Food | Articoli

Come cucinare i ceci

29 Giugno 2019 | Autore: Angelica Mocco
Come cucinare i ceci

> Food Pubblicato il 29 Giugno 2019



I ceci sono legumi gustosi e nutrienti, ottimi da portare in tavola in ogni periodo dell’anno, come zuppa, minestra o piatto unico. Scopri quattro ricette per cucinare i ceci in modo semplice e genuino.

I ceci sono un alimento ricco di proteine vegetali, carboidrati e fibre, appartenente alla famiglia delle Leguminose. Tra le innumerevoli varietà di legumi secchi disponibili sul mercato, i ceci sono particolarmente apprezzati per la loro versatilità e il loro sapore delicato. Durante l’inverno sono protagonisti di zuppe, minestre e vellutate calde, che nella bella stagione lasciano spazio alle sfiziose insalate fredde, preparate con ceci lessati e verdure di stagione.

Nutrienti, economici e disponibili in ogni periodo dell’anno: i ceci hanno rappresentato fino a pochi decenni fa un’importante fonte di sostentamento per le famiglie contadine, e ancora oggi sono parte integrante della dieta mediterranea. Come cucinare i ceci? Esistono innumerevoli ricette che consentono di portare in tavola autentici comfort food, come la zuppa di ceci e costine di maiale, la minestra di ceci al finocchietto selvatico e la vellutata con patate e zafferano. Prosegui la lettura di questo articolo per trovare l’ispirazione e imparare alcuni accorgimenti per rendere i ceci più teneri e facilmente digeribili.

Etichettatura dei ceci

A differenza dei piselli, delle fave e dei fagioli, i ceci non possono essere consumati freschi, ma necessitano di un periodo di essiccazione di alcune settimane. I ceci secchi, reperibili in commercio sia sfusi che preimballati, devono essere messi in ammollo per almeno 12 ore prima di essere cotti in abbondante acqua fredda per 60-90 minuti. In alternativa, è possibile optare per i ceci in scatola precotti, che in piccole quantità (40 g circa) e ben sciacquati possono essere consumati anche da chi segue una dieta low fodmap, in quanto gli oligosaccaridi, responsabili dei fastidiosi processi fermentativi, vengono rilasciati nel liquido di conservazione.

Ceci secchi

Le informazioni che obbligatoriamente devono essere presenti nell’etichetta dei ceci secchi sono le seguenti [1]:

  • la denominazione dell’alimento;
  • la quantità netta;
  • il termine minimo di conservazione;
  • la modalità di conservazione e di utilizzo;
  • la ragione sociale e l’indirizzo dell’azienda produttrice.

Se i ceci sono venduti sfusi e incartati al momento dell’acquisto, è sufficiente indicare la denominazione dell’alimento in un cartello applicato al recipiente contenente i legumi [2]. Molti produttori includono in etichetta anche la tabella nutrizionale e segnalano la possibile contaminazione con allergeni lavorati nello stesso stabilimento, benché tali informazioni non siano obbligatorie per i prodotti non trasformati e che comprendono una sola categoria di alimento [3].

Ceci precotti

I ceci precotti sono a tutti gli effetti un prodotto trasformato, proposto in confezioni in latta, vetro o Tetra Pak. I legumi sono immersi in una soluzione di acqua e sale, ma non è esclusa la presenza di altri ingredienti e allergeni, ragion per cui è fondamentale leggere l’etichetta.

Nell’etichetta dei ceci precotti devono essere indicate le seguenti informazioni:

  • la denominazione dell’alimento;
  • il peso netto e il peso sgocciolato [4];
  • il termine minimo di conservazione;
  • la modalità di conservazione e di utilizzo;
  • la ragione sociale e l’indirizzo dell’azienda produttrice;
  • la dichiarazione nutrizionale;
  • l’elenco degli ingredienti;
  • eventuali allergeni evidenziati con un carattere speciale.

Come preparare la minestra di ceci e pasta

La minestra di ceci e pasta è una ricetta tradizionale che si prepara aggiungendo in cottura abbondante finocchietto selvatico e polpa di pomodoro. È un primo piatto nutriente e aromatico, adatto anche a chi segue un’alimentazione vegana.

Ingredienti

Per preparare la minestra di ceci e pasta per 4 persone sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 300 g di ceci secchi;
  • 150 g di pasta corta;
  • 200 g di finocchietto selvatico;
  • 200 g di polpa di pomodoro;
  • 1 cipolla dorata;
  • 1 carota;
  • 1 costa di sedano;
  • 1 ciuffo di prezzemolo;
  • un pezzetto di alga kombu;
  • alcune foglie di alloro;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Lava i ceci secchi e ponili in ammollo per almeno 12 ore. Al termine, scolali e riponili all’interno di una pentola capiente, coprili con abbondante acqua fredda e cuocili a fuoco lento per 45 minuti circa. Per migliorare la digeribilità dei legumi, è consigliabile utilizzare un pezzetto di alga kombu e alcune foglie di alloro, mentre è preferibile non aggiungere sale, se non a fine cottura, per evitare di indurire la buccia.

Prosegui tritando finemente la carota, la cipolla, il sedano, il prezzemolo e il finocchietto selvatico. Versa un filo d’olio extravergine d’oliva sul fondo di un’ampia pentola in terracotta e rosola il soffritto per alcuni minuti a fuoco medio. Unisci i ceci cotti, la polpa di pomodoro e una parte dell’acqua di cottura.

Insaporisci a piacere con sale e pepe, copri con un coperchio e prosegui la cottura per altri 30 minuti. A ultimo, aggiungi la pasta corta e cuocila per il tempo indicato sulla confezione. Servi la minestra di ceci e pasta ben calda.

Come preparare la zuppa di ceci e costine

La zuppa di ceci e costine è un piatto tipico della cucina sarda, di cui esistono innumerevoli varianti. La ricetta che ti propongo prevede la preparazione di un soffritto con olio extravergine d’oliva (in alternativa al lardo), cipolla e sedano, con l’aggiunta di bietole fresche, che potresti sostituire con mezza verza o un mazzo di cavolo nero.

Ingredienti

Ecco quali ingredienti occorrono per preparare la zuppa di ceci e costine per 4 persone:

  • 300 g di ceci secchi;
  • 300 g di costine di maiale;
  • 500 g di bietole;
  • 1 cipolla;
  • 1 gambo di sedano;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • un pezzetto di alga kombu;
  • alcune foglie di alloro;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Metti in ammollo i ceci secchi, dopo averli lavati accuratamente sotto l’acqua corrente. Trascorse 12 ore, trasferiscili all’interno di una pentola e lessali in acqua non salata per 45 minuti, aggiungendo alcune foglie di alloro e un pezzetto di alga kombu.

Prepara il soffritto all’interno di un tegame con 50 g di olio extravergine d’oliva e il trito di sedano, carota e aglio. Lava le costine di maiale, uniscile al soffritto e lasciale rosolare per 5 minuti, poi aggiungi i ceci cotti precedentemente e le bietole tagliate grossolanamente.

Copri con alcuni mestoli dell’acqua di cottura dei ceci, copri con un coperchio e prosegui la cottura per 40 minuti circa. La zuppa è pronta non appena la carne delle costine si stacca dall’osso e i ceci risultano ben cotti.

Come preparare la vellutata di ceci e patate

La vellutata di ceci e patate al profumo di zafferano è un primo piatto elegante e delicato, ideale da servire con alcuni crostini o del pane casereccio abbrustolito.

Ingredienti

Per preparare la vellutata di ceci e patate occorrono i seguenti ingredienti:

  • 350 g di ceci secchi;
  • 400 g di patate;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 2 cipolle dorate;
  • un pezzetto di alga kombu;
  • alcune foglie di alloro;
  • 4 fette di pane casereccio;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Sciacqua i ceci sotto l’acqua corrente e mettili in ammollo per almeno 12 ore. Dopo averli scolati, trasferiscili all’interno di una pentola capiente e coprili con acqua fredda. Aggiungi alcune foglie di alloro, un rametto di rosmarino e un pezzetto di alga kombu, copri con un coperchio e avvia la cottura a fuoco lento per 45 minuti circa.

Trascorso il tempo indicato, prepara il soffritto di cipolla e unisci le patate tagliate a cubetti. Lasciale insaporire alcuni minuti a fuoco vivace, dopodiché aggiungi i ceci e una parte del brodo di cottura. Unisci una bustina di zafferano, un pizzico di sale e pepe nero macinato a piacere.

Lascia cuocere la zuppa per 30 minuti fin quando sia le patate che i ceci non risultano morbidi e cremosi. A questo punto, non resta che frullare il tutto con un passaverdure, in modo tale da eliminare la buccia dei legumi e rendere la vellutata perfettamente liscia. Servila calda o tiepida, accompagnandola con una fetta di pane casereccio.

Come preparare l’insalata di ceci e verdure

L’insalata di ceci e verdure è un’alternativa sfiziosa alle insalate di riso e di pasta fredda, per pranzi pratici e veloci da gustare anche fuori casa. Puoi prepararne di ogni tipo, utilizzando gli ingredienti che preferisci e aggiungendo eventualmente anche dei cereali in chicco lessati. La ricetta che segue è una ratatouille di zucchine, peperoni, melanzane e pomodorini, arricchita con ingredienti tipicamente mediterranei che insieme ai ceci creano un abbinamento squisito. Se non hai tempo per lessare i ceci secchi, puoi utilizzare quelli in scatola (ne occorrono 500 g circa).

Ingredienti

I seguenti ingredienti sono necessari per preparare 4 porzioni di insalata di ceci e verdure:

  • 200 g di ceci secchi;
  • 200 g di pomodorini ciliegini;
  • 50 g di olive nere denocciolate;
  • 20 g di capperi;
  • 2 zucchine;
  • 1 peperone rosso;
  • 1 peperone giallo;
  • 2 melanzane;
  • 1 cipolla;
  • q.b. foglie di basilico fresco;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Metti in ammollo i ceci per 12 ore e cuocili in abbondante acqua fredda per un’ora e mezza circa. In alternativa, utilizza i ceci in scatola, dopo averli scolati e sciacquati. Mentre attendi che si raffreddino, dedicati alla preparazione delle verdure, lavandole accuratamente sotto l’acqua corrente.

Per quanto riguarda le melanzane, è consigliabile spurgarle prima della cottura, per eliminare l’acqua amara di vegetazione: tagliale a fette, cospargile di sale fino e lasciale riposare all’interno di uno scolapasta per circa 30 minuti. Al termine, rimuovi il sale in eccesso e tagliale a cubetti.

Se desideri spellare i peperoni prima della cottura, abbrustoliscili su una griglia e lasciali “sudare” all’interno di una ciotola coperta con uno strato di pellicola per alimenti. Una volta freddi, potrai rimuovere la pelle con facilità e tagliarli a listarelle.

Soffriggi una cipolla tritata finemente con olio extravergine d’oliva, aggiungi le melanzane, i peperoni e le zucchine tagliate a cubetti. Insaporisci con un pizzico di sale e copri con un coperchio. Cuoci le verdure per circa 20 minuti, possibilmente senza aggiungere acqua, poi trasferiscile all’interno di un’insalatiera e lasciale raffreddare.

Unisci alle verdure i pomodorini ciliegini tagliati a spicchi e i ceci lessati. Aggiungi le olive nere denocciolate e tagliate a rondelle, mescola il tutto e guarnisci con alcune foglie di basilico fresco.


Di Angelica Mocco

note

[1] Art. 9 del Regolamento (UE) N. 1169/2011.

[2] Art. 19 D.Lgs. 231/2017.

[3] Allegato V del Regolamento (UE) N. 1169/2011.

[4] Allegato IX par. 5 del Regolamento (UE) N. 1169/2011.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA