Diritto e Fisco | Articoli

Caf e liquidazione delle competenze di fine rapporto

3 Agosto 2019
Caf e liquidazione delle competenze di fine rapporto

Dopo la liquidazione delle competenze di fine rapporto, la mia ex azienda di assicurazioni ha prodotto un prospetto TFR con soltanto i totali generali e la rivalutazione e in coda la richiesta della firma della liberatoria. Il caf mi ha fornito un prospetto diverso, diviso per anno e importo TFR lordo per ogni anno. Totalizzando gli importi di tutti gli anni risulta un totale generale diverso dal quello del prospetto aziendale, pare che mi siano state versate somme in più del dovuto riguardo al TFR.

Via pec ho fatto presente la cosa e ho chiesto più volte un prospetto analogo a quello del caf con specificazione dei criteri di calcolo, ma l’azienda è stata restia nel non dare tale prospetto. Mi trovo con ciò obbligato a rivolgermi ad un professionista diverso dal caf per un nuovo conteggio per capire chi abbia ragione, non ho ancora firmato la liberatoria. Cos’altro posso fare?

Sulla base di quanto il lettore ha riportato nel quesito e non potendosi avere dati supplementari si può solo indicare (supponendole) le possibili variabili dei due conteggi fatti. 

Il rapporto di lavoro dipendente è disciplinato dagli articoli del CCNL di categoria che nel suo caso è quello “assicurazioni – personale dipendente” siglato, nel 2017 con scadenza 31/12/2019, con le maggiori organizzazioni sindacali italiane (FIRST-CISL, FISAC-CGIL, FNA, SNFIA, UILCA). 

Gli articoli del CCNL che sviluppano la normativa, la gestione della risoluzione del rapporto di lavoro e la conseguenziale erogazione del trattamento di fine rapporto sono gli articoli che vanno dal numero 68 all’80.

Per prima cosa si deve dire che in vent’anni di professione della scrivente come consulente del lavoro non è stato mai consegnato il prospetto di calcolo della liquidazione del TFR ma semplicemente la busta paga del mese di cessazione del rapporto con l’importo totale da erogare. 

Lo scopo del prospetto riepilogativo del TFR è quello di evidenziare nel dettaglio come si perviene agli elementi esposti nella busta paga TFR, in relazione soprattutto al diverso trattamento fiscale dei 2 periodi: quello antecedente la data del 31/12/2000 e quello successivo, ma viene richiesto solo nel caso in cui il dipendente non si ritrovi con le somme elargite a saldo del dovuto. 

Nessun dipendente ha mai chiesto alla scrivente il prospetto di dettaglio e tanto meno si è lamentato per aver percepito di più a titolo di trattamento di fine rapporto. 

Per quel che riguarda invece i conteggi che hanno ricondotto a totali discordanti le uniche variabili possibili possono essere gli emolumenti aggiuntivi alla retribuzione che diventano computabili ai fini del calcolo del TFR quali l’indennità di mancato preavviso, i premi di rendimento, le indennità sostitutive di ferie e permessi o i fringe benefit che molto probabilmente non sono stati conteggiati dal caf. Lo stesso discorso può farsi per le eventuali provvigioni di acquisto a carattere non occasionale percepite dal personale che vengono riconosciute e computate, ai fini del trattamento di fine rapporto, nella misura del 100%. 

Se nel conteggio elaborato dal caf mancano tali emolumenti computabili nella base imponibile è possibile spiegare il motivo per cui si arrivi ad un totale inferiore a quello che il lettore trova nella sua busta paga. 

Se vuole comunque capire quale dei due conteggi sia quello corretto, il lettore dovrà rivolgersi ad un collega ma si consiglia di reperire tutte le buste paga per poter “lavorare” su dati certi. 

Articolo tratto dalla consulenza resa dalla dott.ssa Maria Anna Galimi



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube