Tech | Articoli

WhatsApp: ora anche gli sconosciuti potranno mandare messaggi

1 Giugno 2019
WhatsApp: ora anche gli sconosciuti potranno mandare messaggi

> Tech Pubblicato il 1 Giugno 2019



La fusione tra il social network e l’app porterà alla scomparsa di Messanger e alla compressione della nostra privacy.

Rivoluzione su WhatsApp in arrivo. Questa volta però non si tratta solo del colore delle spunte o di un nuovo metodo per inviare i messaggi vocali. Una radicale trasformazione dell’app più nota al mondo sta per cambiare l’approccio degli utenti alla chat. In pratica, ora anche gli sconosciuti potranno mandare messaggi. Ma come sarà possibile? In che modo gli estranei potranno invadere la nostra vita privata e fino a dove potranno molestarci?

La notizia è stata diffusa proprio nel corso dell’evento annuale Facebook F8, per come riportato dal giornale TecnoAndroid. Nel corso della convention organizzata dal social network blu per rivelare alla stampa le novità aziendali, si è parlato anche di Whatsapp. Ed è proprio questo capitolo che ha sollevato la delusione degli ascoltatori. 

In buona sostanza, dai vertici di Palo Alto fanno sapere che WhatsApp sarà integrato con Facebook. Ci sarà una fusione tra i due strumenti, così come probabilmente Zuckerberg aveva già in mente quando comprò l’app di messaggistica alla “modica” cifra di 19 miliardi di dollari: la più grande acquisizione nella storia di Facebook.

Della fusione tra il social e l’app se ne parlava già dal 2014 ma solo ora sembra che si sia trovata la strada di una integrale fusione. Questo renderà possibile comunicare via WhatsApp con utenti di cui non si possiede il numero di telefono, solo per il fatto di averli tra i propri contatti di Facebook. Quindi basterà accettare un’amicizia da una persona sconosciuta per ricevere anche messaggi sul telefonino. Un po’ come già succede oggi con Messanger che, a questo punto, potrebbe chiudere a breve. 

Dunque per far partire una chat con una persona che si vuole corteggiare, molestare, contattare per qualsiasi altra ragione basterà chiedergli l’amicizia e, ovviamente, ottenere l’accettazione.

Questa scelta ha inevitabilmente innescato una serie di polemiche da parte dei fruitori della chat che, in questo modo, potrebbero vedere lesa la propria privacy. Peraltro WhatsApp si è da poco ripresa dal grosso polverone generato dall’ammissione di una falla che avrebbe consentito agli hacker di rubare milioni di dati e foto profilo. Leggi WhatsApp: i criminali rubano l’immagine profilo.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA