Food | Articoli

Consigli su cosa mangiare stasera

6 Giugno 2019 | Autore: Roberta Jerace
Consigli su cosa mangiare stasera

Cena svuotafrigo; scadenze alimentari; sformato di verdure prosciutto e robiola; timballo di riso alla besciamella e pesto; bocconcini leggeri di pollo alle erbe e limone; cena golosa; involtini di zucchine, salmone e burrata; crepes salsiccia funghi e scamorza

Può capitare che tu non abbia nessuna idea su cosa cucinare per cena, il frigo e la dispensa ti sembrano vuoti e non ti suggeriscono nessuna ricetta che valga la pena di cucinare. In questo caso una cena svuotafrigo può essere, non solo un buon consiglio su cosa mangiare stasera, ma anche una soluzione contro gli sprechi alimentari che ti consente per di più di fare economia, magari evitando di ricorrere a una più facile ma anche dispendiosa cena consegnata a domicilio. La cena svuotafrigo inoltre ti permette di utilizzare gli alimenti vicini alla scadenza e anche quelli già scaduti ma che possono essere utilizzati anche dopo il termine minimo di conservazione. Un’alternativa per questa sera, però, può essere una coccola culinaria e quindi mangiare qualcosa di davvero goloso. Se è vero che quest’ultima scelta non può essere la norma, può tuttavia essere l’idea giusta per una serata in cui sei priva/o di energie e hai bisogno di una piccola deviazione dal noioso regime alimentare quotidiano. In fondo, per la prova costume c’è ancora un po’ di tempo!

Cena svuotafrigo

Hai aperto il frigo e quelle verdure che hai acquistato qualche giorno fa si stanno seccando, ma non hai idee su come utilizzarle, oppure, sai di dover consumare quella confezione di salumi o formaggi pronta alla scadenza, ma un panino proprio non ti va e vorresti qualche idea da realizzare questa sera. La cena svuotafrigo non dev’essere per forza piena di grassi e certamente è un suggerimento per non preparare i soliti piatti, perciò ti consiglio qualche ricetta, ma prima controlla le scadenze alimentari dei cibi che intendi usare.

La scadenza sulle etichette alimentari viene spesso indicata dalla dicitura “da consumarsi entro”, ciò segnala una scadenza tassativa oltre la quale non esistono proroghe per l’utilizzo. La data di scadenza deve riportare giorno, mese e anno per i prodotti conservabili per meno di tre mesi; il mese e l’anno per prodotti che si conservano oltre i 3 mesi ma scadono entro 18 e solo l’anno per alimenti che hanno scadenza a date che si spingono oltre i 18 mesi dal confezionamento. La dicitura “da consumarsi preferibilmente entro…” indica il termine minimo di conservazione, cioè una data oltre la quale gli alimenti hanno ancora un margine di tempo entro cui è possibile consumarli, senza conseguenze negative sulla salute.

Sull’etichetta inoltre, dev’essere riportata anche la modalità di conservazione, con indicazioni come ad esempio quella della temperatura di conservazione che se non rispettata potrebbe impedire all’alimento di arrivare integro alla scadenza.

Sformato di verdure prosciutto e formaggio spalmabile

Ingredienti

Ecco gli ingredienti per preparare uno sformato di verdure prosciutto e formaggio spalmabile:

  • 1 peperone rosso;
  • 1 cipollotto fresco;
  • 1 melanzana;
  • 1 carota, 1 zucchina, 1 ciuffetto di rosmarino, 1 ciuffo di prezzemolo;
  • 100 grammi di prosciutto cotto;
  • 200 grammi di robiola o formaggio spalmabile simile;
  • 3 uova;
  • 3 cucchiai di Grana Padano;
  • 100 di formaggio duro anche rimanenze miste;
  • una tazzina di latte;
  • una noce di burro;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale e pepe.

Procedimento

Pulisci le verdure e tieni presente che puoi utilizzarne anche diverse da quelle indicate come ad esempio coste di sedano o di bietole, fagiolini, pomodori e in generale quasi tutti gli ortaggi che sono avanzati da altre preparazioni o che trovi nel tuo frigo. Trita il cipollotto e fallo soffriggere in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva, aggiungi le altre verdure che avrai precedentemente tagliato a cubetti regolari, aggiusta di sale e fai stufare per circa 15 minuti, quindi elimina il rosmarino e aggiungi il prezzemolo tritato a fuoco spento.

Sbatti le uova e lavorale con il formaggio spalmabile fino ad ottenere una consistenza omogenea, aggiungi il grana padano grattugiato, un trito di prosciutto cotto e le verdure, mescola tutto con cura. Metti a cuocere a bagnomaria, nel forno a 160 gradi per circa 40 minuti, preferibilmente in uno stampo da plum-cake rivestito di carta da forno.

Nel frattempo, mentre il tuo flan è in cottura, dedicati alla salsa di formaggi con cui servirai lo sformato di verdure prosciutto e formaggio spalmabile. Taglia a cubetti gli spezzoni di formaggi a pasta dura che ti ritrovi a portata di mano, in un pentolino fai sciogliere il burro nel latte e aggiungi i formaggi, fai fondere il tutto a fiamma dolce e aggiungi una spolverata di pepe. Stai attento/a a non portare a ebollizione e metti da parte la salsa facendola intiepidire prima di servirla su fettine regolari di sformato di verdure.

Timballo di riso alla besciamella e pesto

Ingredienti

Ecco gli ingredienti per il timballo di riso alla besciamella e pesto:

  • 280 grammi di riso;
  • pesto q.b.;
  • 8 pomodori secchi;
  • Grana Padano;
  • 2 noci di burro;
  • 250 millilitri di latte;
  • 2 cucchiai di farina;
  • sale;
  • pepe;
  • noce moscata.

Procedimento

Questa ricetta ti permette di utilizzare tanti piccoli fondi di barattolo rimasti in frigo magari perché non sufficienti ad essere consumati da soli. Metti a cuocere il riso in abbondante acqua bollente salata e nel frattempo dedicati alla preparazione di una besciamella dalla consistenza abbastanza liquida.

Fai una cremina con la farina e poco latte in scadenza aggiunto un po’ per volta così che non si formano grumi; versa in un pentolino il composto e posiziona sul fornello a fuoco dolce. Non smettere mai di mescolare e aspetta che la besciamella abbia raggiunto la temperatura necessaria a rapprendersi, a questo punto togli dal fuoco abbastanza velocemente, poiché per realizzare questa ricetta non è necessaria una salsa particolarmente consistente. Finisci la besciamella con una noce di burro, aggiusta di sale e pepe e concludi con una grattugiata di noce moscata e una manciata di grana.

Scola il riso qualche minuto prima della cottura ottimale e fondi nel riso caldo l’altra noce di burro, il pesto avanzato che hai in frigo, la besciamella e un trito di pomodori secchi sott’olio (un’alternativa possono essere cubetti di wurstel o prosciutto cotto). Trasferisci il composto in una terrina di terracotta e spolvera con grana grattugiato.

Termina la cottura del timballo in forno a 180° per circa 8-10 minuti o fino a quando si sarà formata una crosticina sulla parte superiore; consuma il timballo di riso e pesto caldo o tiepido in base ai tuoi gusti.

Bocconcini leggeri di pollo alle erbe e limone

Ingredienti

Gli ingredienti per i bocconcini leggeri di pollo alle erbe e limone sono:

  • 500 grammi di petto di petto di pollo;
  • erbe aromatiche miste;
  • succo di 2 limoni;
  • sale;
  • olio extravergine d’oliva;
  • farina q.b.;
  • mollica di pane raffermo.

Procedimento

Taglia il petto di pollo a cubetti della dimensione di circa due centimetri e lascia macerare una mezz’ora nel succo di un limone (magari quello di cui hai già grattuggiato la buccia per realizzare una buona ciambella) e realizza un trito di erbe aromatiche miste del tuo giardino (salvia, rosmarino, erba cipollina).

Ungi una padella antiaderente dal bordo alto con un goccio di olio extravergine d’oliva e fai rosolare il pollo precedentemente scolato e infarinato; quando vedrai i cubetti di pollo dorati esternamente, aggiungi il succo dell’altro limone e le erbe aromatiche tritate; finisci di cuocere finché i tocchetti di pollo non appariranno più rosa all’interno. Ultima i tuoi bocconcini di pollo alle erbe e limone con una spolverata di mollica di pane raffermo, sgranata e abbrustolita.

Per stasera ecco una cena golosa!

Ogni tanto è bene concedersi qualche capriccio e gratificare il palato senza pensare alle calorie o a quanto siano salutari gli alimenti che consumi. Un piccolo lusso da concedersi di tanto in tanto con ricette come quelle che ti propongo qui di seguito.

Involtini di zucchine, salmone e burrata

Ingredienti

A seguire, gli ingredienti per cucinare gli involtini di zucchine, salmone e burrata:

  • 2 zucchine medio-grandi;
  • 200 grammi di burrata;
  • 200 grammi di carpaccio di salmone affumicato;
  • erba cipollina;
  • sale;
  • pepe rosa;
  • olio di semi per friggere;
  • succo di limone.

Procedimento

La ricetta di questi golosissimi involtini di zucchine, salmone e burrata è piuttosto semplice da realizzare: il primo passaggio da realizzare è la preparazione delle zucchine. Tagliale lungo il senso della lunghezza in fette regolari e integre dello spessore di 4 o 5 millimetri e friggile in abbondante olio di semi fino a che non si saranno dorate. Fai attenzione a non bucarle o romperle e disponile ordinatamente in uno scolapasta cosicché possano perdere l’olio in eccesso; a questo punto salale e lasciale da parte e raffreddarsi.

Su un piatto piano e ampio distribuisci le fettine di salmone affumicato e cospargile di pepe rosa e qualche goccia di succo di limone, ritaglia delle strisce regolari di un’ampiezza leggermente maggiore a quella delle fette di zucchine e inizia a comporre i tuoi involtini.

Disponi su un piatto libero una fetta di zucchina, sopra poni una striscia di carpaccio di salmone affumicato e infine distribuisci un cucchiaino di burrata, arrotola su sé stesso l’involtino e chiudi con uno stelo d’erba cipollina. Riponi gli involtini su un piatto e spolverizza con erba cipollina tritata.

Crepes salsiccia funghi e scamorza

Ingredienti per la base:

  • 250 grammi di farina;
  • 4 uova;
  • 500 millilitri di latte;
  • 1 pizzico di sale;
  • burro q.b.

Ingredienti per il ripieno:

  • 250 grammi di salsiccia;
  • 250 grammi di funghi porcini;
  • 200 grammi di scamorza;
  • prezzemolo;
  • sale;
  • pepe;
  • olio extravergine di oliva;
  • 1 spicchio d’aglio.

Procedimento

Per prima cosa realizza le crepes. Sbatti le uova in una scodella abbastanza capiente e aggiungi il latte e un pizzico di sale. In seguito, aggiungi gradualmente la farina setacciata e mescola fino ad ottenere una pastella uniforme e senza grumi. Lascia riposare la pastella in frigo per almeno venti minuti e nel frattempo dedicati al ripieno.

In una padella, fai imbiondire un aglio in camicia, poi eliminalo e aggiungi la salsiccia sminuzzata grossolanamente che farai rosolare per circa 5 minuti. A questo punto, aggiungi in padella i funghi porcini tagliati a fettine e lascia andare a fuoco vivo fino a quando gli ingredienti saranno tutti ben cotti e rosolati, aggiungi prezzemolo tritato a crudo. Taglia il formaggio a cubetti e tieni da parte.

Tira fuori dal frigo il composto delle crepes e inizia a cuocerle. Versa un piccolo mestolo di pastella in una padella antiaderente, su cui avrai messo una punta di burro a fondere; distribuisci il composto in modo uniforme su tutta la padella e cuoci fino a doratura, a quel punto gira la crespella e falla dorare anche dall’altra parte.

Riponi le crepes da parte e continua a realizzarle fino a che non avrai terminato la pastella. Riempi ogni crespella con il composto di funghi e salsiccia e farcisci con abbondanti dadini di scamorza. Richiudi le crepes e metti in forno per qualche minuto fino a quando il formaggio sarà diventato filante.

Servi calde le tue crepes alla salsiccia, funghi e scamorza e accompagna con un’insalatina di spinacini e mele per alleggerire la portata principale.

Dove buttare l’olio di frittura? GUARDA IL VIDEO



Di Roberta Jerace


1 Commento

  1. Molto buoni questi consigli. Io per la sera, con questo caldo d’estate, preferisco cucinare qualcosa di fresco e veloce: insalata di pomodori con tonno, mais, olive snocciolate. Poi, consiglio anche le piadine con crudo, mozzarella e rucola oppure con altri ingredienti. O ancora salmone affumicato con rucola e limone. Sono buonissimi.

Rispondi a Lidia Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA