Lavoro e Concorsi | Articoli

La ricerca del lavoro: come orientarsi sul web

22 Maggio 2019
La ricerca del lavoro: come orientarsi sul web

Al giorno d’oggi, la ricerca del lavoro avviene soprattutto online. Tra social network, motori di ricerca e siti di agenzie, è bene sapere fin da subito cosa aspettarsi e come muoversi.

Sei alla ricerca della tua prima occupazione? Hai da poco perso il lavoro e stai cercando un nuovo impiego? Il ruolo che ricopri attualmente non ti soddisfa e vorresti cambiare prospettive? Se ti rispecchi in almeno una di queste situazioni, allora preparati: la ricerca del lavoro può essere difficoltosa e richiedere molto tempo, ma per fortuna oggi abbiamo il web dalla nostra parte. Certo, anche i metodi di ricerca più tradizionali hanno ancora la loro efficacia. Per trovare lavoro potrai sempre rivolgerti a un centro pubblico per l’impiego o a un’agenzia interinale, esaminare gli annunci sui giornali, consegnare i tuoi curriculum di persona oppure affidarti al passaparola di amici e familiari. Tuttavia, è innegabile il ruolo fondamentale che al giorno d’oggi svolge il web, proponendo a chi sta cercando una nuova occupazione una sfilza infinita di possibilità.

Dai social network dedicati al mondo del lavoro ai motori di ricerca, passando per i siti di annunci e quelli ufficiali delle aziende, i quali offrono quasi sempre la possibilità di inviare la propria candidatura spontanea o di proporsi per una posizione lavorativa aperta. Insomma, districarsi in mezzo a questo mare di opportunità può non sembrare affatto semplice, soprattutto all’inizio. Dovrai avere molta pazienza e passare in rassegna tutte (o quasi) le opzioni che ti offre il mondo di internet; perciò se quello che ti assilla in questo momento è la ricerca del lavoro, ecco una breve guida su come orientarsi sul web.

Il primo passo nella ricerca del lavoro: il curriculum

Se stai cercando lavoro o lo hai già fatto in passato, allora saprai senz’altro che un curriculum vitae ben impostato è la prima cosa a cui dovrai prestare attenzione. Se già ne hai uno, aggiornalo, aggiungendo le tue ultime esperienze lavorative e controlla che ogni cosa sia al suo posto e ben scritta, senza errori grammaticali o ripetizioni inutili.

Se ancora non hai un curriculum allora affrettati a prepararne uno. Sul web esistono numerosi template che potrai liberamente scaricare e modificare, adeguando stili e contenuti alle tue necessità. In genere, quello più utilizzato è il curriculum vitae Europass, il quale ti consente di presentare le tue qualifiche e competenze in modo chiaro e ordinato all’interno di un documento standard condiviso in tutta Europa. Alcune aziende richiedono esplicitamente il formato Europass ai loro aspiranti candidati, ma non è detto che tu debba per forza, utilizzare questo tipo di impostazione per le tue application.

Nel mondo della comunicazione, per esempio, viene molto apprezzata la creatività. Se ambisci ad un ruolo appartenente a questo settore, puoi anche decidere di stravolgere i classici formati dando prova del tuo estro e utilizzando anche colori diversi dal solito bianco e nero.

Per quanto riguarda la foto, sei libero di scegliere se inserirne o meno una, ma talvolta viene richiesta obbligatoriamente insieme al cv. In questo caso, ricorda di inserire una fotografia che sia il più professionale possibile. Non mentire mai sulle tue precedenti esperienze lavorative, perché in sede di colloquio con molta probabilità ti sarà richiesto di parlarne e di certo non vorrai ritrovarti a balbettare cercando di improvvisare su una mansione che, in realtà, non hai mai svolto.

Inoltre, mentire sulle tue effettive competenze non è per niente un’ottima idea: meglio un curriculum con poche ma significative esperienze, che un curriculum gonfiato e poco veritiero, con cui rischi di fare una figuraccia alla prima occasione.

Infine, non dimenticare mai di inserire l’autorizzazione al trattamento dei dati personali. Una volta che il tuo curriculum vitae sarà pronto, potrai utilizzarlo per le tue application on-line. (Se hai perso il lavoro da poco, ti consiglio di leggere anche l’articolo su come e quando presentare la domanda di disoccupazione).

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione è un documento che in genere accompagna il curriculum vitae e all’interno del quale, rivolgendoti direttamente al recruiter o comunque all’ufficio di selezione del personale, descrivi le competenze acquisite durante le tue passate esperienze lavorative e le poni in relazione al ruolo per cui ti stai candidando. Si tratta di uno strumento che può rivelarsi molto utile, grazie al quale potrai dare prova della tua reale motivazione nello svolgere un determinato lavoro.

In generale, pur essendo sempre consigliabile allegare una lettera di presentazione al proprio cv, non è obbligatorio presentarne una. Tuttavia, in alcuni casi sono gli stessi recruiter a richiederla esplicitamente ai candidati, e anche sui vari social network dedicati al lavoro o sui siti di annunci ti viene data quasi sempre la possibilità di caricarne una.

Ricorda che ogni lettera di presentazione dovrà essere diversa a seconda del ruolo per cui ti stai candidando: cambiano i destinatari, l’esperienza richiesta, le competenze e le motivazioni, per cui sforzati di scrivere una lettera diversa per ogni tua application e di non utilizzare un documento pressoché identico a tutti gli altri. Dai motivazioni valide e cerca di convincere senza strafare.

Se non sai da dove cominciare per scrivere una lettera di presentazione, ti basterà fare una ricerca sul web per trovare centinaia di esempi a cui ispirarti.

La ricerca del lavoro sul web: LinkedIn 

Se stai cercando lavoro e vuoi sfruttare le potenzialità del web, allora non puoi fare a meno di creare un profilo su LinkedIn. Si tratta del più grande social network dedicato al mondo del lavoro, sul quale non soltanto potrai consultare le offerte di lavoro e candidarti facilmente, ma potrai anche creare collegamenti, espandere la tua rete di contatti professionali e fare in modo che il tuo profilo e i contenuti che pubblichi acquisiscano sempre maggiore visibilità.

Quando crei il tuo profilo su LinkedIn assicurati di scrivere una presentazione in cui descrivi brevemente chi sei, cosa hai fatto e di cosa ti occupi. È la prima cosa che gli altri leggeranno quando visualizzeranno il tuo profilo, quindi assicurati di scriverla in maniera accattivante e senza errori di grammatica. Alle tue esperienze lavorative, potrai aggiungere anche le certificazioni e le licenze che hai conseguito, nonché le competenze e le conoscenze che ritieni di possedere.

Nella sezione “Lavoro” potrai cercare le offerte in base alle tue esigenze e aggiungere anche i tuoi specifici interessi di carriera, grazie ai quali LinkedIn potrà consigliarti le posizioni attinenti al tuo profilo. Ovviamente, non limitarti alle offerte di lavoro suggerite dal social network, ma fai tu stesso delle ricerche, inserendo nell’apposita barra non solo il ruolo che ti interessa, ma anche la posizione geografica di tuo gradimento, in modo da ottenere risultati il più pertinenti possibile alle tue esigenze. Sarai avvisato ogni volta che un’azienda visualizzerà la tua candidatura, ma anche quando qualcuno visiterà il tuo profilo.

Inoltre, puoi creare anche degli avvisi, in modo da ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un annuncio di tuo interesse. Se, invece, vuoi restare sempre aggiornato sulle offerte di lavoro di un’azienda o di una società in particolare, ti basterà cercarla su LinkedIn e seguirla. In questo modo, non solo vedrai tutti i suoi post, ma riceverai anche una notifica non appena quell’azienda pubblicherà un annuncio di lavoro.

Cercare annunci di lavoro: i siti di recruitment

Sul web esistono moltissimi siti dedicati a chi cerca lavoro. Si chiamano siti di recruitment on-line e offrono agli utenti la possibilità di accedere a centinaia di offerte di lavoro o di ricevere degli avvisi quando viene pubblicata un’offerta attinente ai propri interessi. Vediamone qualcuno nel dettaglio.

  • InfoJobs: una volta registrato e compilato il tuo curriculum vitae direttamente sul sito, puoi candidarti alle numerosissime offerte di lavoro disponibili. Il vantaggio è che potrai seguire passo passo la tua candidatura. Nella sezione “Le mie candidature”, infatti, potrai verificare se il tuo curriculum è stato letto e se viene o meno ritenuto idoneo dai recruiter.
  • Adecco: si tratta di un’agenzia di selezione del personale, da cui potrai recarti anche fisicamente in molte città, la quale offre in aggiunta un servizio di e-recruitment. Anche in questo caso dovrai registrarti, creare un profilo e caricare il tuo curriculum, dopo di che potrai cercare le offerte di lavoro in base all’area professionale di tuo interesse, selezionare quelle che ritieni più adatte e candidarti. Se il tuo profilo viene considerato in linea con la ricerca, verrai contattato dai recruiter di Adecco;
  • Monster: è una società di recruitment on-line, dedicata all’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Stesso procedimento anche qui. Per accedere, dovrai creare il tuo account, caricare il tuo curriculum e, se vuoi, una lettera di presentazione, dopo di che potrai effettuare ricerche dettagliate, per esempio aggiungendo il tipo di contratto che ti interessa e la località. Su Monster, inoltre, puoi sempre consultare lo storico delle tue candidature e verificare se il tuo curriculum è stato ricevuto e letto;
  • Indeed: più che di un sito di recruitment, si tratta di un vero e proprio motore di ricerca dedicato alle offerte di lavoro. Ti basterà digitare nell’apposita barra il ruolo desiderato, ad esempio “Addetto al front-office”, o più semplicemente una parola chiave e indicare la località, e il sito ti proporrà tutte le offerte pertinenti. Potrai anche effettuare una ricerca avanzata, restringendo maggiormente il campo in base alle tue esigenze oppure impostare un “Job Alert” per ricevere via mail le offerte relative alle parole chiave da te indicate;
  • altri siti: se stai cercando lavoro, ci sono moltissimi altri siti web che puoi consultare. Per esempio Synergie, Manpower, Meritocracy, Randstad, GiGroupCornerjob e molti altri. Puoi anche consultare le sezioni dedicate al lavoro sui siti di annunci più generici, come Kijiji, Bakeca e Subito.

Per avere un’idea ancora più ampia, ti consiglio anche la lettura di questo articolo sui siti per cercare lavoro.

Consultare le offerte sui siti delle aziende

Le possibilità offerte dal web nella ricerca del lavoro sono molteplici e, talvolta, in mezzo alle decine di pagine dedicate all’e-recruitment ci si dimentica di consultare direttamente i siti delle aziende. Se ambisci a lavorare presso un’azienda, un’agenzia, una società o un’istituzione specifica, allora puoi consultare anche direttamente il suo sito web ufficiale.

Molto spesso, infatti, è presente una sezione dedicata alle carriere su cui potrai trovare tutte le posizioni aperte e verificare se il tuo profilo coincide con quello ricercato. Non di rado troverai la dicitura “Lavora con noi“: cliccandoci sopra, oltre a consultare le offerte disponibili in quel momento, potrai anche inviare la tua candidatura spontanea per le selezioni future.

Rimani aggiornato su bandi e concorsi

Se sei in cerca di lavoro e ti interesserebbe intraprendere una carriera nella pubblica amministrazione, puoi consultare on-line il sito della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana: qui potrai verificare se sono stati indetti concorsi pubblici per figure professionali a te affini e consultare i bandi. Su Concorsi.it,invece, oltre a consultare bandi e concorsi potrai anche fare una ricerca dettagliata e filtrare i risultati per regione, provincia o per figura professionale: un sistema molto comodo se vuoi conoscere le opportunità offerte nel tuo territorio o, più in generale, nel tuo settore lavorativo.

A questo link, costantemente aggiornato, puoi trovare informazioni preziose sui bandi di concorso e le procedure di reclutamento più rilevanti.

Gli annunci di lavoro sui quotidiani on-line

Se stai cercando lavoro e vuoi sfruttare a pieno le opportunità del web, allora non dimenticare di cosultare anche le offerte di lavoro sui quotidiani on-line. Sul sito de La Repubblica e il Corriere della Sera, per esempio, troverai una sezione dedicata proprio agli annunci di lavoro, che potrebbe tornarti molto utile.

E per cercare lavoro all’estero?

Il web è un nostro fidato alleato anche nella ricerca di un impiego al di fuori dei confini nazionali. Oggi sono molti, soprattutto tra i giovani, coloro che preferiscono cercare lavoro all’estero oppure fare uno stage di qualche mese fuori dall’Italia. Anche in questo caso, i siti di e-recruitment e i motori di ricerca possono dare una grande mano. Per saperne di più e per conoscere più nel dettaglio le opportunità che offre il web a chi cerca lavoro all’estero, ti consiglio la lettura di questo articolo sulle offerte di lavoro all’estero.

note

Autore immagine: 123rf com.


1 Commento

  1. I vostri articoli sulla ricerca del lavoro sono sempre utili. Anche quelli che riguardano i concorsi nei vari settori. Io ho scoperto dell’uscita di un concorso in tempo per fare domanda, prima della scadenza, proprio leggendo un vostro articolo. Grazie per le informazioni che ci fornite ogni giorno

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



// LLpT_336x280

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA