti già in primo grado.

Ovviamente, i numeri sopra riportati fanno riferimento al solo processo penale, con esclusione quindi della fase delle indagini preliminari. Il riferimento, quindi, è al tempo durante il quale una persona è considerata imputata, non indagata.

Quando una causa penale viene decisa subito?

Una causa penale può durare pochissimo in alcune circostanze: si tratta delle ipotesi in cui l’imputato scelga un rito alternativo a quello dibattimentale. In pratica, se la persona accusata di un reato sceglie il rito abbreviato oppure il patteggiamento, il processo giungerà a sentenza in termini brevissimi, se solo si considera che:

  • nel caso di patteggiamento, il giudice basa la sua sentenza sul calcolo della pena prospettato da accusa e difesa, senza necessità di raccogliere prove oppure di discutere la causa;
  • nel caso di giudizio abbreviato, l’udienza si riduce alla sola discussione (requisitoria del pubblico ministero e arringa del difensore), senza che si provveda all’istruttoria (salvo ipotesi eccezionali).

Nei casi di minor gravita, poi, l’imputato può cavarsela con una pena pecuniaria senza che si svolga alcun giudizio: mi riferisco alle ipotesi di oblazione e di decreto penale di condanna.

note

[1] Art. 405 cod. proc. pen.

[2] Art. 407 cod. proc. pen.

Autore immagine: Unsplash.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube