Diritto e Fisco | Articoli

Parte il risparmiometro: arriva il prelievo sui conti correnti

11 Giugno 2019
Parte il risparmiometro: arriva il prelievo sui conti correnti

Chi ha troppi soldi sul conto corrente rischia di ricevere le lettere dell’Agenzia delle Entrate.

Se non è un prelievo forzoso dai conti correnti degli italiani, poco ci manca. L’Agenzia delle Entrate ha appena diramato una nota in cui avvisa che, a seguito di un primo periodo sperimentale, tutto è pronto per il lancio del Risparmiometro. Non solo nei confronti delle partite Iva e delle aziende, ma anche delle persone fisiche. 

Lo strumento – che ora potrà essere usato anche dalla Guardia di Finanza – è l’ultima arma inventata dal fisco per scovare le evasioni, anche quelle di piccolo importo. Si tratta di un software che misura i risparmi in banca accumulati dal contribuente in un anno e li misura con i redditi da questi dichiarati. Se dovesse risultare che i primi sono eccessivi rispetto ai secondi, scatterà la tassazione. 

La forza di questo sistema è che opera in automatico, non richiede cioè la mano del funzionario. Per cui sarà il computer a dire all’Agenzia delle Entrate quali soggetti stanno evadendo, senza bisogno che prima venga avviata un’apposita indagine. 

Un esempio servirà a spiegare meglio cos’è il risparmiometro e come funziona. Mario Rossi riceve mensilmente l’accredito dello stipendio dal proprio datore di lavoro che esegue il bonifico sul suo conto corrente (come del resto la legge prescrive). Dopo 12 mensilità, però, analizzando la lista dei movimenti del conto corrente del sig. Rossi, ci si accorge che questi ha prelevato solo piccole somme. Alla fine, i risparmi sono quasi pari a tutte e 13 le mensilità dello stipendio. Con quale denaro avrà fatto la spesa, pagato le utenze e la benzina? Come avrà mandato avanti la famiglia?

Per il fisco c’è un solo sospetto: il contribuente ha disponibilità economiche che non ha indicato nella dichiarazione dei redditi. Così, l’ufficio delle imposte gli invia una lettera chiedendogli di chiarire la sua posizione. Rossi, a questo punto, è chiamato a giustificarsi e a dimostrare che i redditi con cui ha vissuto provengono da fonti lecite, sono esenti (ad esempio donazioni dai genitori, risarcimenti) o già tassati alla fonte (ad esempio vincite al gioco).

All’indomani della sua approvazione, molti hanno battezzato il risparmiometro la Super Anagrafe dei conti correnti. Ed ora l’accesso al maxi database potrà essere consentito anche alla Guardia di Finanza. Il primo monitoraggio effettuato dalle Fiamme Gialle sui dati condivisi dell’Agenzia delle Entrate ha portato all’individuazione di 156 sorvegliati speciali. Anche se, al momento i dati e le informazioni del risparmiometro sono trattati dagli uomini della Guardia di Finanza come spie rosse e allarmi dai quali far scattare più invasive indagini finanziarie.  

Ma con il risparmiometro, o super anagrafe finanziaria, il fisco potrà conoscere nel dettaglio tutte le movimentazioni e gli elementi di natura finanziaria dei contribuenti. Quindi, anche i bonifici ricevuti e i versamenti di denaro contante allo sportello. Il che significa controlli molto più mirati rispetto al passato. 

Insomma, la battaglia all’evasione sta per intensificarsi.



104 Commenti

  1. L’Italia si sente forte coi risparmi dei suoi cittadini,(Italiani, perché gli altri mangiano gratis e mandano i risparmi nei loro Paesi), quindi si dovrebbero togliere tutti i risparmi dalle banche e lasciarle a secco, poi voglio vedere da dove fanno mutui e prestiti.

    1. Da prestiti della banca centrale europea con tassi di interesse negativi.
      Tutto calcolato, mica sono fessi (noi invece lo siamo….)

  2. Vorrei far notare a quanti scrivono che arrotondano solo lo stpendio che qualsiasi reddito non dichiarato li rende evasori, violano a legge, punto.
    Sempre il solito atteggiamento italiota sul che vuoi che sia… C’è chi fa peggio…
    Avete rovinato questo paese.

  3. Ottimo deterrente
    Per chi vive senza lavori in nero o peggio senza altre entrate non lecite non c’è nulla da preoccuparsi
    Per gli altri finalmente un po’ di controllo.

      1. Ovviamente…

        senza dimenticare, tuttavia, che siamo tutti uguali, ma alcuni sono più uguali 🙂

  4. Capolinea…..meglio andare a sciare che risparmiare… L Italia era un paese di risparmiatori..ora gli stessi sono diventati evasori….viva l italia

    1. L Italia era un paese di risparmiatori..ora gli stessi sono diventati evasori….viva l italia

      considerato
      – come la BCE crea denaro dal nulla pretendendo pagamento interesse ancora non creato….
      – le tabelle deboto/credito delle banche per le quali cartolarizzano i debiti come “occasioni” per gli sprovveduti mentre lucrano sul presunto credito come se avessero cash in tasca

      che volete che vi dica? eliminiamo il contante? cosi se perdi lavoro e non puoi pagare multa per i vaccini posizionano interruttore OFF sulla carta di debito e e puoi anche morire di fame…

      voto per emigrare dove ? dovunque…

      e andate a quel paese…

  5. Speriamo che la lotta all’evasione sia sempre più forte ce troppa evasione in Italia non è giusto che debbano pagare sempre lavoratori dipendenti e pensionati

  6. Perché non fanno la stessa cosa con i conti pubblici entra 10 lo stato spende 20 vado a vedere il perché e se li ha spesi bene se no multa o paga chi ha buttato dalla finestra i nostri soldi.
    Tutto è uno spreco e chi paga siamo sempre noi poveri cittadini ci fanno pensare che il vero problema siano i barconi mentre il vero problema sono le tasse che impediscono di assumere di lavorare e di vivere

  7. Come al solito si pesca nel mare grosso. È i famosi tagli alle pensioni rubate dagli ex parlamentari quando li fanno ? Aspettano di andare in pensione dopo 5 anni di lavoro per poi criticare ci ci sarà al loro posto .Sempre solo parole per imbrogliare i creduloni

    1. Questa non e’ lotta all’evasione, svegliati. Se la gente avesse la possibilità di scaricare tutte le spese che fa e senza troppi artifici sarebbe lotta all’evasione. Questa e’ la solita soluzione demenziale che non puo’ che essere uscita da qualche sinistro 5s

  8. Si, sicuramente i veri evasori sono cosī coglioni da esporsi e rendersi visibili al fisco!
    Probabile che venga preso qualche piccolo morto di fame costretto a dimostrare la sua onestà ma non certamente i grossi evasori consigliati da fior di commercialisti ed avvocati. Evasori che spostano fortune in banche pirata all”estero ed i cui lussi sono ben riconducibili ai loro abbondanti introiti legali.
    Tutta l’evasione sarebbe eliminata se vigesse il sistema americano che permette a TUTTI di scaricare le proprie spese, ma ovviamente, in Italia questa é fantascienza!!!!
    Cosí noi lavoratori dipendenti continueremo ad essere gli unici a pagare per tutti e pure gli unici a poter essere controllati….come dire “cornuti e mazziati”.

  9. Il solito sistema italiano. Fisco, tribunali, contenziosi non ha importanza. Tu sei sempre colpevole sino a quando non riesci a dimostrare il contrario. Non è questione di evasione. É una distorsione del diritto. In tutti i paesi del mondo tu sei sempre innocente sino a quando lo stato non dimostra il contrario. Da noi l’opposto. E intanto ingrassano commercialisti, avvocati. Avete mai letto una legge italiana? Beh, complimenti se riuscite a capire cosa dovete fare. Il nostro paese è così perché nel torbido si pesca meglio.

    1. Le leggi sono torbide perchè fatte da avvocati e perchè l’avvocato-pescatore riconosce il pesce anche nel torbido , mentre noi nel torbido non sappiamo pescare.
      Auguri ai 250.000 avvocati-pescatori italiani con 26 avvocati per ogni giudice !!

  10. Ogni tanto esce fuori qualche “novità”, poi magari arriverà la cd riforma del catasto o altre corbellerie simili per spillare soldi ai cittadini. Per carità è fuori dubbio che se attivi delle misure costose, magari anche giuste, poi da qualche parte devi trovare i soldi necessari per sostenerle, però c’è bisogno di riforme organiche non di “colpi di scena”…! Si distribuisce “terrore” gratuito che contemporaneamente dovrebbe convivere con il cd. “Fisco amico”: un po di serietà per favore….! Sono tornato da poco dall’Andalusia ed ho visto cose pregevolissime ed una gestione della cosa pubblica che da noi manca. Da quelle parti l’IVA è al 15 %, le stra de vengono spazzate e lavate tutti i giorni, compreso la domenica pomerigio….! Centinaia di nostri ragazzi in Erasmus, alla fine trovano lavoro li e ci restano definitivamente. Insomma, datevi una regolata: qui le imprese industriali e commerciali chiudono, la gente è allo stremo, si aspetta il cambiamento. Pensate che durerà ancora tanto….?

  11. Ma perché non vanno a controllare i dentisti o parrucchieri o ginecologi e medici vari che al proprio studio non rilasciano una ricevuta e poi hanno le barche nei porti….prendono sempre dipendenti e pensionati che sono già tassati alla fonte…

    1. Hai dimenticato….. il notaio.
      Controllare?
      Ma come si fa controllare tutti questi quando loro sono “ onesti “?

  12. Questa non e’ lotta all’evasione d’ un’altra cosa che si rifà ai peggiori regimi comunisti.
    Se la gente avesse la possibilità di scaricare tutte le spese e senza troppi artifici sarebbe lotta all’evasione. Questa soluzione non puo’ che essere uscita da qualche sinistro 5stelle

  13. I primi da controllare sono tutti i signori politici, che vergogna a pagare saranno sempre i piccoli risparmiatori

  14. Molti si tolgono la vita, e i porci in alto ingrassano.
    Se dovessi arrivare ad un simile gesto porterei con me quanti più porci possibile, almeno il mio gesto non rimarrebbe invano.
    Branco di pecoroni italiani!

  15. Come se gli evasori fossero solo chi ha i soldi in banca o sul conto corrente …parlano di partecipate …… di Enti inutili parliamo di mega liquidazione dei Sindacalisti…e di esempi di sprechi ce ne sono a migliaia

  16. Questa è l’Italia dove si può rubare nelle case impuniti si può far del male impuniti
    Lo stato e solo interessato a dirti io avanzo soldi da te
    O paghi o prenditi un l’avvocato che ti costa 10mila euro che ti scagioni
    Vedete voi
    Questo è il nostro paese
    Perché pensate che tanta gente se ne va via ?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA