Politica | Articoli

Tria rompe con Salvini

13 Giugno 2019
Tria rompe con Salvini

Alta tensione al vertice di Governo: è scontro tra i politici (Salvini – Di Maio) e tecnici (Tria – Conte). In bilico la flat tax.

Un rapporto sempre teso, un equilibrio sempre precario tra i due noti esponenti di Governo. Il motivo? La flat tax. Questo nodo per i cittadini significa il taglio delle tasse. Da decenni atteso, finora ben poco realizzato.

La Lega di Matteo Salvini lo ritiene irrinunciabile e, ormai, indifferibile; è uno dei punti principali del suo programma di Governo e lui dice: va fatto, non si può più aspettare. Ma bisogna fare i conti con le esigenze di bilancio: anche lo Stato ha bisogno di soldi ed il gettito fiscale che li preleva dalle tasche degli italiani è il modo più facile per assicurarlo.

Il motivo dello scontro di oggi tra Salvini e Tria è proprio questo: il ministro dell’Economia ha messo in guardia sui pericoli che deriverebbero alle casse statali se non arrivassero le somme finora garantite dal gettito fiscale.

Dell’argomento si è discusso nel vertice di governo di ieri, presieduto dal Premier Conte ed al quale hanno partecipato i due vice presidenti del Consiglio Di Maio e Salvini, il ministro dell’Economia Tria ed i suoi sottosegretari.

La diversità di vedute tra Salvini e Tria si è manifestata su un punto preciso: come finanziare la riduzione delle tasse che deriverebbe dall’applicazione della flat tax? Salvini vorrebbe farlo con il deficit di bilancio, cioè aumentando il debito pubblico. Tria si oppone.

Le posizioni rimangono distanti, Salvini abbandona il tavolo della riunione a poco più di un’ora dall’inizio, Tria prosegue i lavori che non può definire senza il suo interlocutore, ma non c’è nessuno scontro aperto tra i due: nessuna dichiarazione o presa di posizione al di fuori dell’ambiente ristretto del tavolo di questa riunione a carattere economico.

Tutto rinviato, insomma, anche se di poche ore: del resto, l’argomento è troppo delicato per farne un motivo di caduta del Governo. Anche perché c’è da preparare la prossima manovra finanziaria dove si dovrà discutere dell’aumento dell’Iva ed anche su questo tema è facile prevedere che Tria e Salvini avranno vedute opposte.

Per prevenire ulteriori scontri, intanto, si è deciso di discutere queste questioni in appositi tavoli tecnici del Governo. 

Intanto, il ministro Tria si è recato a Bruxelles per partecipare ad una riunione europea che servirà a sondare gli umori degli altri Paesi membri dell’Unione sulla procedura di infrazione avanzata nei confronti dell’Italia per il mancato rispetto dei parametri imposti per il deficit pubblico. L’Italia, secondo l’Europa, li avrebbe già superati.

E così il cerchio si chiude con il terzo protagonista dello scontro: non solo Salvini e Tria, ma anche l’Unione Europea, che vorrebbe ancora rigore finanziario e quindi poco indebitamento.

Per conciliare Tria e Salvini e alleviare le differenze di posizioni tra Italia ed Europa, un ruolo importante spetterà nei prossimi giorni al primo ministro Conte, che è già intervenuto con un comunicato della Presidenza del Consiglio dove invita alla fiducia ed al dialogo costruttivo.

I tecnici incaricati dal Governo lavoreranno in questi giorni per vedere come trovare le risorse finanziarie necessarie ad applicare la flat tax voluta da Salvini senza scontentare il ministro dell’Economia Tria che ha l’esigenza di far quadrare i bilanci.

Ed allora il nodo di fondo su cui si giocherà la partita sarà non solo quello sulle tasse, ma anche e soprattutto quello della crescita dell’economia e dei modi per farla ripartire.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube