Diritto e Fisco | Articoli

Locazione e inquilino moroso: sfratto o cambiare chiavi all’appartamento?

24 aprile 2013


Locazione e inquilino moroso: sfratto o cambiare chiavi all’appartamento?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 aprile 2013



Commette reato il proprietario di casa che si fa giustizia da sé, sostituendo le chiavi di casa o disdettando le utenze di luce, gas, acqua.

Spesso capita che il locatore di un appartamento, che non riceva il regolare pagamento, da parte del conduttore, delle rate per “l’affitto” (o meglio, locazione), anziché ricorrere con le vie ordinarie (causa di sfratto), preferisce farsi giustizia da sé, cambiando la serratura della porta o facendo staccare l’utenza di energia elettrica (se ancora intestata al padrone di casa).

Si tratta però di comportamenti illegittimi.

Il proprietario, infatti, anche se il conduttore non provveda al pagamento di canoni e spese, non può disdettare il contratto di fornitura dell’energia elettrica e sostituire la serratura, estromettendo l’inquilino dall’immobile, ma deve invece agire (solo) con la normale e ordinaria azione di sfratto per morosità [1].

Sul tema, la Cassazione ha precisato che l’estinzione dei contratti di fornitura di energia, gas e acqua realizza un mutamento di destinazione del bene locato e integra pertanto il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni [2]. Il padrone di casa, infatti, così facendo,impedisce un normale utilizzo dell’appartamento [3].

Lo stesso reato lo pone in essere il proprietario di un immobile che, una volta scaduto il contratto di locazione, di fronte all’inottemperanza del conduttore all’obbligo di rilascio, anziché ricorrere al giudice con l’azione di sfratto, si fa ragione da sé, sostituendo la serratura della porta di accesso e apponendovi un lucchetto [4].

Tra l’altro, la sostituzione della serratura (con ingresso all’interno dei locali) configura anche il reato di violazione di domicilio [5] per il quale “chiunque si introduce nell’abitazione altrui o in altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi, contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo, ovvero vi si introduce clandestinamente o con l’inganno, è punto con la reclusione da sei mesi a tre anni.

note

[1] Art. 658 cod. proc. civ.

[2] Art. 392 cod. pen.

[3] Cass. sent. n. 41675/2012.

[4] Cass. sent. n. 10066/2005.

[5] Art. 614 cod. pen.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. E se invece il cambio della serratura avvenisse dopo che vi è stata una ordinanza di convalida di sfratto?

  2. Commette reato il proprietario di casa che si fa giustizia da sé, sostituendo le chiavi di casa o disdettando le utenze di luce, gas, acqua. Non commette reato il conduttore che non paga la locazione e/o non lascia l’appartamento anche in presenza di una convalida di sfratto per morosità .Il proprietario, anche se il conduttore non provveda al pagamento di canoni e spese, non può sostituire la serratura, estromettendo l’inquilino dall’immobile, si tratta di comportamenti illegittimi, il proprietario deve e può invece agire (solo) con la normale e ordinaria azione legale.

  3. e se è l’affittuario a disdettare le utenze …il contratto di locazione è ancora valido contratto? senza fare contratti gas e luce con nessun’altro ente …eni/edison /enel/acel ..ecc

  4. se un affittuario non ha mai pagato l’affitto, ha ricevuto ordine del giudice di lasciare l’immobile, non vuole andarsene senza ricevere un indennizzo, come posso procedere?

  5. La Giustizia Italiana non è giusta!! Non capisco perchè non esiste un modo immediato che alla scadenza del contratto un conduttore moroso non possa essere cacciato con la forza visto che il locale non è di sua proprietà!!! Invece il locatore dovrà agire per vie legale spendendo soldi su soldi per riottenere una sua Proprietà!!! Scusatemi ma lo trovo ridicolo!!! In qualunque altro stato … sarebbero stati cacciati … e ditemi che non è vero!!!!! In Svezia per affittare una casa ci vogliono le referenze … qui invece vogliono le referenze del proprietario!!! Scusatemi ma sono veramente triste .. devo spendere €3000 per riprendermi qualcosa che è mio e devo togliere questi soldi a mio figlio ….. !!!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI