Business | Articoli

Bonus cultura 2018: 500 euro per i giovani

6 Febbraio 2018
Bonus cultura 2018: 500 euro per i giovani

Bonus cultura di 500 euro per chi compie 18 anni nel 2018 e nel 2019. Vediamo cos’è e come funziona

Per chi compie 18 anni, il Governo ha pensato ad un bel regalo: il bonus cultura. Si tratta di un buono di 500 euro da spendere in musica e cultura, spettacoli dal vivo, concerti, libri, teatro e musei. Ecco i dettagli.

Bonus cultura 2018: cos’è

Il bonus di 500 euro era stato pensato per i ragazzi nati nel 1998 e che, quindi, hanno compiuto 18 anni nel 2016. Visto il successo dell’iniziativa, il bonus è stato confermato anche per il 2018 e per il 2019. A tal fine, sono stati stanziati 290 milioni di euro per l’anno 2018 e altrettanti 290 milioni di euro per il 2019. [1]. Dunque, chi nel 2018 e nel 2019 ha compiuto o dovrà ancora compiere 18 anni, ha diritto a 500 euro di buoni da spendere in musica e concerti, eventi culturali, spettacoli dal vivo, cinemalibri, teatro e danza, monumenti e parchi naturali. Non solo: una delle novità più rilevanti è che il bonus di 500 euro potrà essere usato anche per l’acquisto di musica registrata e per la frequentazione di corsi di musica, di teatro e di lingua straniera. Si tratta di un’importante novità visto che in precedenza il bonus valeva solo per i concerti, ma non anche per l’acquisto di musica registrata.

Bonus di 500 euro: come si richiede

Per quanto concerne l’anno in corso, il bonus cultura di 500 euro potrà essere richiesto entro il 30 giugno 2018 e potrà essere speso entro il 31 dicembre 2018.

Per richiedere il bonus è necessario registrarsi al sito www.18app.italia.it. Prima di registrarsi, però, occorre ottenere le cosiddette credenziali Spid, che permettono di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione. Più nel dettaglio, lo Spid è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero un’identità digitale (che è composta da una Username e da una Password) che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione da computer, tablet e smartphone

Bonus cultura: come ottenere lo Spid

Per ottenere le credenziali Spid  occorre registrarsi ad uno dei seguenti siti:

  • Tim;
  • InfoCert;
  • Poste Italiane;
  • Sielte.

I quattro soggetti sopra elencati (detti “Identity Provider”) offrono diverse modalità per richiedere e ottenere le credenziali Spid. In ogni caso, le credenziali potranno essere richieste on line e gratuitamente.

Una volta ottenute le credenziali Spid non resta che visitare il sito www.18app.italia.it o scaricare l’applicazione 18App, e accedere con le predette credenziali.  Dopo essere entrati nel sito o nell’app si possono generare i buoni e procedere all’acquisto. L’acquisto può essere effettuato online o nei negozi degli esercenti registrati al servizio.

Bonus di 500 euro: cosa si può acquistare

Il bonus di 500 euro può essere speso in musica, cultura, concerti, musei e spettacoli dal vivo. In particolare il benefit può essere usato per acquistare:

  • biglietti teatrali;
  • biglietti per visioni cinematografiche;
  • biglietti per visitare musei e mostre;
  • biglietti per partecipare ad “eventi culturali” (come per esempio il Salone del Libro o il Festival di Venezia);
  • biglietti per visite ai monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • biglietti per “spettacoli dal vivo” (concerti, spettacoli circensi, ecc.) ;
  • acquisti di libri;
  • acquisti di testi scolastici (anche nella versione ebook);

Come anticipato, da quest’anno, il bonus può essere utilizzato anche per:

  • l’acquisto di musica registrata;
  • la frequenza a corsi di musica;
  • la frequenza a corsi di teatro
  • la frequenza a corsi di lingua straniera.

note

[1] Decreto del presidente del Consiglio dei ministri n. 136 del 04.08.2017, G.U. del 18.09.2017.

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube