Business | Articoli

Bonus strumenti musicali 2018: cos’è e come funziona

15 febbraio 2018


Bonus strumenti musicali 2018: cos’è e come funziona

> Business Pubblicato il 15 febbraio 2018



Bonus Stradivari: c’è tempo fino a dicembre 2018 per usufruire del bonus per l’acquisto di strumenti musicali. Ecco i dettagli

Come più volte abbiamo avuto modo di sottolineare, sono tantissimi i bonus, le agevolazioni, le detrazioni fiscali e gli esoneri contributivi previsti al fine di promuovere la cultura soprattutto tra i giovani. Sul punto, abbiamo già parlato del bonus cultura 2018 che prevede, in favore dei giovani, l’elargizione di un bonus di 500 euro da spendere in musica, cultura, teatro, ecc. (per saperne di più leggi: Bonus cultura 2018: 500 euro per i giovani; sullo stesso tema potrebbe interessarti anche la lettura dell’articolo: Imprese culturali e creative 2018: bonus del 30%). Per gli appassionati di musica, però, le agevolazioni non finiscono qui. Ed infatti, è possibile anche per quest’anno usufruire del cosiddetto Bonus Stradivari previsto per l’acquisto di strumenti musicali nuovi da parte degli studenti. L’agevolazione in commento, dunque, rientra tra quelle previste al fine di agevolare le spese delle famiglie per i propri figli. Attenzione: per conoscere tutte le agevolazioni ed i bonus previsti per la famiglia, i figli e la casa, devi assolutamente leggere la nostra guida:  Famiglia, figli e casa: tutti i bonus e le agevolazioni 2018.

Ciò premesso, vediamo cos’è e come funziona il Bonus Stradivari 2018 per l’acquisto di strumenti musicali, chi può richiederlo, in cosa consistono le agevolazioni e tutto quello che c’è da sapere in proposito.

Bonus Stradivari 2018: cos’è  

La legge di bilancio 2018 ha prorogato anche per quest’anno la possibilità di richiedere il Bonus Stradivari per l’acquisto di strumenti musicali nuovi da parte degli studenti. C’è tempo, dunque, fino al 31 dicembre di quest’anno per procedere all’acquisto degli strumenti musicali usufruendo di un importante sconto.

Bonus Stradivari 2018: come funziona

Quanto alle agevolazioni, sarà compito dei rivenditori degli strumenti comunicare, mediante i servizi online di Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate, le relative informazioni.

Anche gli studenti, tuttavia, sono obbligati ad una serie di adempimenti per la ricezione del bonus strumenti musicali. Tra questi, la presentazione di una nuova domanda dal primo gennaio 2018 al 31 gennaio 2018, a seguito della proroga avviata con l’ultima Legge di Bilancio. In particolare, dovranno essere allegati dei documenti dopo aver verificato il possesso dei requisiti di base per poter ricevere il bonus Stradivari sull’acquisto degli strumenti musicali. Vediamo, dunque, quali sono questi requisiti ed in cosa consiste, in concreto, il bonus sull’acquisto degli strumenti musicali.

Bonus Stradivari 2018: chi può richiederlo

Il contributo spetta agli studenti iscritti e in regola con il pagamento delle tasse, ai licei musicali, ai corsi preaccademici, ai corsi del precedente ordinamento, ai corsi di diploma di I° e II° livello dei conservatori di musica, agli istituti superiori di studi musicali e alle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Bonus strumenti musicali 2018: per cosa spetta

Il contributo è concesso per l’acquisto di un solo strumento musicale:

  • nuovo;
  • coerente con il corso di studi cui è iscritto lo studente.

Bonus strumenti musicali 2018: a quanto ammonta

Il contributo si applica agli acquisti effettuati nel 2018, per un importo non superiore al 65% del prezzo finale e, comunque, in misura non eccedente 2.500 euro, nel limite complessivo dello stanziamento di spesa di 10 milioni di euro (anziché 15 milioni come previsto per il 2017). Poiché il contributo è erogato nei limiti delle risorse stanziate, l’agevolazione è concessa in base all’ordine cronologico delle richieste comunicate dai rivenditori.

Bonus strumenti musicali 2018: cosa fare

Per accedere al contributo lo studente deve richiedere al conservatorio/istituto un certificato d’iscrizione non ripetibile “per tale finalità”, con cui l’istituzione attesta la sussistenza dei requisiti per usufruire del contributo. 

Gli studenti che hanno chiesto il certificato per beneficiare dello sconto nel 2017/2016, devono chiedere un nuovo certificato per beneficiare del contributo anche nel 2018.

Prima di concludere la vendita il rivenditore/produttore deve comunicare all’Agenzia i seguenti dati:

  • codice fiscale dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il predetto certificato d’iscrizione;
  • strumento musicale;
  • prezzo totale, comprensivo di Iva;
  • ammontare del contributo.

Bonus Stradivari 2018 Agenzia delle Entrate

Per informazioni più dettagliate, i provvedimenti e la scheda completa vi rimandiamo alla lettura del Bonus Stradivari 2018 sul sito del Fisco.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI