Diritto e Fisco | Articoli

Quando cambiare l’olio alla macchina?

26 Luglio 2019 | Autore:
Quando cambiare l’olio alla macchina?

Come sapere se il motore ha bisogno di lubrificante? Quale scegliere e quanto costa farlo cambiare al meccanico?

Una volta (ma forse lo si fa ancora) alla scuola guida ti insegnavano anche questo: quando si accende la spia dell’olio sul cruscotto significa che è il momento di controllarlo, di aggiungerlo e, se arrivato il caso, di cambiarlo. Ti spiegavano come fare con l’asticella che misura il livello del lubrificante e come valutare quando era il caso di lasciar stare il «fai da te» e di andare dal meccanico: come quello della friggitrice, se l’olio era diventato troppo nero voleva dire che andava sostituito con quello nuovo. Chi ha una certa età e non si è mai interessato a queste cose, però, è facile che non ricordi più quando cambiare l’olio della macchina. È solo una delle cose acquisite ai tempi della patente e poi finite nel dimenticatoio.

Forse il problema è che oggi abbiamo poco tempo da dedicare a qualsiasi cosa che non sia il lavoro o il divertimento. Che, cioè, quando si tratta di prendersi qualche minuto per controllare quelle cose che ogni tanto hanno bisogno della nostra attenzione ma che non ci entusiasmano, si finisca per rimandare a domani. Si rischia, però, che a forza di trascurarle si faccia lievitare il conto del meccanico perché è stato fatto qualche danno. Ecco perché è importante ricordarsi di quando cambiare l’olio della macchina (tra le altre cose).

L’olio motore ha una funzione essenziale per evitare di buttare via l’auto in anticipo rispetto a quella che sarebbe la sua vita naturale se si ha la dovuta cura. Il lubrificante serve a proteggere le parti metalliche del motore dall’usura e dall’attrito tra le varie componenti che sono in movimento ed in contatto tra loro. Ma anche a trasferire il calore dalle parti più calde dei meccanismi a quelle più fredde e ad evitare la formazione di depositi. In altre parole: se manca l’olio è un problema, ma se si va in giro con l’olio sporco il motore, prima o poi, ne risentirà. Come anche il tuo portafoglio.

Vediamo quando cambiare l’olio alla macchina, quale tipo di lubrificante aggiungere nel caso la famosa asticella ci dica che ce n’è poco e quanto costa chiedere al meccanico il cambio olio.

Olio motore: che cos’è e a che serve?

L’olio che trovi nel motore della tua macchina è un lubrificante che, come appena detto, serve a proteggere le parti meccaniche dall’usura e a contenere il deposito dei residui. È composto da una base di olio minerale, sintetico o derivato dal trattamento di oli usati, all’interno della quale ci sono degli additivi. Questi ultimi sono delle sostanze chimiche che determinano le prestazioni e le specifiche del lubrificante.

Infine, l’olio contiene alcune sostanze in grado di migliorare le sue caratteristiche, come ad esempio:

  • lo scorrimento;
  • l’indice di viscosità;
  • la pulizia;
  • il grado di protezione contro l’usura delle parti meccaniche;
  • l’inibizione della corrosione.

Olio motore: che cos’è l’indice di viscosità

Una delle caratteristiche principali dell’olio motore è l’indice di viscosità, cioè il grado di resistenza allo scorrimento, che varia a seconda della temperatura e della pressione.

Per avere delle buone prestazioni, l’olio della macchina deve avere un alto indice di viscosità (di solito pari a 100 nell’olio monogrado e 160 in quello multigrado), poiché in questo modo:

  • si ottiene una corretta formazione del velo d’olio ed una maggiore resistenza ai carichi;
  • si avvia meglio l’auto;
  • l’olio raggiunge più velocemente le zone del motore che devono essere lubrificate;
  • l’auto rende di più da un punto di vista energetico e consuma meno quantità di olio.

Olio motore: come va scelto?

Sarebbe un errore pensare che qualsiasi olio va bene per il motore della tua auto. Ciascuno vuole il suo, per dirla in maniera semplice, poiché deve avere delle particolari caratteristiche.

Trovi sul libretto della macchina (non su quello di circolazione ma su quello che ti viene consegnato dalla concessionaria in cui vengono spiegati l’uso e la manutenzione del veicolo) il tipo di olio motore adatto. Nel dettaglio, dovresti trovare queste tre voci:

  • le specifiche (Api, Acea, Costruttori).  Fissano i requisiti minimi che deve avere l’olio affinché vada bene per il motore della tua auto. È importante mantenere dei requisiti almeno pari – se non addirittura superiori – a quelli che riportati sul libretto;
  • la viscosità;
  • la marca di olio consigliata. In questo caso, sappi che le case automobilistiche possono stringere degli accordi con determinati produttori di olio motore, quindi questa indicazione può essere piuttosto relativa. Sono le altre due le più importanti da tenere in considerazione.

Olio motore: come controllarlo?

Dicevamo all’inizio che, almeno fino a qualche anno fa, alla scuola guida ti insegnavano a controllare i livelli dell’olio motore. Ma che spesso questa pratica viene delegata al meccanico quando si va a fare il tagliando. Risultato: chi se lo ricorda più.

Non è poi così complicato quando si usa il sempre attuale sistema dell’asticella. L’importante è farlo a motore freddo, ad esempio la mattina prima di avviare la macchina quando non è stata ancora utilizzata. Dovrai estrarre l’asticella dal vano in cui si trova, pulire l’estremità con uno straccio, reinserirla dov’era e ritirarla fuori. Il livello dell’olio lo si vede dalla traccia che il lubrificante lascia sull’asta e non deve essere sotto la tacca che indica il minimo o sopra quella che segna il massimo.

Nel caso in cui ci sia una tacca sola e non due, il livello dell’olio non deve superarla.

Olio motore: quando cambiarlo?

Cambiare l’olio alla macchina, come abbiamo visto, è fondamentale se non vogliamo compromettere la durata ed il funzionamento del motore. Come forse saprai, il lubrificante viene sottoposto ad alti livelli di stress per le alte temperature raggiunte dal motore e per le reazioni chimiche provocate dalla combustione.

Di norma, per sapere quando cambiare l’olio alla macchina basta consultare anche in questo caso il libretto dell’auto. Ma, in realtà, ci sono delle tempistiche più o meno valide per tutti i veicoli. Un motore a benzina nuovo richiederà il cambio dell’olio dopo 15mila chilometri (ogni 10mila se l’auto è più vecchia), mentre il primo cambio per un motore diesel può essere fatto dopo 25-30mila chilometri. Dopodiché sarà molto probabile che il cambio olio diventi più frequente.

Se quando controlli il livello del lubrificante vedi che l’olio è pulito, ma scarso, puoi aggiungerlo tu nel tuo garage scegliendo l’olio consigliato a seconda delle caratteristiche che abbiamo indicato in precedenza. Se, invece, occorre proprio cambiare l’olio, l’operazione non è così semplice se non hai la mano esperta, quindi è meglio che ti affidi ad un meccanico.

Olio motore: quanto costa cambiarlo?

Il costo del cambio dell’olio varia a seconda del tipo di lubrificante scelto e, naturalmente, dal meccanico che hai scelto. In linea di massima si può dire che il prezzo va dai 30 ai 60 euro, ma se viene impiegato un lubrificante sintetico è possibile che tu debba pagare fino a 80 euro. Solo per l’olio, poi c’è la mano d’opera. Il meccanico non dovrebbe impiegare più di un’ora, quindi il costo finale dipenderà da quanto si fa pagare, ma sarà difficile che tu spenda meno di 100 euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube