Diritto e Fisco | Articoli

Quando è reato adottare un cane smarrito per strada

30 Aprile 2013 | Autore:
Quando è reato adottare un cane smarrito per strada

Non sempre l’appropriazione di un cane smarrito costituisce reato: ecco i chiarimenti della Cassazione.

Chi raccoglie un cane dalla strada (o qualsiasi altro animale mansuefatto) non commette reato di appropriazione indebita se esso non viene reclamato, dal legittimo proprietario, entro venti giorni da quando è stato scoperto [1]. Esiste, infatti, una norma che legittima il ritrovatore a impossessarsi degli animali non reclamati dal proprietario [2].

Secondo la Cassazione affinché l’appropriazione di un cane smarrito costituisca reato è necessario che:

– il cane sia stato trovato per caso fortuito [3];

– il cane abbia segni di riconoscimento (collare, microchip, targhetta) che consentano di risalire al proprietario e nonostante ciò il ritrovatore non lo abbia restituito [4];

– il cane sia stato rivendicato dal proprietario entro venti giorni dalla scoperta del luogo in cui si trova. Se il cane non è rivendicato entro questi termini, esso appartiene a chi se ne è impossessato.


Chi trova un cane per strada farebbe bene a controllare, prima di tenerlo per sé, se questo sia di qualcun altro, rivolgendosi in caso di dubbi, all’anagrafe canina regionale. In questo modo ci si può salvare da una querela del proprietario particolarmente affezionato.

note

[1] Cass. sent. n. 18749 del 29.04.2013.

[2] Art. 925 cod. civ. Secondo i giudici, in caso di appropriazione di animali, questa norma civilistica deve essere coordinata con la norma penale che disciplina il reato di appropriazione indebita (art. 647 cod. pen.).

[3] Se l’appropriazione avviene con dolo si ha reato di furto.

[4] Cass. sent. n. 11700 del 28.03.2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube