L’esperto | Articoli

Ricettazione: ultime sentenze

15 Luglio 2021
Ricettazione: ultime sentenze

Prova dell’elemento soggettivo; ricettazione di un assegno, di un ciclomotore; circostanze attenuanti generiche; accertamento giudiziale del reato.

Non fornire un’attendibile indicazione della provenienza della cosa ricevuta è un indice sintomatico del reato di ricettazione.

Ricettazione: l’aggravante dalla recidiva

In tema di ricettazione aggravata dalla recidiva specifica e infraquinquiennale, l’aggravante ad effetto speciale incide sia sul computo del termine base sia sull’entità della proroga del termine in presenza di atti interruttivi.

Cassazione penale sez. II, 19/05/2021, n.25131

Reato di ricettazione: responsabilità

Integra il reato di ricettazione la condotta di chi consapevole della provenienza illecita di un assegno tenti di incassarlo tentando di far versale le somme su di un proprio conto, mentre non può ritenersi responsabile della contraffazione dell’assegno (mediante falsità o qualsiasi delitto presupposto) quando non vi siano prove univoche in ordine a tale responsabilità dell’imputato.

Tribunale Napoli sez. V, 23/04/2021, n.3698

Ricettazione: elementi a sostegno della sussistenza del dolo

In materia di ricettazione il dolo della condotta criminosa può essere desunto dall’assenza di indicazioni da parte dell’imputato in ordine alle modalità ed alle circostanze di tempo e luogo nelle quali è entrato in possesso dei beni.

Tribunale Nola, 22/04/2021, n.526

Ricettazione aggravata dalla truffa

Integra il reato di ricettazione aggravata dalla truffa, la condotta di chi mediante artifici e raggiri convinca la vittima ad accettare come pagamento un assegno che l’agente sa essere falso, in sostituzione del denaro contante che la p.o. richiedeva inizialmente.

Tribunale Cassino, 16/04/2021, n.109

Consapevolezza della provenienza illecita del bene ricevuto

Ai fini della configurabilità del delitto di ricettazione, è necessaria la consapevolezza della provenienza illecita del bene ricevuto, senza che sia indispensabile che tale consapevolezza si estenda alla precisa e completa conoscenza delle circostanze di tempo, di modo e di luogo del reato presupposto, potendo anche essere desunta da prove indirette, allorché siano tali da generare in qualsiasi persona di media levatura intellettuale, e secondo la comune esperienza, la certezza della provenienza illecita di quanto ricevuto.

Tribunale Taranto sez. I, 14/04/2021, n.735

Ricettazione: configurabilità del reato

Ai fini della configurabilità del reato di ricettazione, la prova dell’elemento soggettivo può essere raggiunta anche sulla base dell’omessa o non attendibile indicazione della provenienza della cosa ricevuta, la quale è sicuramente rivelatrice della volontà di occultamento, logicamente spiegabile con un acquisto in mala fede; in tal modo, non si richiede all’imputato di provare la provenienza del possesso delle cose, ma soltanto di fornire una attendibile spiegazione dell’origine del possesso delle cose medesime, assolvendo non ad onere probatorio, bensì ad un onere di allegazione di elementi, che potrebbero costituire l’indicazione di un tema di prova per le parti e per i poteri officiosi del giudice, e che comunque possano essere valutati da parte del giudice di merito secondo i comuni principi del libero convincimento (fattispecie relativa al tentativo di incasso di biglietti gratta e vinci rubati; significativa la circostanza che l’imputato avesse chiesto di non inserire le proprie generalità nel sistema telematico per il controllo del tagliando).

Cassazione penale sez. II, 10/01/2019, n.7302

Ricezione di assegno denunciato smarrito: è ipotesi attenuata di ricettazione?

Integra l’ipotesi attenuata della ricettazione la ricezione di un assegno denunciato smarrito dell’importo di euro 750,00.

Tribunale Benevento, 18/12/2018, n.1589

Ciclomotore di provenienza furtiva

Non risponde del reato di ricettazione di un ciclomotore di provenienza furtiva il trasportato se non si dimostri che abbia la materiale disponibilità dello stesso. (Nel caso di specie il fatto che il trasportato si voltasse indietro per monitorare l’inseguimento degli agenti operanti non può costituire prova del concorso nel reato di ricettazione in considerazione della natura istantanea del reato).

Tribunale Napoli, 28/11/2018, n.13413

Attenuanti generiche

Non è possibile concedere le circostanze attenuanti generiche se la condotta di reato dimostri una particolare spregiudicatezza e se il soggetto non sia incensurato. (Nel caso di specie, si trattava della ricettazione di un assegno sottratto al servizio postale dove veniva modificato l’importo dello stesso e il beneficiario).

Tribunale Napoli sez. I, 27/11/2018, n.59

Ricettazione: è necessario l’accertamento giudiziale del reato presupposto?

In tema di ricettazione non è necessario d’accertamento giudiziale del reato presupposto né l’individuazione del responsabile poiché è sufficiente che risulti positivamente al giudice. (Nel caso di specie, era stato appurato che l’assegno possesso dell’imputato era stato oggetto di denuncia di furto come riferito da un testimone).

Tribunale Benevento, 20/11/2018, n.1262

Rimborso delle spese legali al dipendente assolto

In materia di pubblico impiego privatizzato, l’amministrazione è tenuta al rimborso delle spese legali sostenute dal dipendente assolto in esito ad un processo penale solo quando i fatti oggetto dell’imputazione siano connessi con l’espletamento del servizio o con l’assolvimento degli obblighi istituzionali, non quando il rapporto di lavoro abbia costituito una mera occasione per la commissione dei fatti a lui imputati.

(Nella specie, è stata respinta la domanda di un funzionario addetto all’ufficio passaporti di una questura, imputato e poi assolto dai reati di peculato e ricettazione di valori bollati)

Cassazione civile sez. lav., 08/11/2018, n.28597

Mancata o inattendibile giustificazione del possesso dell’oggetto proveniente da delitto

In tema di ricettazione la mancata o inattendibile giustificazione del possesso dell’oggetto proveniente da delitto prova la consapevolezza del reo. (Nel caso di specie, l’imputato aveva dichiarato di aver avuto la necessità di sostituire il motore del veicolo e si rivolse a un meccanico non conosciuto il quale si occupò della sostituzione dello stesso senza indicare il nome del soggetto a cui si era rivolto).

Tribunale Napoli sez. I, 06/11/2018

Ricettazione di un assegno: può considerarsi di lieve entità?

La ricettazione di un assegno non può considerarsi di lieve entità atteso l’oggetto che circola per la fiducia accordata al mezzo di trasferimento di danaro. (Nel caso di specie imprenditore dell’assegno aveva dichiarato di averlo ricevuto dall’imputato avendogli chiesto un aiuto economico).

Tribunale Napoli sez. I, 02/11/2018, n.12108

Falsa denuncia di smarrimento dei documenti di un’autovettura

Integra il reato di ricettazione, il rappresentante di una società che presentando una falsa denuncia di smarrimento dei documenti di un’autovettura ed allegandola alla richiesta di cancellazione dei registri del PRA realizzi l’esportazione della stessa che era oggetto di appropriazione indebita di altra società

Tribunale S.Maria Capua V. sez. III, 31/10/2018, n.5329

Ipotesi lieve di ricettazione

È integrata l’ipotesi lieve del reato di ricettazione nel caso in cui il fatto sia lieve per l’importo del titolo ricettato e per la collocazione della vicenda in ambito familiare. (Nel caso di specie, l’imputato aveva consegnato l’assegno di Euro 1700, di provenienza furtiva, allo zio della moglie per estinguere una parte di un vecchio debito).

Tribunale Napoli sez. I, 26/10/2018, n.10286



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Per ricettazione di lieve intetità (pena fino a 6 anni) si intende che la pena parta sempre e comunque dai minimi 2 anni? O può essere anche meno? Grazie!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube