Diritto e Fisco | Articoli

EasyTax Assistant: l’app che semplifica la dichiarazione dei redditi

2 Luglio 2019 | Autore:
EasyTax Assistant: l’app che semplifica la dichiarazione dei redditi

Documenti fiscali catalogati e analizzati, agevolazioni e scadenze sotto controllo: 730 e modello Redditi più facili con l’app EasyTax Assistant.

Sei un dipendente, un disoccupato o un pensionato, e sei preoccupato per la presentazione della dichiarazione dei redditi? Per compilare e inviare il modello 730 hai poco tempo: l’ultimo giorno utile per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate, direttamente tramite l’applicazione web, è infatti il 23 luglio 2019.

Se non riesci a rispettare questa scadenza, o se hai la partita Iva, puoi presentare la dichiarazione annuale col modello Redditi sino al 2 dicembre 2019 (è tollerato un ritardo massimo di 90 giorni, dietro pagamento di una sanzione, e non è consentito, con questo modello, inviare la dichiarazione congiunta).

Sia che tu debba inviare alle Entrate il modello 730, precompilato ed eventualmente congiunto, sia che tu debba inoltrare il modello Redditi, hai a disposizione EasyTax Assistant: l’app per semplificare la dichiarazione dei redditi.

Grazie a questa innovativa applicazione, puoi sapere quali tasse devi pagare ed a quanto ammontano gli importi da versare, di quali agevolazioni fiscali puoi fruire e quali sono le scadenze da ricordare. Hai una marea di documenti da verificare? Nessun problema: EasyTax Assistant li analizza e li classifica in automatico, pronti per essere inviati ordinatamente al tuo consulente o commercialista.

Insomma, con quest’applicazione la dichiarazione dei redditi diventa una passeggiata. Come dici? Non sai proprio nulla sulla dichiarazione dei redditi? Proviamo a fare il punto della situazione allora!

Che cos’è il 730 e chi deve presentarlo?

Il 730 è il modello di dichiarazione dei redditi che deve essere presentato dalla generalità dei lavoratori dipendenti e dei pensionati. Con questo modello puoi infatti dichiarare i redditi di pensione, di lavoro dipendente, l’indennità di disoccupazione, i redditi dei terreni e dei fabbricati, assieme a numerosi redditi diversi (come quelli da lavoro autonomo occasionale). Non solo: nel 730 puoi anche scaricare molte spese sostenute nell’anno, come le spese mediche, previdenziali o d’istruzione, ad esempio.

Per i costi sostenuti puoi ottenere delle deduzioni (in questo caso, le spese riducono il reddito imponibile, cioè il reddito da tassare), oppure delle detrazioni (in questo caso, le spese riducono l’imposta dovuta), o, ancora, dei crediti d’imposta. Ed è qui che entra in gioco EasyTax Assistant: l’App ti informa su tutte le agevolazioni fiscali – appunto, deduzioni e detrazioni – cui hai diritto, in base al tuo profilo fiscale e ai documenti che, nel corso dell’anno, puoi caricare all’interno dell’Applicazione.

Che cos’è il 730 precompilato?

Il modello 730, per la generalità dei contribuenti, è già compilato dall’Agenzia delle Entrate e reso disponibile all’interno del suo sito web: in pratica, accedendo al portale web delle Entrate, puoi trovare la tua dichiarazione già compilata, con l’indicazione dei redditi che hai percepito e dei costi deducibili e detraibili che hai sostenuto, assieme ai crediti che ti spettano. Questo è possibile grazie ai dati che gli enti, le aziende e i professionisti sono obbligati a comunicare al fisco.

Non te la senti di presentare il 730 autonomamente, servendoti della dichiarazione precompilata? Puoi sempre affidarti a un Caf o a un professionista di fiducia, che avrà comunque cura di verificare i dati già inseriti dalle Entrate. A questo proposito, è bene sapere che anche nella dichiarazione precompilata ci possono essere degli errori: sei dunque tenuto a verificare i dati precaricati. EasyTax Assistant, analizzando e catalogando i tuoi documenti, può diventare un prezioso aiuto per te e per il tuo consulente.

L’applicazione, inoltre, è particolarmente utile se possiedi più fonti di reddito, per capire quali sono le agevolazioni alle quali hai diritto e quante sono le imposte realmente dovute.

Che cos’è il 730 congiunto?

Se sei sposato, percepisci redditi di lavoro dipendente o di pensione (o li percepisce tua moglie/ tuo marito), e né tu né il tuo coniuge siete obbligati a presentare il modello Redditi?

Potete presentare il 730 congiunto: si tratta del modello 730 che contiene redditi, spese, acconti e ritenute di entrambi i coniugi. Col 730 congiunto, in pratica, i modelli di dichiarazione restano comunque due ed il calcolo delle tasse (dovute o a credito) è effettuato separatamente: la liquidazione delle imposte, però, è effettuata in capo ad uno solo dei coniugi, il dichiarante. In parole semplici, è soltanto il sostituto d’imposta del dichiarante (Inps, datore di lavoro o altro ente) ad effettuare il rimborso o a trattenere le imposte dovute da marito e moglie, nella busta paga o nel cedolino di pensione.

Il 730 congiunto è disponibile anche in forma precompilata, nel sito delle Entrate. Se hai intenzione di presentare il 730 congiunto, l’utilizzo dell’app EasyTax assistant può aiutarti molto: in un click hai infatti sott’occhio redditi, spese e agevolazioni, sia tue che del tuo coniuge, e non rischi di perderti in un mare di cartacce e calcoli. Anche il tuo consulente di fiducia lo apprezzerà molto.

Che cos’è il modello Redditi?

Hai la partita Iva aperta, percepisci redditi particolari (come quelli da partecipazione), oppure, semplicemente, non hai fatto in tempo a presentare il 730? Devi allora presentare la dichiarazione fiscale col modello Redditi.

Per presentare il modello, normalmente, c’è tempo sino al 30 settembre, ma per il 2019 la scadenza è stata prorogata al 2 dicembre. Non riesci a presentare il modello in tempo? Hai altri 90 giorni di tempo per presentarlo tardivamente, col pagamento di una sanzione.

Con EasyTax Assistant, però, le scadenze non sono più un problema: l’app, costantemente aggiornata, ti segnalerà, secondo il tuo profilo fiscale, entro quando devi inviare la dichiarazione e i relativi versamenti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube