Diritto e Fisco | Articoli

Profilo falso su internet: è un grave reato (sostituzione di persona)

30 Aprile 2013 | Autore:
Profilo falso su internet: è un grave reato (sostituzione di persona)

Nonostante il vuoto normativo, si può parlare di “sostituzione di persona” chi crea una identità falsa su internet anche solo con un nickname, riconducibile a un’altra persona, all’ignaro di ciò.

Sebbene non esista ancora una esplicita norma nel nostro ordinamento (per niente al passo coi tempi) che sanziona la creazione di un profilo falso su una chat o un social network, secondo la Cassazione [1] chi pone in essere tale condotta risponde comunque del reato di sostituzione di persona [2]. Si tratta peraltro di un reato assai grave, sanzionato con la reclusione fino a un anno.

A detta della Suprema Corte, tale reato ricorre non solo quando si “rubi” il nome di battesimo di un altro soggetto, ma anche quando si utilizzi un semplice nickname (soprannome) riconducibile inequivocabilmente a una persona fisica esistente.

Nel caso di specie, una donna si era iscritta a una chat erotica usando, come nick, le iniziali della propria ex datrice di lavoro – con cui aveva una causa in corso – e pubblicando il numero di cellulare di quest’ultima al solo fine di danneggiarne l’immagine.

È vero, dice la Cassazione, che il nickname è solo una identità virtuale usata nello spazio telematico, ma non per questo è priva di una sua valenza concreta, perché proprio attraverso i nick gli utenti di internet si riconoscono e comunicano. Dunque, anche un profilo falso che utilizzi il nickname di un soggetto esistente costituisce il reato di “sostituzione di persona”.


note

[1] Cass. sent. n. 18826/2013 del 29.04.13.

[2] Art. 494 cod. pen.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube