Diritto e Fisco | Articoli

Invalidità fibromialgia

28 Settembre 2019 | Autore:
Invalidità fibromialgia

La sindrome fibromialgica sarà finalmente riconosciuta come malattia invalidante: gli affetti da fibromialgia avranno diritto all’esenzione dalla spesa sanitaria.

Una delle patologie più “subdole”, perché difficile da diagnosticare, per via dell’eterogeneità dei suoi sintomi, è la fibromialgia, o sindrome fibromialgica. Questa malattia condiziona profondamente la vita quotidiana, familiare e lavorativa, a causa del dolore cronico che comporta, associato ad altri sintomi, come la debolezza generalizzata, mal di testa frequenti, dolori addominali e muscolo scheletrici, colon irritabile, difficoltà di concentrazione.

I sintomi della fibromialgia, di fatto, riducono la capacità lavorativa del malato, limitando fortemente la persona nello svolgimento della maggior parte delle attività considerate ordinarie, come leggere o scrivere al pc, camminare, stare in piedi o seduti prolungatamente, trasportare carichi leggeri.

Tuttavia, nonostante la riduzione della capacità lavorativa, la fibromialgia non è considerata una malattia invalidante, per la quale, cioè, è riconosciuta una specifica percentuale d’invalidità.

Tutto dovrebbe cambiare a breve, però, grazie a un nuovo disegno di legge, presentato su iniziativa dei senatori Boldrini e Parrini: arriva l’invalidità per fibromialgia, grazie al nuovo testo, assieme all’esenzione dalla spesa sanitaria per gli affetti da questa malattia.

Inoltre, è prevista l’istituzione di un registro nazionale della fibromialgia, per finalità di monitoraggio e statistiche, di specifici corsi di formazione per il personale sanitario, assieme alla promozione dello studio e della ricerca sulla malattia ed all’istituzione di ambulatori e centri specialistici in grado di restituire al malato l’autonomia persa a causa della patologia.

Una volta entrata in vigore la legge, dovrà essere adottato un apposito decreto dal ministero della Salute, per individuare i criteri oggettivi per l’identificazione dei sintomi e delle condizioni cliniche della fibromialgia, che danno diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria.

Agli affetti da fibromialgia sarà anche garantito l’accesso al telelavoro. Ma procediamo per ordine e facciamo il punto della situazione.

Che cos’è la fibromialgia?

La fibromialgia è una patologia che causa dolori provenienti dai muscoli e dai tessuti fibrosi, accompagnati da ulteriori sintomi di varia natura, dalla cefalea all’astenia, dall’intolleranza al freddo o al caldo all’insonnia.

Considerando che i sintomi elencati, assieme alle manifestazioni primarie della fibromialgia, si presentano, di solito, contemporaneamente, la patologia viene anche definita sindrome fibromialgica (Fm).

Quali sono i sintomi della fibromialgia?

La fibromialgia si manifesta, secondo i principali criteri diagnostici, con dolore muscolo-scheletrico diffuso e con la presenza di specifiche aree dolorose alla digito-pressione (tender points), l’affaticamento costante e una rigidità generalizzata. Ulteriori sintomi rilevati sono:

  • sonno non ristoratore;
  • mal di testa;
  • vescica iperattiva;
  • dismenorrea;
  • ipersensibilità al freddo;
  • fenomeno di Raynoud;
  • sindrome delle gambe senza riposo;
  • intorpidimento e formicolio atipico;
  • prurito;
  • sensazione di pressione e di stringimento;
  • allodinia;
  • scarsa resistenza all’esercizio fisico;
  • generale sensazione di debolezza.

Spesso si presentano anche altri sintomi come:

  • astenia;
  • insonnia e risvegli notturni;
  • disturbi cognitivi (confusione mentale, alterazione della memoria e della concentrazione);
  • dolori addominali e colon irritabile;
  • dispepsia;
  • intolleranza al freddo o al caldo;
  • secchezza delle mucose;
  • sintomi urinari e genitali.

Come si cura

Anche se non esiste una cura specifica, trattandosi di una malattia cronica, la fibromialgia richiede:

  • trattamenti multidisciplinari a lungo termine;
  • trattamenti farmacologici convenzionali e non convenzionali;
  • ossigenoterapia iperbarica e ozono terapia.

Sono importanti anche approcci personalizzati per le specifiche esigenze dei pazienti, come terapie antalgiche (agopuntura o criostimolazione), fitoterapiche, l’approccio nutraceutico e nutrizionistico, la ginnastica dolce, il linfodrenaggio, la fisioterapia e la psicoterapia.

Oggi posso chiedere l’invalidità per fibromilagia?

Anche soltanto uno dei sintomi elencati, conseguenti alla fibromialgia, spesso limita fortemente la persona che ne soffre nell’eseguire attività normali, e ha ripercussioni nell’inserimento nel mondo del lavoro, nella capacità lavorativa e nelle stesse relazioni sociali.

Per questo motivo, il disegno di legge propone il riconoscimento della fibromialgia come malattia invalidante, considerato che ad oggi, in Italia, alla fibromialgia non è collegata alcuna percentuale d’invalidità.

Nelle more dell’entrata in vigore della normativa, è comunque possibile presentare domanda d’invalidità per fibromialgia. Se la commissione medica incaricata di valutare la riduzione della capacità lavorativa rifiuta il riconoscimento dell’invalidità, si può presentare ricorso. A fronte del rifiuto del riconoscimento dell’invalidità da parte della commissione Asl, ad esempio, il tribunale di Termini Imerese, nel 2017, ha riconosciuto la riduzione della capacità lavorativa ad un’artigiana di Castelbuono affetta da fibromialgia.

Ad ogni modo, la patologia ha una netta correlazione con lo stress, l’ansia, la depressione, con il lupus eritematoso, la tiroidite di Hashimoto e con numerose patologie invalidanti: ad oggi è dunque possibile, almeno, ottenere l’invalidità a causa delle malattie ricollegate alla sindrome fibromialgica.

Fonti vicine a questa redazione ci hanno rivelato che alcune commissioni Asl, per analogia con l’artrite reumatoide (patologia per la quale nelle tabelle è riconosciuta una percentuale d’invalidità pari al 50%), riconoscono il 50% d’invalidità per fibromialgia.

Che cosa prevede la nuova legge sulla fibromialgia?

Ecco che cosa prevede, nel dettaglio, il disegno di legge sulla fibromialgia:

  • il riconoscimento della fibromialgia come malattia invalidante;
  • le disposizioni per l’esenzione dalla spesa sanitaria per le persone affette da questa patologia;
  • le disposizioni per l’individuazione di specifiche strutture sanitarie per la cura della fibromialgia, per la predisposizione di specifici protocolli terapeutici e riabilitativi e per la rilevazione statistica dei malati;
  • l’istituzione del Registro nazionale della fibromialgia;
  • la formazione specifica sulla fibromialgia del personale medico e paramedico;
  • la promozione di studi e di ricerche per identificare criteri diagnostici validati capaci di individuare la fibromialgia, in particolare le loro forme più gravi e invalidanti, le terapie innovative e la loro efficacia, le prestazioni specialistiche più appropriate ed efficaci, l’impiego di farmaci per il controllo dei sintomi, il monitoraggio e la prevenzione degli eventuali aggravamenti;
  • gli accordi per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro delle persone affette da fibromialgia grazie al telelavoro, al lavoro a distanza e a domicilio;
  • la promozione di campagne di informazione sulla malattia.

note

[1] DDL 299 Boldrini e Parrini.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

33 Commenti

  1. È ora che questa malattia venga riconosciuta , per tutti i malati che ne soffrono e non hanno nessun tipo di aiuto poiché i medici non sono specializzati. Io ne soffro da quindi anni e posso garantire che spesso mi sento di essere un invalida e sottopongo i miei familiari ad ascoltare i miei continui lamenti per i vari malesseri a cui sono sottoposta. Inoltre mi devo fare forza e andare avanti perché svolgo un lavoro abbastanza usurante .

    1. Soffro di fibromialgia da molto tempo ho dolori spalle testa collo braccia gambe soffro di insonnia dolore addominale ho minzioni frequenti ecc,lavoro in un negozio di parrucchiere per uomo purtroppo devo andarci per forza perché non è come l aziende spero che questo governo approva questa malattia come invalidante sia come esenzione ticket e sia per un contributo economico

      1. Si sta veramente male, io ho anche una malattia autoimmune ea distanza di 20 anni mi hanno dato ancora il60/100una beffa..

        1. Beh, non è poco, anzi. Se consideri che anche io ho la fibromialgia + operato di stenosi coronarie 5 volte + ho un solo rene , operato per stenosi all’altro rene- operato alle gambe sempre per stenosi delle arterie ( fatico in modo assurdo, a camminare.In salita assolutamente improponibile+sordità ad entrambe le orecchie+ vista ridotta del 50%.+ malattia autoimmune che mi da dolori ogni giorno all’intero corpo muscolo-scheletrico.Mi hanno dato solo l’80%. Chiamati fortunato.

  2. Spero che veramente sia arrivato il momento che la Fibromialgia sia riconosciuta altamente invalidante,ne soffro da 20anni vi garantisco che se non lavorassi in in posto pubblico mi avrebbero già licenziata non perché non so fare bene il mio lavoro ma per la troppa malattia.Credo che adesso sarei già morta.Pochi ti capiscono,non frequenti più nessuno perché sei sempre in compagnia del dolore,vorresti fare tante cose ma sei sempre stanca e pochi dicono che oltre al dolore non hai più rapporti d’amore o sessuali con il proprio compagno o non ,sempre perché oltre al dolore fisico c’è la depressione .Che purtroppo certi dottori pensano che sia solo questa la causa del malessere.Invece sei giù perché non riesci a condurre una vita normale.Se qualche politico dottore legge queste righe,vi scongiuro fate presto a riconoscerla perché in momento ci sono persone che pensano di farla finita.

    1. Questa sindrome che per me è una malattia, non ci uccide 1 volta sola, ma giorno per giorno, non è facile vivere in un corpo dolarante, ti toglie forza fisica e mentale, ti fa perdere quasi tutte le amicizie, ti toglie spesso anche il compagno, perché essa porta anche dolore pelcico e vaginale, e a poco contano creme e cremine, ti porta ad passare da una persona viva ed super attiva ad rottame umano, ti fa perdere spesso la voglia di andare avanti, anche sul lavoro specialmente per chi fa lavori usuranti o pesanti, ti toglie la dignità, e da un bravo lavotore, agli occhi degli altri che non potranno mai capire se non sono dentro ad un corpo fibromialgici ad un scansafatiche, ti toglie le piccole gioie della vita, come fare una bella passeggiata, o prendere il braccio il nipotino,il divertirsi in cucina, insomma ti cambia completamente il tuo corpo la tua mente, la tua vita…. Penso che sia arrivato il momento di darci un po’ di pace, e un po’ di dignità…..

    2. Ho 53 anni e lavoro come collaboratrice domestica è un lavoro che mi piace .i miei dolori sono cominciati che ero una bambina associata alla magrezza da terzo mondo e ciò portava i medici a nn fare indagini mi veniva risposto man già! finché un ricovero x mal di testa forte ha fatto venire fuori un sacco di problemi ultima la fibromialgia x ultimo artrite reumatoide .in commissione invalidità mi è stato chiesto come curassi fibromialgia ? O semplicemente risposto “perché abbiamo medici e centri specializzati in questo qui? Nn sanno nemmeno di cosa si parla x nn parlare delle lunghe attese x una visita e poi x portare esiti esami è lunga vita al re! Abbiamo bisogno di personale specializzato l’invalidità riconosciuta nn ci fa pagare nemmeno una visita figuriamoci vivere senza lavoro e poi smettere di lavorare è un’arma a doppio taglio x noi

  3. Sono piu di dieci anni che sofro,senza trovare aiuto da nessuno,diagnosticare sembrava impossibile,mi sono trovata imobile,dal dolore,tiroide ,emicrania,problemi digestivi,intolleranze,allergie…un disastro,e nessuna cura,ne assistenza ,e ci sono migliaia di persone come noi che aspettano di tornare a vivere…sarebbe bellissimo

    1. Me lo auguro di tutto cuore…sono tanti anni di sofferenza e si peggiora…ogni giorno un nuovo sintomo che si aggiunge a tanti altri. È dura …spero veramente che avvenga al piu presto. Grazie

  4. Spero che finalmente si possa fare qualcosa per noi. Ogni giorno per noi svegliarsi ed avere un “problema” magari un altro dei mille mila sintomi è logorante. Sono due anni che convivo con dolori e che mi sento dire “i dolori ce li ho anche io” senza sapere di cosa si sta parlando! Spero si possa fare davvero qualcosa…
    Il fibromialgico è sempre solo…la sua sfiga è che gli altri non possono vedere la sua malattia.

    1. Mi è stata diagnostica la fibromialgia da 2 anni …dopo 10anni a girare medici di ogni tipo senza che nessuno mi capisse veramente!
      Sono esausta…dolori ovunque,continui mal di testa(trigemino) e tanti altri sintomi che questa malattia porta con se! Le solite medicine non mi aiutano più…
      Tutti i giorni devo lottare con tutte le mie forze per andare avanti…e avendo una famiglia a carico con bambini piccoli è veramente pesante.Ringrazio mio marito che mi sostiene e mi sopporta da anni in questa lunga battaglia!

      1. CiaoGiorgia scusa se ti do’ del tu spero di aiutarti……..io come tanti dopo tantissimi anni diesami ricerchee finalmente so’ con chi ho a che fare…..la fibromialgia vabbè almeno sappiamo con ori abbiamo a che fare……dunque x prima non farti mancare il magnesio ……accertati se hai delle intolleranze alimentari nel mio casoil glutine mi scatena doolori e bevi malvaxl’intestino

  5. A me questa situazione andrebbe anche a genio, visto che ne sono colpito, però ho letto che addirittura viene “paragonata” all’artrite, ma sono fuori? CIoè, io ho anche l’artrite, e per colpa di questa patologia devo muovermi con sedia a rotelle o stampelle, se dico che vorrei avere solo la Fibro, qualcuno si offende? Paragonare le due malattie è allucinante, davvero, spero che i parametri di paragone siano altri, io ho 100% di invalditià, e nel mio verbale INPS la Fibro non viene neanche menzionata.
    In gior sto leggendo tante di quelle cose allucinanti, davvero, anche i pazienti stessi che paragonano le due malattie, ma sono fuori? Siccome non ci sono esami strumentali, e la diagnosi verrà fatta su esame soggettivo, andando su internet, la gente imaprerà i tender point, e si farà diagnosticare tale malattia, e poi andrà a chiedere invalidità, riducendo ancora maggiormante le risorse economiche di chi ha malattie più gravi.
    Conosco gente che si è fatta diagnosticare Fibro senza avere nulla, basta dire che si ha dolore nei tender point, ed ora le stesse persone aspettano la legge per richiedere invalidità, già siamo il paese dei falsi invalidi, cosi facendo creeranno un precedente pericoloso.
    Scusate lo sfogo, ma da invalido totale ne vedo di cotte e di crude, io devo lottare anche per ogni sciocchezza, e poi arriveranno i furbetti che mi limiteranno ancora di più.

    1. Pienamente d’accordo con te. Io sono nata fibromialgica ma ci convivo e si tira avanti. È logorante ma si va. Io non spero in un aiuto economico ma nella lista di preferenza per certi tipi di lavoro non troppo pesanti e perché no….. L esenzione dai farmaci che prendo da 11 anni per poter dormire. Stop….. Sono convinta anche io che l 80% saranno malati immaginari che vogliono solo invalidità e contributi

      1. Come si fa a fingere di una malattia della fibro io quando sto male si stampa sul viso ormai sono diversi mesi che cammino a stento e non mi vergogno x casa a volte uso le stampelle e camminare male ne soffre la schiena e le anche quando sono quelle giornate no! Desidero la morte ci sarebbe ancora tanto da dire mi fermo qui purtroppo io devo lavorare x forza maggiore x sopravvivere anche gli antidolorifici non mi fanno più effetto e ne risente lo stomaco sono stanca scusatemi

  6. Mi unisco a voi, io convivo da 6 anni con la fibromialgia, ed ogni giorno è un terno all otto non so mai se sarà una buona o una cattiva giornata. In questi ultimi mesi devo dire che i dolori sono aumentati di brutto, non mi consentono di svolgere anche le più semplici cose, come bere un bicchiere d acqua, vestirmi, mangiare. Spesso le gambe si rifiutano di appoggiarsi per terra quando mi devo alzare la mattina, cosi con grande fatica mi faccio accompagnare al bagno e ritorno al letto perché stare in piedi diventa impossibile. Io spero che venga riconosciuta non tanto per avere la pensione ma per avere l opportunità di trovare un lavoro di poca fatica, e non pagare più le medicine

    1. Ho 53 anni sono più di 10 anni che soffro di fibromialgia ma non l ho sapevo ,credevo che i miei dolori fossero dovuti ad una forte artrosi. Poi ho fatto delle sedute di massaggi e terapie ma alla fine dopo aver buttato 300€ i fisioterapisti mi anno consigliato di approfondire perché per loro c era qualcosa di più grave visto che invece di migliorare ero peggiorata .Quindi visita ortopedica diagnosi fibromialgia , niente cura niente di niente, mi è crollato il mondo a dosso .Poi uno sguardo su questa malattia e ho scoperto che tanti ma tantissimi sintomi che davo colpa all età erano dovuti a questa malattia. Ora sto facendo una cura datami da un professore (neurologo) ma non trovo nessun vantaggio i muscoli i nervi ,niente non funzionano sto spendendo un sacco di soldi ma già so che è tutto inutile , se continuo è per mio marito che insiste .Per la gravità a cui sono arrivata il professore mi ha vietato assolutamente di fare anche i più semplici e leggeri lavoretti domestici quindi depressione e donna inutile, spero solo che al più presto il Signore mi chiami a se ,scusatemi ma sono giorni che sto proprio male e mi scuso con quelle persone che sicuramente stanno peggio di me e comunque vanno avanti senza abbattersi ma ogni uno sa i propri limiti e i propri problemi .A questo punto credo che un po d’ aiuto dal governo per noi affetti da questo male forse ci farebbe sentire un po più tranquilli almeno per permetterci di comprare quei medicinali tipo depressivi,che ci fanno calmare un po’.

      1. Ciao, anche io sono anni che soffro, per giunta sino peggiorata in polimialgia, cortisone per 2 anni, come tutte noi avrò visto una, serie infinita di medici nella speranza di trovare la cura magica che nn è mai arrivata… Ultimamente alterno un antinfiammatorio Brexit 5 gg di 5 no. Ma con tutti qsti farmaci le conseguenze sono immaginabili….. Affronto il dolore e a volte mi sforzo nei movimenti…. Nei giorni seguenti sembra meglio. Cmq nn posso più piegarmi sulle ginocchia e nn posso alzare le braccia, dolore sopra la testa, dolore nello spostare solo i capelli… Ma che ti dico tu sai! Spero nel riconoscimento di qsta malattia, non solo si sta male per giunta io ho dovuto rinunciare a delle cure per problemi economici… Rifiuto cmq L antidepressivo, nn diamo depresse solo disperate perché nn esistono cure di speranza!

  7. Che tristezza leggere la polemica tra chi ha l’artrite e chi ha la fibromialgia…io le ho entrambe. i malati sono malati punto. i falsi invalidi sono un’altra cosa.

    1. concordo pienamente! Non dovremmo farci la guerra tra di noi ma pensare che ogni patologia deve essere presa sul serio. io ne soffro da 20 anni e mi è stata riconosciuta solo nel 2009 da una professoressa scrupolosa dell’ospedale universitario di Verona” Borgoroma” e poi successivamente da Desenzano e due ospedali di Brescia.
      Beh se vogliamo parlarne io sono qui ad argomentarlo all’infinito.
      ogni giorno è difficile, anche se si cerca di essere emotivamente positivi.
      Vivo alti e bassi assurdi.

  8. Buona sera a tutti.Piena solidarietà a chi soffre di fibromialgia .Mi è stata diagnosticata nel 2007.Sono un OSS settore servizi anziani da 35 anni,amo il mio lavoro,sono quotidianamente devastata dal dolore,almeno ci passassero le medicine!!! auguro a tutti un futuro migliore .

  9. Ho cominciato con lievi dolori alla schiena poi sempre più. Ho 54 anni pensavo fosse l equitazione ed ho smesso, dopodiché i dolori sono esplosi dappertutto: braccia, spalle collo, problemi agli occhi e alla vista, intolleranze alimentari, e x ultima diagnosi tiroide di hoshimoto. Sono istruttore di equitazione e lavorare è oggi x me una vera sofferenza. Quando posso riposo e vita sociale veramente poca. Che dire….la mia vita è cambiata ogni piccolo cambiamento o stress aumenta i miei disturbi. È decisamente invalidante, mi sforzo vado avanti ma divento intrattabile x il troppo dolore.

  10. Non ci credo che si pensa che chi ha la Fibromialgia non sia paragonato a un malato o addirittura si possa pensare che si finga, non si può fingere di avere i nervi e muscoli rigidi, il medico con la visita si accorge se stai fingendo, io sono tutta dura dal collo alle spalle, mani e piedi, mi è arrivata anche la depressione, e mi sto curando, perché la sofferenza è tale che ti butta in un tunnel senza uscita, quando da persona super energigica passi ad essere una larva, senza aver forze di fare nulla, dopo 4 ore di lavoro sento dolori ovunque, e vorrei solo sdraiarmi e riposarea continuo a lavorare per guadagnare per curarmi, e andare avanti….. Dopo che per 30 ho sempre fatto dalle 9 alle 10 ore al giorno di lavoro più svariati sabati ora non riuscire a portare a termine una giornata di 6 ore mi uccide dentro… Io vorrei la memoria e una cosa vergognosa e spesso dimentico quello che st tornare ad essere quella di prima… E con tutto il rispetto per chi soffre di artride reumatoide non credo sia giusto affermare che la fibro non è niente in confronto, bisogna vedere il livello di dolore che si ha, e quali organi colpisce….. A me con l’arrivo della fibro sono sparite le mestruazioni all età di 39 anni, mi è arrivata artrosi spalle anche mani, e piedi, faccio fatica a fare le scale, ho mal di testa perenni, con parastesie facciali, gli occhi mi bruciano e spesso vedo male, ho la memoria che fa schifo, e spesso dimentico quello di cui sto parlando, senza menzionare la schiena, e la cervicale, messe malissimo, ho la sindrome di Arnold chiari. La spondilodiscoartrosi,… Be non direi che chi ha la fibro possa fingere,, …

  11. Ho letto tutti i commenti e mi sono ritrovata in tantissimi/e di voi. Io per fortuna ho trovato una cura che mi ha aiutato. Ho scoperto di avere la fibromialgia a febbraio nel 2019 , anche se da anni avevo il dubbio, grazie ad un bravissimo medico internista che finalmente ci aveva capito qualcosa. Gli altri purtroppo continuavano a dire che ero solo stressata e depressa. Il dottore, molto bravo, umano e preparato, mi ha consigliato l’ozonoterapia. ho fatto nove sedute tra giugno e luglio e sono tornata “quasi” come nuova. ho ripreso la mia vita in mano ed ho smesso di buttarmi giù. Da qualche settimana purtroppo sto di nuovo male ma ho già preso appuntamento per un nuovo ciclo. Spero di tornare a stare bene. Spero anche che questa legge passi perché l’anno scorso ho speso 4000 euro in visite mediche ed è tanto per una famiglia…soprattutto perché io non lavoro ed ho 2 bambini piccoli. Vorrei tanto di aver dato un pò di speranza a qualcuno.

    1. Be, l’ozzonoterapia dove l’ha fatta in quale parte del corpo, in quanto anch’io l’ho fatta ma per le ernie discali alla schiena, non vorrei che lei abbia gli artrosi sia nel sangue che ossei, ed ha curato quelli.
      Anch’io soffro di artrosi nel sangue livello 4 e in svariate parti del corpo da circa 20 anni, come tè ho fatto 8 sedute di ozono terapia alla schiena e mi ha risolto il problema per circa 10/15 anni ora si stanno ripresentando ma li tengo sotto controllo con la Salazopirina e antinfiammatori vari. E da qualche tempo che sto soffrendo di una forma Fibromialgica dolori muscolari in vari punti in alternanza, e i reumatologi mi hanno consigliato degli anti depressivi (tipo “EiN”) che agiscono sul rilassamento dei muscoli i quali si sono rilevati efficaci oltre sempre ad altre compresse antinfiammatori nonché a casa avendo a disposizione un macchinario di ultrasuoni associato gel e pomata riscaldante per i dolori, ho risolto e tamponando il problema.

  12. ciao sono Cristina è da 5 anni che convivo con questa malattia, ho girato quasi tutti gli ospedali di Milano per capire
    cosa fosse, ma da quasi tutti i medici mi sentivo rispondere
    che i dolori che avevo e ho tutti ora, erano dovuti allo stress.
    Per fortuna, ora, mi sta aiutando un medico dell ospedale di Siena
    che ha capito finalmente il problema.
    Speriamo che questa leggi passi perché le spese sono enormi

  13. Buongiorno, non ho letto tutti i commenti ma dai primi capisco i disagi e le sofferenze visto che mia moglie soffre di questa patologia fantasma. in questi anni ho capito bene che l’iter di riconoscimento di questo malessere è lungo e difficile e, per molti, arriverà quando sarà troppo tardi. ho scritto a ministri, senatori, onorevoli, funzionari, ma tutti si nascondono dietro la burocrazia e, oggi, dietro il covid. L’Istituto Superiore di Sanità ha risposto chiaramente e più volte che senza la ricerca e la sperimentazione non può parametrare il tipo di supporto e le caratteristiche dei livelli di invalidità. non servono altri disegni di legge, ne sono stati presentati già diversi dal 2012 ad oggi e la risposta è sempre la stessa. se qualche consulente è in grado di cambiare la nostra condizione siamo certamente disponibili, senza inutili esborsi economici.

  14. Sono già in pensione e chiedo se a Milano ci sono specialisti per la fibromialgia, ho fatto visita da un reumatologo, ma senza successo

  15. Ho la Fibromialgia, fatto Ozono terapia che ha funzionato per un breve periodo, ma poi mi ha presso altre parte del corpo e mi si muovano i dolori di qua e di la, tante volte vengo privata delle mie forze dopo aver caricato una semplice borsa della spesa e devo andare a letto dopo posso stare un po, ma dopo non più, poi mi siedo, ma dopo mi fa male l’osso sacro, mi ci metto in piedi e mi fanno male piedi e ginocchi, insomma, non è un piacere!

Rispondi a Alessandra Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube