Business | Articoli

Bollette luce e gas: le tasse occulte

19 Gennaio 2018
Bollette luce e gas: le tasse occulte

Con l’anno nuovo arrivano rincari anche sul fronte delle bollette di luce e gas. Quanto sarà la spesa?

Mentre la notizia dei sacchetti di plastica ha fatto il giro del web, altre notizie sono passate più in sordina, sebbene abbiano un effetto ancora più incisivo sulle tasche di cittadini e imprese. Dal primo gennaio di quest’anno, infatti, è scattato l’aumento sulla bolletta della luce dovuto al rincaro del 5,3% sull’elettricità e quello della bolletta per la fornitura del gas del +5%. 

Bollette luce e gas: il perché dei rincari

Il motivo del rincaro delle bollette luce e gas, come indicato dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico sarebbe legato ad una serie di fattori concomitanti, tutti al rialzo, che hanno portato ad una crescita dei prezzi nell’ultimo trimestre. Tra questi:

  • la ripresa dei consumi che ha determinato l’effetto di una risalita dei prezzi all’ingrosso;
  • l’indisponibilità prolungata di alcuni impianti nucleari francesi, con una crescita delle quotazioni dell’elettricità all’ingrosso nel mercato oltreconfine;
  • alcune limitazioni nei transiti di elettricità nella rete italiana;
  • la minore disponibilità della generazione idroelettrica nazionale per la scarsa idraulicità del periodo;
  • l’aumento stagionale dei prezzi all’ingrosso del gas a livello europeo.

Per il gas invece l’aumento è determinato essenzialmente dalle dinamiche legate alle stagioni invernali, con consumi e quotazioni in aumento a livello europeo, che – in un mercato unico – implicano la crescita dei prezzi anche nei mercati all’ingrosso italiani.

Bollette luce e gas: a quanto ammontano i rincari?

Vediamo più nel dettaglio i numeri per capire di quanto è aumentata da questo mese la bolletta della luce: per l’elettricità la spesa sarà di circa 535 euro, con un aumento del +7,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, tradotta quindi in un aumento di circa 37 euro all’anno. Nel dettaglio, dal 1° gennaio 2018, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica per il cliente tipo sarà di 20,62 centesimi di euro per kilowatt all’ora, tasse incluse, così suddiviso:

Spesa per la materia energia:

  • 8,35 centesimi di euro (40,48%) per i costi di approvvigionamento dell’energia;
  • 1,67 centesimi di euro (8,12%) per la commercializzazione al dettaglio.

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore:

  • 3,87 centesimi di euro (18,75%) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della trasmissione e distribuzione, qualità.

Spesa per oneri di sistema:

  • 4,05 centesimi di euro (19,65%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge.

Imposte:

  • 2,68 centesimi di euro (13%) per le imposte che comprendono l’Iva e le accise.

Bollette luce e gas: i bonus

Con i rincari di luce e gas, arrivare a fine mese diventa sempre più complesso. Ecco che sono stati previsti anche dei bonus per le famiglie in difficoltà. ll bonus luce 2018 (detto anche bonus elettrico) garantisce importanti sconti sulla bolletta della luce. Si tratta di un bonus sociale a beneficio delle famiglie meno abbienti, vale a dire con un reddito Isee al di sotto di una certa soglia; di un’agevolazione, dunque, che aiuta i nuclei familiari in difficoltà per 12 mesi, rinnovabili su richiesta se non mutano le condizioni economiche del nucleo familiare. Proprio per questo, a favore delle famiglie in difficoltà economica, sono state previste diverse agevolazioni per alleggerire l’importo dovuto sui consumi delle utenze domestiche, quali luce e gas. Per maggiori dettagli leggi Bonus luce e gas 2018: come pagare meno le bollette.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube