Diritto e Fisco | Articoli

Come scrivere una lettera di recesso da un abbonamento

27 Maggio 2019 | Autore:
Come scrivere una lettera di recesso da un abbonamento

Il modo in cui va data la disdetta del contratto di servizio a seconda del momento in cui lo si chiude. I facsimili delle varie alternative.

Hai deciso di cambiare compagnia telefonica o di modificare il contratto perché l’attuale abbonamento non ti serve più così com’è. Vuoi, per esempio, togliere il telefono fisso perché, ormai, non lo usi e le chiamate le ricevi solo sul cellulare. Oppure, devi tagliare un po’ di spese mensili e vuoi eliminare l’abbonamento alla pay-tv: tanto non puoi vedere le partite della tua squadra perché sono cambiati i diritti televisivi e ritieni che l’offerta del digitale terrestre in chiaro sia sufficiente per i tuoi momenti di svago. Non è complicato dire addio a queste cose purché tu sappia come scrivere una lettera di recesso da un abbonamento.

Il modo di comunicare una disdetta cambia a seconda di quando la si fa. Le possibilità contemplate dalla legge sono tre:

  • il recesso per diritto di ripensamento entro 14 giorni;
  • la disdetta immediata oltre i 14 giorni;
  • la disdetta alla scadenza naturale dell’abbonamento.

In ciascuno di questi casi, come vedremo più avanti, va inviata una lettera di recesso diversa. Ad ogni modo, il decreto Bersani [1] e l’ulteriore normativa in materia [2] hanno semplificato molto le cose a tutela del consumatore ed ha posto dei paletti in modo che le compagnie o le aziende con cui si ha l’abbonamento non speculino sui costi del recesso anticipato.

Da parte tua, però, dovrai impegnarti a rispettare, quando previsto, il tempo di preavviso e di restituire – quando dovuto – le apparecchiature che ti sono state consegnate per usufruire del servizio.

Ti proponiamo di seguito alcuni modelli affinché tu possa vedere come scrivere una lettera di recesso da un abbonamento in modo semplice. Ma ti spieghiamo anche come ed entro quando devi inviarle e che cosa fare per non incorrere in qualche penale.

Recesso da abbonamento: cosa dice la legge?

La normativa sulle disdette degli abbonamenti ed il decreto Bersani, come dicevamo, hanno semplificato al massimo la procedura per il recesso da un contratto di abbonamento ed hanno stabilito alcuni vincoli per entrambe le parti.

Ad esempio, hai il diritto di conoscere sin dal primo momento il costo del recesso anticipato. Un costo che deve essere reale e commisurato a quanto disposto dal contratto, ma anche – soprattutto, verrebbe da dire, perché non si sa mai – verificato dall’Autorità garante per le telecomunicazioni, cioè l’AgCom.

Altro elemento importante è quello che riguarda le promozioni: non possono durare più di 24 mesi. Inoltre, la legge ti consente di inviare la lettera di recesso da un abbonamento anche via posta elettronica certificata, cioè via Pec. Significa che potrai risparmiarti il costo della raccomandata con ricevuta di ritorno.

Recesso da abbonamento entro 14 giorni

Quando fai un abbonamento ad un servizio e sottoscrivi il contratto di fornitura a distanza o fuori da un locale commerciale, la legge ti concede un periodo a disposizione per ripensarci e per poter annullare il tutto senza alcuna spesa. È il caso di chi accetta l’offerta proposta da un call center o di chi chiama il famoso «numero in sovraimpressione» per acquistare l’abbonamento alla pay-tv, ad una compagnia telefonica o ad un prodotto editoriale. Il diritto di recesso, comunque, vale anche per chi acquista un prodotto o un servizio in un punto vendita.

Questo periodo è di 14 giorni dalla data in cui il contratto per avere il servizio è stato concluso oppure dal giorno successivo a quello in cui ricevi il prodotto in caso di vendita.

Ma perché potresti trovarti nella situazione di ricorrere al recesso entro 14 giorni? Ammesso e non concesso che il motivo interessa solo a te e non a chi ti ha offerto l’abbonamento, può succedere perché:

  • non hai valutato bene il contenuto offerto dall’abbonamento e ti rendi conto che non ti serve oppure non era quello che ti aspettavi;
  • ti accorgi che le condizioni dell’abbonamento non sono effettivamente quelle che ti erano state promesse al momento dell’offerta;
  • il servizio che devi ricevere in abbonamento è scarso sin dal primo giorno (ad esempio, il segnale di Internet cade spesso o è troppo lento, la pay-tv ha dei problemi di ricezione, ecc.).

Come scrivere la lettera di recesso da un abbonamento entro 14 giorni?

Dovrai sicuramente riportare:

  • i tuoi dati anagrafici (nome e cognome);
  • il tuo codice fiscale;
  • il tuo indirizzo;
  • i tuoi recapiti (telefono, indirizzo e-mail);
  • il codice dell’abbonamento che hai sottoscritto.

Fatto questo, devi indicare la tua richiesta di esercitare il diritto di recesso, premettendo il fatto che non sono ancora decorsi i 14 giorni dall’attivazione del servizio per contratto concluso a distanza o fuori dai locali commerciali.

Infine, data e firma.

La lettera deve essere inviata via Pec oppure tramite raccomandata a/r. Sarà la ricevuta di ritorno della raccomandata a fare fede del fatto che la lettera è stata ricevuta.

Recesso da abbonamento per disdetta immediata

Se, invece, sono trascorsi più di 14 giorni dalla conclusione del contratto e dall’attivazione del servizio e vuoi, comunque, scrivere una lettera di recesso da un abbonamento, la legge ti permette di farlo attraverso la disdetta immediata.

Immagina di voler chiudere l’abbonamento alla pay-tv perché l’offerta non ti soddisfa più oppure di togliere il telefono fisso perché non lo utilizzi come una volta e ti conviene puntare su una buona tariffa mobile. In casi come questi, non devi attendere per forza la normale scadenza del contratto ma puoi fare un recesso anticipato purché siano trascorsi 30 giorni dalla data dell’attivazione o della ricezione del prodotto.

Mentre per il recesso entro 14 giorni non hai alcun costo, per la disdetta immediata ci potrebbero essere delle spese per chiudere anticipatamente il servizio. Ti conviene, quindi, controllare i dettagli della promozione che ti è stata proposta e, se hai qualche dubbio, contattare la compagnia o l’azienda con cui hai fatto l’abbonamento. Potrai anche sapere in questo modo come ed entro quando devi restituire l’apparecchiatura che ti è stata fornita per usufruire dell’abbonamento (ad esempio un decoder o un router).

Facciamo un esempio. Nel tempo trascorso da quando ti è stato attivato il servizio, hai avuto 100 euro di sconti che prevedevano anche l’installazione dei dispositivi e l’attivazione del servizio. Inoltre, ti sono stati riconosciuti altri 100 euro di risparmio nelle bollette rispetto a quanto avresti dovuto pagare se non avessi aderito ad una certa promozione. In questo caso, ti toccherebbe restituire all’azienda 200 euro, ai quali si potrebbero aggiungere eventuali costi per recuperare l’attrezzatura che hai avuto in comodato dall’azienda.

Come scrivere la lettera di recesso da un abbonamento con disdetta anticipata?

Anche qui, dovrai riportare:

  • i tuoi dati anagrafici (nome e cognome);
  • il tuo codice fiscale;
  • il tuo indirizzo;
  • i tuoi recapiti (telefono, indirizzo e-mail);
  • il codice dell’abbonamento che hai sottoscritto.

Di seguito, devi fare la richiesta di recedere dal contratto in via anticipata rispetto alla scadenza naturale. In fondo all’articolo ti forniamo un facsimile, ma alcune aziende potrebbero fornirti un modulo in cui inserire i tuoi dati a tale scopo.

Ovviamente, il tutto si chiude con data e firma.

Le modalità di invio sono sempre le stesse: Pec o raccomandata a/r.

Recesso da abbonamento per disdetta a scadenza

Immagina di dover lasciare la tua casa perché, per motivi di lavoro, devi spostarti in un’altra città. Oppure perché vai a convivere con il fidanzato o con la fidanzata a casa sua. Non vuoi, però, lasciare il tuo abbonamento alla pay-tv o al telefono all’inquilino che arriverà dopo di te. Inoltre, nella casa dove andrai ad abitare c’è già Sky o Netflix e, quindi, quello che ti interessa è proprio chiudere il contratto.

Tuttavia, la scadenza coinciderà più o meno con il momento in cui dovrai lasciare la casa. A questo punto, puoi scrivere una lettera di recesso dall’abbonamento per disdetta a scadenza.

Qui subentra il preavviso. Dovrai comunicare le tue intenzioni al gestore almeno 30 giorni prima rispetto alla data in cui termina il contratto. Ricordati di farlo, altrimenti l’azienda potrà rinnovarlo per un altro anno.

I dati da riportare nella lettera sono sempre gli stessi. Poi dovrai scrivere la tua richiesta dicendo di non essere più interessato al rinnovo per ulteriori 12 mesi e di dare la disdetta alla scadenza naturale. Precisa, comunque, che ne stai dando comunicazione rispettando il preavviso di almeno 30 giorni.

Infine, come al solito, data e firma. E spedizione via raccomandata a/r oppure via Pec.


LETTERA DI RECESSO DA ABBONAMENTO ENTRO 14 GG

SPETT. ______________________________

_____________________________

_____________________________

Io sottoscritto,

Nome ____________________________________ Cognome ______________________________

nato a_______________________________________ prov. _____   il________________________

residente in ____________________________________________via________________________ n______, tel_______________________________ cell____________________________________

E-mail__________________________________ PEC______________________________________

codice fiscale __|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|

codice dell’abbonamento___________________________________________________________;

PREMESSO

che non sono ancora decorsi quattordici giorni dall’attivazione del servizio per il contratto concluso a distanza o fuori dai locali commerciali

COMUNICO

di voler recedere dal contratto.

_______________________lì____________________

Firma

________________________________

LETTERA DI RECESSO DA ABBONAMENTO PER DISDETTA IMMEDIATA

SPETT. ______________________________

_____________________________

_____________________________

Io sottoscritto,

Nome ____________________________________ Cognome ______________________________

nato a_______________________________________ prov. _____   il________________________

residente in ____________________________________________via________________________ n______, tel_______________________________ cell____________________________________

E-mail__________________________________ PEC______________________________________

codice fiscale __|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|

codice dell’abbonamento___________________________________________________________;

COMUNICO

di voler recedere dal contratto in via anticipata rispetto alla scadenza naturale.

_______________________lì____________________

Firma

________________________________

LETTERA DI RECESSO DA ABBONAMENTO PER DISDETTA A SCADENZA

SPETT. ______________________________

_____________________________

_____________________________

Io sottoscritto,

Nome ____________________________________ Cognome ______________________________

nato a_______________________________________ prov. _____   il________________________

residente in ____________________________________________via________________________ n______, tel_______________________________ cell____________________________________

E-mail__________________________________ PEC______________________________________

codice fiscale __|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|

codice dell’abbonamento___________________________________________________________;

COMUNICO

con un preavviso di almeno 30 gg di non essere interessato al rinnovo del contratto per ulteriori 12 mesi e di dare disdetta alla scadenza naturale.

_______________________lì____________________

Firma

________________________________

note

[1] Legge n. 40/2017.

[2] Legge n. 124/2017 del 04.08.2017.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube