Diritto e Fisco | Articoli

Invalidità per chi ha un solo rene

3 Giugno 2019 | Autore:
Invalidità per chi ha un solo rene

Nefrectomia: c’è diritto all’invalidità civile e all’accompagnamento? Come si calcola l’invalidità in presenza di più patologie renali?

Le malattie renali possono essere gravissime, a volte addirittura fatali: anche quando non lo sono, comportano comunque dei disagi notevolissimi per chi ne soffre. Alle persone che, a causa della loro patologia, non possono svolgere con normalità gli atti della vita quotidiana, né riescono a poter svolgere determinate mansioni lavorative, la legge riserva alcuni istituti che consentono di aiutare coloro che si trovano in questa situazione di svantaggio. Mi riferisco in particolare all’invalidità civile e all’indennità di accompagnamento, istituti giuridici che attribuiscono determinati benefici a coloro che ne hanno diritto. Con questo articolo vorrei soffermarmi sull’invalidità per chi ha un solo rene. Cosa dice la legge? Quali agevolazioni sono previste? Si ha sempre diritto all’invalidità civile e all’indennità di accompagnamento? Se l’argomento ti interessa, prosegui nella lettura: vedremo insieme cosa prevede il nostro ordinamento giuridico in tema di invalidità per chi ha un solo rene.

Chi ha un solo rene ha diritto all’invalidità civile?

Per capire se chi ha un solo rene ha diritto all’invalidità civile dobbiamo consultare la tabella messa a disposizione dalla legge [1] e vedere se una tale infermità è contemplata. Ebbene, le patologie renali sono disciplinate all’interno delle malattie che colpiscono l’apparato urinario e quello endocrino; tra di esse, è contemplata anche la nefrectomia con rene superstite integro, al quale è riconosciuta un’invalidità civile pari al 25%.

Questo significa, quindi, che chi ha un solo rene e quello rimanente è perfettamente funzionante, avrà diritto soltanto al 25% di invalidità civile che, in concreto, non conferisce alcun vantaggio apprezzabile sotto il profilo dei benefici che la legge può attribuire.

Patologie renali: cosa dice la legge?

Quanto appena detto non può che lasciare un po’ di amaro in bocca: una persona con un solo rene, per la legge, ha diritto ad una percentuale di invalidità davvero minima se il rene superstite è funzionante.

Per ottenere un’invalidità civile maggiore, dunque, l’ordinamento giuridico italiano richiede un quadro clinico ancora più complesso: bisogna allora rientrare nelle altre patologie renali previste nell’apposita tabella sull’invalidità.

Di seguito ti elencherò le patologie renali che garantiscono un’invalidità civile un po’ più consistente:

  • glomerulonefrite da immunocomplessi con insufficienza renale lieve: invalidità civile tra il 61 e il 70%;
  • ipoplasia renale bilaterale: invalidità fissa del 75%;
  • sindrome nefrosica con insufficienza renale media: invalidità dal 31 al 40%;
  • sindrome nefrosica con insufficienza renale grave: invalidità dall’81 al 90%;
  • trapianto renale: invalidità fissa del 60%;
  • iposurrenalismo grave: invalidità dal 91 al 100%;
  • artropatia gottosa con grave impegno renale: invalidità dal 91 al 100%.

Come si evince dalle patologie sopra elencate, possiamo dire che chi ha un solo rene può aspirare ad una percentuale di invalidità superiore al 25% solamente se la restante ghiandola non è integra oppure è essa stessa affetta da patologia: ad esempio, colui che ha un solo rene e che presenta anche un’insufficienza renale media, avrà diritto senz’altro ad una percentuale maggiore, visto che alla nefrectomia è riconosciuta una percentuale del 25%, mentre all’insufficienza renale media un’invalidità dal 31 al 40%.

Come si calcola l’invalidità se ci sono più patologie?

Quanto appena illustrato offre l’occasione di spiegarti come funziona il calcolo dell’invalidità civile in presenza di più patologie. Abbiamo detto che la persona che ha un solo rene e soffre anche di insufficienza renale media (riferita alla ghiandola rimanente, ovviamente), può chiedere un’invalidità civile superiore rispetto a quella che sarebbe concessa in presenza di una sola patologia.

Devi sapere, però, che quando una persona è affetta da più malattie, il grado totale di invalidità non si ottiene facendo la mera sommatoria delle percentuali previste per ciascuna di esse: questo significa che, se la nefrectomia con rene superstite integro dà diritto al 25% di invalidità e l’insufficienza renale media al 40% (nel massimo), la persona che soffrirà di entrambe non otterrà il 65% (25 + 40) di invalidità civile totale.

Il calcolo dell’invalidità civile, infatti, si esegue in questo modo: alla somma delle percentuali di invalidità (espresse in decimali) si sottrae il prodotto ottenuto moltiplicando le stesse percentuali tra di loro. Riprendendo quindi l’esempio sopra fatto, colui che ha un solo rene e soffre di insufficienza renale (riconosciuta nella massima percentuale del 40%) avrà diritto ad un’invalidità civile pari al 55%, perché:

  • (0.25 + 0.40) – (0.25 x 0.40) = 0.65 – 0.1 = 0.55.

Chi ha un solo rene ha diritto all’indennità di accompagnamento?

La persona che ha un solo rene può sperare nell’indennità di accompagnamento solamente nel caso in cui soffra di una gravissima insufficienza renale, oppure nell’ipotesi in cui il rene superstite non sia funzionante: ed infatti, solamente a chi sia riconosciuta un’invalidità totale (100%) può essere attribuita l’indennità di accompagnamento, misura che ha come scopo quello di sostenere economicamente la persona affetta da grave patologia.

Secondo la legge [2], la persona invalida al 100% che sia anche incapace di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore o con necessità di assistenza continua o che non sia in grado di compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita, ha diritto anche all’indennità di accompagnamento, a prescindere dal reddito.


note

[1] D.M. 05.02.1992.

[2] Legge n. 18 del 11.02.1980.

Autore immagine: Pixabay.com


7 Commenti

  1. Mi sono operata il 17 settembre mi anno esportato un rene benigno grave mi spetta l’invalidità grazie

    1. Mi sono operata il 17 09 2019 mi anno tolto un rene mi spetta l’invalidità?sono stata operata anche di una ciste ovarica e mi anno tolto anche un ovaio soffro di vista non vedo bene miopia grazie

      1. Puoi trovare maggiori informazioni nei nostri articoli:
        -Domanda invalidità, Legge 104, accompagnamento https://www.laleggepertutti.it/200734_domanda-invalidita-legge-104-accompagnamento
        -Chi ha invalidità al 100% e la 104 ha diritto all’accompagnamento? https://www.laleggepertutti.it/280219_chi-ha-invalidita-al-100-e-la-104-ha-diritto-allaccompagnamento
        -Come richiedere invalidità, legge 104 e accompagno https://www.laleggepertutti.it/231845_come-richiedere-invalidita-legge-104-e-accompagno
        Per sottoporre il tuo caso specifico ai professionisti del nostro network, puoi richiedere una consulenza legale cliccando qui https://www.laleggepertutti.it/richiesta-di-consulenza

    2. Sono stata operata 17 sett.2018 mi hanno tolto un rene e un polipo all.’intestino con formazione in tumore.Mi mancano 5 gradi all occhio sinistro,spondiolasiartosica dei tendini ,ernia iatale,una caduta sul posto di lavoro che dopo tre annie come se non fosse mai guarito (piede sinistro frattura scomposta del 5 metatarso e frattura scomposta del perone)colecistectomia ,tunnelcarpale bilaterale.Secondo voi mi tocca l’invalidita’?grazie per l’attenzione Michelina

  2. Mi sono operata il 17 09 2019 mi anno tolto un rene mi spetta l’invalidità?sono stata operata anche di una ciste ovarica e mi anno tolto anche un ovaio soffro di vista non vedo bene miopia grazie

  3. Buongiorno
    mio marito che fa dialisi ,da tre anni, ad aprile scorso ha subito una nefrectomia bilaterale totale quindi per reni policistici di 9 kg , quindi enormi. Sopravvissuta solo una delle due ghiandole surrenali. Ha diritto all’accompagnamento? grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube