Diritto e Fisco | Articoli

Rinuncia eredità dopo passaggio proprietà auto

13 Luglio 2019
Rinuncia eredità dopo passaggio proprietà auto

Vorrei sapere se una persona può fare la rinuncia all’eredità dopo avere effettuato il passaggio di proprietà dell’auto di mio zio dopo la sua morte.

E’ necessario innanzitutto premettere che il chiamato all’eredità può sempre rinunciare all’eredità con dichiarazione ricevuta da notaio o dal cancelliere del Tribunale (art. 519 cod. civile).

L’unico limite temporale è il termine di 10 anni dall’apertura della successione, lo stesso previsto per la prescrizione del diritto di accettare.

Tuttavia, a differenza della rinuncia, che è sempre revocabile finché non sia prescritto il diritto di accettare (e sempre che nel frattempo l’eredità non sia stata devoluta ad altri eredi, art. 525 cod. civile)), invece l’accettazione non è mai revocabile, e fa quindi perdere il diritto di rinunciare successivamente all’eredità.

Nel caso sottoposto alla nostra attenzione, si deve presupporre che chi ha effettato il passaggio di proprietà di un’ auto intestata allo zio defunto avesse necessariamente accettato l’eredità dello zio: infatti, poiché l’auto è un bene mobile registrato presso il PRA, l’erede non avrebbe potuto formalizzarne il passaggio di proprietà se non dimostrando di esserne proprietario, per l’appunto tramite atto di accettazione dell’eredità.

Per quanto sopra detto, l’erede che ha effettuato il passaggio di proprietà dell’auto dello zio defunto non potrà successivamente rinunciare all’eredità di quest’ultimo.

Articolo tratto da una consulenza dell’Avv. Filippo Bellinzoni


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA