Lavoro e Concorsi | Articoli

Inps: 5mila assunzioni in arrivo

4 Luglio 2019 | Autore:
Inps: 5mila assunzioni in arrivo

Tra il 2019 e il 2020 sono previsti 5.400 nuovi dipendenti nell’organico dell’Inps: a breve quasi duemila assunzioni in sostituzione dei cessati con quota 100.

Ben 5400 nuove assunzioni all’Inps: ad annunciarlo, in un post su Facebook, è il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, assieme al presidente dell’istituto Pasquale Tridico.

Il Presidente, in particolare, ha fornito delle importanti spiegazioni sui nuovi ingressi, in occasione della presentazione della Relazione programmatica 2020-2022 del Civ dell’Inps: 3.507 dipendenti sono già entrati nell’istituto dal 1° luglio, e oggi concludono le giornate formative; 1.869 dipendenti saranno poi assunti nel 2020, in sostituzione del personale che si pensionerà con quota 100.

I dettagli delle assunzioni saranno delineati questo pomeriggio dal ministro Di Maio in una diretta Facebook. In base a quanto reso noto sinora, sarà previsto un nuovo concorso per la selezione entro il 2020 dei 1869 dipendenti.

L’assunzione dei 3.507 consulenti della protezione sociale può essere invece realizzata grazie al precedente maxi concorso dell’Inps:

  • a tal proposito, il 1° luglio hanno firmato i contratti di lavoro i primi 3.009 consulenti della protezione sociale, selezionati in base al concorso pubblico, per titoli ed esami, nei ruoli del personale dell’Inps area C – posizione economica C1;
  • l’istituto, utilizzando le facoltà di assunzione ordinarie, calcolate sui risparmi derivanti dalle cessazioni 2017 e 2018, potrà poi procedere entro il 2019 all’immissione in ruolo a tempo indeterminato dei rimanenti 498 candidati idonei (che nel frattempo saranno assunti a tempo determinato).

A questi ingressi si accompagna l’ulteriore procedura di selezione per 1404 medici esterni e 407 operatori sociali ed esperti della materia.

Ai medici saranno conferiti incarichi individuali con contratto di lavoro autonomo per lo svolgimento di prestazioni libero professionali per l’espletamento di adempimenti medico-legali.

Agli operatori sociali ed agli esperti saranno conferiti incarichi individuali con contratto di lavoro autonomo, per lo svolgimento di prestazioni libero professionali per l’espletamento di adempimenti sanitari di competenza istituzionale, in relazione agli obblighi di legge.

In definitiva, l’Inps sarà interessato da un radicale rinnovamento, con un tasso di sostituzione previsto del 100%: si tratta dell’evento più grosso di assunzioni mai avvenuto nella Pubblica Amministrazione.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA