Diritto e Fisco | Articoli

Come aprire conto corrente online gratis

30 Giugno 2019 | Autore:
Come aprire conto corrente online gratis

Conti correnti a zero spese: quali sono, come è possibile usufruirne, le caratteristiche.

Sei stanco di recarti in banca e fare file per effettuare un bonifico. Hai mai sentito parlare dei conti correnti online gratis? Aprendone uno, cosa ti è consentito fare? Quali sono i migliori conti correnti online a spese zero presenti sul mercato? Il conto corrente online gratis è un conto corrente che permette di fare tutte le operazioni bancarie da casa, utilizzando l’home banking, a costi zero. Quindi, rimanendo seduti comodamente alla propria scrivania, tramite computer si possono ad esempio effettuare bonifici, visionare l’estratto conto, ricaricare il credito del cellulare o le carte prepagate, saldare le bollette, senza pagare i costi annuali di canone e senza spese fisse di gestione.

Inoltre, il conto corrente a zero spese ha il vantaggio dell’esenzione dell’imposta di bollo. Se pertanto, vuoi sapere come aprire un conto corrente online gratis, stai leggendo l’articolo giusto poiché qui troverai tutte le informazioni che ti servono.

Ma com’è nato questo tipo di conto corrente? Si tratta di un prodotto introdotto inizialmente dalle banche online, le quali avendo la necessità di emergere nel mondo bancario, hanno pensato di offrire qualcosa di innovativo e concorrenziale rispetto ai conti correnti ordinari. E’ stata questa, una novità che ha funzionato, tanto che oggi molti istituti di credito tradizionali presentano la stessa tipologia di prodotto. Va comunque, ricordato che ogni banca può applicare proprie condizioni e spese extra sul conto corrente online gratis. Pertanto, prima di aprirne uno, è opportuno tenere conto di tale circostanza.

Cos’è un conto corrente

Il conto corrente è uno strumento bancario che viene utilizzato per la gestione del proprio denaro e serve quindi sia ad amministrare i propri risparmi sia ad organizzare e monitorare le proprie entrate ed uscite finanziarie. Le operazioni che possono essere svolte mediante l’apertura di un conto corrente sono diverse come ad esempio:

  • accredito dello stipendio o della pensione;
  • uso di assegni/bancomat/carta di credito;
  • effettuare e ricevere bonifici;
  • domiciliazione delle utenze (telefono, gas, luce, ecc.);
  • ottenere l’estratto conto;
  • prelievo/versamento bancomat.

Molte banche consentono l’apertura di conti correnti online. Basta riempire i moduli indicati sul sito dell’istituto di credito, inserendo i propri dati personali come nome, cognome, indirizzo di fatturazione e così via. Durante la procedura di apertura online bisogna anche inserire in formato pdf o jpg una copia valida del proprio documento d’identità. In alternativa, è possibile rivolgersi alla filiale più vicina della banca scelta, laddove è presente spesso uno sportello dedicato che permette di aprire un nuovo conto.

I costi del conto corrente dipendono dalla tipologia di conto scelto e dalla banca. La maggior parte richiede un canone mensile, che dipende dalle funzioni che si vogliono avere a disposizione. Inoltre, spesso è previsto anche un canone per la carta di credito. Tuttavia, è possibile l’azzeramento di alcune voci di spesa come nel caso di molti conti correnti online (si pensi ad esempio alle spese per l’apertura, all’imposta di bollo, all’invio di comunicazioni come l’estratto conto, ecc.).

Per la chiusura del conto corrente nella maggior parte dei casi bisogna presentare una richiesta scritta all’istituto di credito che detiene il conto. In alcuni casi è sufficiente inviare una mail mentre in altri è necessario recarsi in filiale, specificando i motivi della chiusura.

Peraltro va ricordato che nel giugno del 2018 [1] il ministero dell’Economia e Finanze ha stabilito nuove regole e disciplinato il così detto conto “base” a zero spese, che le banche devono predisporre a favore della propria clientela. Si tratta di un conto corrente minimale che consente di fare le operazioni bancarie minime tipiche del consumatore, il quale non ha particolari esigenze finanziarie.

Il conto “base” può essere richiesto solo dai soggetti che possiedono determinate caratteristiche reddituali e più precisamente quei consumatori che hanno un reddito Isee inferiore a € 11.600 e i pensionati che percepiscono non più di € 18.000 lordi l’anno. E’ comunque previsto un canone annuo onnicomprensivo a fronte del pagamento del quale si può usufruire di tutta una serie di servizi, come un numero limitato di bonifici annuali, sia in entrata che in uscita o di prelievi di contante dal bancomat.

Inoltre è possibile compiere un numero limitato di operazioni quali l’accredito dello stipendio o della pensione o il pagamento delle utenze domestiche principali.  E’ anche previsto un bancomat collegato al conto corrente con cui poter operare allo sportello automatico. Se si supera il numero di operazioni consentite vi è l’addebito di ulteriori spese, comunque ragionevoli.

E’ possibile approfondire l’argomento relativo al conto “base” a zero spese attraverso la lettura dell’articolo “Conti corrente a zero spese: quali sono?”.

Perché scegliere il conto corrente online gratis

I conti correnti online gratuiti sono di solito molto vantaggiosi per chi non ha esigenze molto particolari in fatto di operazioni bancarie, come pensionati, lavoratori dipendenti o giovani. Tuttavia, anche chi ha esigenze più specifiche (si pensi ad esempio a chi effettua online la compravendita di azioni, obbligazioni, ecc.) può trovare in alcuni conti correnti la risposta, gratuita, alle proprie esigenze di gestione finanziaria. In generale, per scegliere il conto corrente online gratis più conveniente occorre valutare i servizi di cui l’utilizzatore ha bisogno. A tal fine, è opportuno confrontare tra loro le varie proposte delle diverse banche in quanto un conto potrebbe essere molto conveniente per un soggetto e meno per un altro, il quale ad esempio necessita di un servizio particolare non incluso nel canone zero.

Per avere un’idea delle differenti offerte presenti sul mercato sono di seguito riportati alcuni conti correnti online gratuiti considerati tra i migliori attualmente in circolazione, dei quali vengono spiegate le modalità di apertura e le caratteristiche collegate a ciascuno di essi.

Conto N26

Iniziamo dal conto N26, offerto dall’omonima banca tedesca, conosciuta per affidabilità e serietà. Tale tipo di conto corrente non presenta costi di gestioneinteressi sul saldo.

Per aprire il conto corrente N26 occorre scaricare l’apposita app sul proprio smartphone – che supporti iOS 9 o Android – oppure si può utilizzare il computer, collegandosi al sito. ‎La procedura prevede la registrazione e l’autenticazione. La banca, ricevuta la richiesta, procede ad una verifica dei dati riportati nel modulo iniziale e dell’identità fornita prima di inviare un sms o un’e-mail, che vale come comunicazione di avvenuta stipulazione del contratto.

Per perfezionare l’apertura del conto è necessario caricare la fotografia di un proprio documento di riconoscimento (carta d’identità o passaporto) e scattare un selfie sull’app N26. Al momento dell’apertura del conto, viene assegnata una carta Mastercard.

Per potere aprire il conto N26 sono richieste due condizioni:

  • il richiedente deve trattarsi di una persona fisica;
  • ogni cliente non può possedere più di un conto corrente N26.

Le caratteristiche del conto N26 consistono in:

  • il cliente può effettuare prelevamenti da qualsiasi sportello automatico, così detti Atm (Automated teller machine) senza pagare alcuna commissione su tutto il territorio della Comunità Europea. Nei Paesi dove non è accettato l’euro come valuta di pagamento, è applicata una commissione pari al 1,7% sui prelievi di contanti in valuta straniera;
  • i bonifici sono gratuiti, sia quelli inviati sia quelli ricevuti all’interno dei Paesi facenti parte dell’Area economica europea nonché in Svizzera. Per quelli da effettuare in un Paese che non rientra nello Spazio economico europeo (See), l’app del conto N26 prevede la possibilità di fare bonifici in 19 valute grazie ad un servizio realizzato in partnership con TransferWise. L’operazione è gratuita e l’app calcola in automatico l’importo del bonifico nelle rispettive valute;
  • è possibile effettuare trasferimenti di denaro mediante MoneyBeam, che è una sorta di via di mezzo tra MoneyGram e PayPal;
  • se il cliente possiede un dispositivo Apple può pagare nei negozi tramite Apple Pay, per cui le transazioni risultano concluse in tempo reale.

Hype

Hype è una carta conto di Banca Sella, associata a una carta di credito del circuito Mastercard, attraverso la quale si possono gestire i propri risparmi, ricevere lo stipendio o la pensione oppure effettuare pagamenti direttamente dal proprio smartphone. E’ utilizzabile da chi ha compiuto 12 anni.

Per poterla attivare è necessario registrarsi sul sito, compilando un apposito modulo e seguire la procedura ivi descritta passo-passo. A completamento della stessa, si riceve la carta Hype direttamente a casa in pochi giorni.

Hype non prevede alcun costo di attivazione e fornisce in maniera totalmente gratuita una carta contactless con codice Iban. La carta contacless è quella che consente di completare un acquisto semplicemente posizionandola vicino al Pos (point-of-sale), ossia l’apparecchio per le transazioni attualmente in uso in quasi ogni esercizio commerciale. Non si pagano neanche costi per le operazioni eseguibili sul proprio conto (ad esempio si possono inviare e ricevere bonifici gratis). Questo tipo di carta consente di effettuare acquisti nei negozi e online e ri-guadagnare fino al 10% sui propri acquisti, se si sceglie una delle offerte proposte nell’apposita area del sito ufficiale.

Esistono però, delle limitazioni:

  • è possibile ricaricare sul proprio conto fino a € 2.500 all’anno;
  • le ricariche giornaliere devono essere inferiori a € 500 euro;
  • i prelevamenti presso gli sportelli automatici non possono superare i € 250 al giorno.

Widiba

Widiba fa parte del gruppo Montepaschi ed è attiva in Italia dal 2014. Per aprire il conto corrente online bisogna seguire la procedura descritta sul sito.

Più precisamente occorre cliccare su Apri il conto e seguire 6 step:

  1. inserimento dati anagrafici del richiedente;
  2. personalizzazione del conto;
  3. trascrizione dei dati del documento di identità;
  4. autocertificazioni;
  5. firma digitale;
  6. riconoscimento

Il conto corrente Widiba è a zero spese, sia di apertura che di gestione, per i nuovi clienti per i primi 12 mesi; include una carta di debito gratuita, il deposito titoli, la firma digitale e la casella Pec gratuite fino a quando si resterà cliente Widiba.

Conto corrente Arancio

Il conto corrente Arancio di Ing Direct è stato uno dei primi conti correnti online gratis in Italia. Per aprirlo bisogna:

  1. accedere al sito;
  2. firmare il contratto con firma digitale e caricando i documenti telematicamente;
  3. attivare il conto tramite webcam;
  4. fare il primo versamento per iniziarlo ad usare.

L’apertura e la chiusura del conto sono gratuite. Se si accredita lo stipendio/pensione, le principali operazioni svolte sul conto corrente sono a costo zero: i prelievi, le ricariche telefoniche, i bonifici e la consultazione dell’estratto conto online.

Nell’offerta di conto corrente Arancio sono incluse una carta di debito Mastercard contactless e una carta prepagata MasterCard virtuale a canone zero. In aggiunta, si può richiedere la carta di credito Mastercard Gold, che ha un canone di € 2 al mese, azzerabile se la si utilizza per una spesa di almeno € 500 al mese o in caso di rateizzazione di una spesa con il nuovo servizio Pagoflex.

Webank

Webank è considerata una delle migliori banche online presenti sul mercato, la quale fa capo al gruppo Banco Popolare di Milano, che oggi opera all’interno delle regioni Lombardia, Piemonte e Veneto.

È possibile aprire il conto corrente Webank direttamente online, senza che ci sia la necessità di recarsi presso una filiale. La procedura consente di identificare il soggetto che richiede l’apertura del conto, direttamente via telefono e fornendo soltanto i dati della carta di identità, del codice fiscale e il numero di telefono. Occorre poi, provvedere a riempire il modulo presente sul sito con le generalità e seguire una procedura facile e immediata. Questo permette di utilizzare il conto corrente Webank in poco tempo.

Le caratteristiche di questo conto corrente online sono:

  1. nessuna spesa per l’apertura del conto;
  2. operazioni illimitate gratuite;
  3. nessuna spesa per la carta di debito internazionale collegata al conto;
  4. nessun canone annuo per la carta di credito Cartimpronta One;
  5. home banking e phone banking gratuiti;
  6. nessun costo per i prelievi agli sportelli automatici.

Conto di Crédit Agricole

Il Conto Crédit Agricole è il conto corrente online del gruppo Cariparma Crédit Agricole la cui apertura è completamente gratuita quindi, zero spese e zero canone mensile se le operazioni vengono compiute telematicamente.

Per aprire il conto corrente occorre collegarsi al sito del Crédit Agricole, scegliendo una filiale virtuale di riferimento. Quindi, si passa alla compilazione dell’anagrafica e di un questionario obbligatorio in ambito della normativa antiriciclaggio.

L’ultima fase è quella del riconoscimento/identificazione, che può avvenire in due modi:

  • tramite bonifico bancario, effettuando l’operazione da un altro conto corrente bancario;
  • mediante selfie e con un documento d’identità.

Avvenuto il riconoscimento, il richiedente dovrà attendere la conferma dell’apertura di conto di Crédit Agricole.

I vantaggi legati all’apertura di questo tipo di conto corrente sono dati da:

  • la possibilità di prelevare e/o versare contanti e assegni presso gli sportelli automatici del gruppo Crédit Agricole in modo gratuito, per qualsiasi importo;
  • la gestione gratuita del conto tramite Nowbanking. Le operazioni vengono svolte scaricando un’app per smartphone oppure da computer, accedendo all’area personale sul sito Crédit Agricole;

Inoltre, inclusa nel servizio di conto corrente senza canone vi è la carta di debito, denominata Easy Cash, che può essere utilizzata per prelevare gratuitamente presso gli sportelli automatici Crédit Agricole, per pagare nei negozi con Pos e per il pedaggio autostradale. I correntisti possono anche chiedere la carta di credito CartaSi/Nexi del circuito MasterCard, in versione Classic o Oro. La carta è gratuita per i primi 12 mesi, successivamente avrà un canone annuo di 30,99 euro.

Che Banca

Che Banca propone l’apertura di un conto corrente denominato Conto Digital, accedendo al sito e richiedendolo in pochi click, da pc, tablet o smatphone. A tal fine bisogna:

  1. caricare i documenti di riconoscimento online oppure fotografarli con la webcam o con lo smartphone;
  2. sottoscrivere il contratto con la firma elettronica avanzata (Fea);
  3. ricevere la conferma di apertura del conto via mail insieme alle istruzioni per poterlo utilizzare.

E’ possibile anche iniziare la procedura di apertura telematicamente e poi, spedire il contratto e la copia dei documenti di identità.

Conto Digital prevede:

  • nessun canone mensile, se le operazioni vengono compiute online;
  • zero spese per l’imposta di bollo anche se si supera una giacenza media di € 5.000 annui;
  • operazioni illimitate online e telefoniche (vedi l’accredito dello stipendio e delle pensioni, la domiciliazione di utenze, i pagamenti di bollettini e ricariche telefoniche);
  • carta di debito gratuita mediante la quale effettuare prelievi gratis in tutto il mondo.

note

[1] Decreto del ministero dell’Economia e Finanze n. 70 del 03/05/2018.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Dovreste anche parlare della discriminazione che avviene di continuo con iban europei

    (n26 nonostante sia passata a iban italiano a marzo 2020 continua ad essere discriminata)

    art. 9 del regolamento n. 260/2012

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube