Diritto e Fisco | Articoli

L’ufficiale giudiziario può aprire gli armadi?

16 Luglio 2019
L’ufficiale giudiziario può aprire gli armadi?

Pignoramento, perquisizione e ispezione casa: cosa può cercare l’ufficiale giudiziario?

A suonare al campanello della porta di casa tua è l’ufficiale giudiziario. Sapevi che, prima o poi, sarebbe arrivato questo momento. Avevi ricevuto una serie di avvisaglie con la notifica della sentenza di condanna e il successivo atto di precetto: in esso il creditore ti dava 10 giorni di tempo per pagare. Non avendo soldi a sufficienza, hai sperato fino all’ultimo che si trattasse di un bluff. Non è andata così e ora il delegato dal tribunale ti chiede di farlo entrare.

Nel timore di perdere gli oggetti più cari che hai raccolto in questi anni, negli scorsi giorni avevi nascosto alcuni oggetti d’arte, dei gioielli e del denaro contante in un cassetto, sicuro che l’ufficiale non lo avrebbe mai scoperto. Ma ora ti assalgono ugualmente i dubbi e ti chiedi: l’ufficiale giudiziario può aprire gli armadi? Quali poteri di perquisizione e ispezione ha tale soggetto? Ecco alcuni chiarimenti che ti potranno tornare comodi.

Posso evitare di far entrare l’ufficiale giudiziario?

Per prima cosa, scordati di fingere di non essere a casa ed evita di opporre resistenza all’ingresso dell’ufficiale giudiziario. Se anche è tuo diritto chiedergli il tesserino prima di farlo entrare, non puoi lasciarlo sulla porta. Ricorda che si tratta di un pubblico ufficiale che, come tale, è dotato di poteri e autorità concessigli dalla legge.

Leggi, per maggiori dettagli, Come opporsi all’ufficiale giudiziario.

L’ufficiale giudiziario mi può perquisire?

Il Codice di procedura civile stabilisce che l’ufficiale giudiziario ha la possibilità di recarsi a casa del debitore e lì ricercare i beni da pignorare. Lo può fare anche «sulla persona del debitore»: questa espressione usata dal legislatore lascia intendere che l’ufficiale giudiziario può effettuare perquisizioni, «osservando però le opportune cautele per rispettarne il decoro». Il che significa, ad esempio, che non può importi di spogliarti.

Se ti opponi alla perquisizione, l’ufficiale giudiziario redigerà un verbale in cui darà atto di ciò, anche ai fini di una responsabilità penale. Ma non potrà forzarti. Anche qualora dovesse essere accompagnato dai carabinieri o dalla polizia, in assenza di un apposito mandato del Pm, non è possibile usare la costrizione fisica (situazione alquanto improbabile nell’ambito dei procedimenti civili).

L’ufficiale giudiziario può aprire gli armadi?

Similmente a quanto avevamo già detto nell’articolo L’ufficiale giudiziario può aprire la cassaforte?, possiamo affermare che l’ufficiale giudiziario ha il potere di aprire gli armadi senza bisogno di un’apposita autorizzazione o mandato. Non c’è neanche bisogno che questi si faccia accompagnare dalla forza pubblica.

Nella prassi di tutti i giorni è piuttosto raro che un ufficiale giudiziario si metta a frugare nei cassetti alla ricerca di preziosi, limitandosi piuttosto a pignorare ciò che vede. Questo però comporta il rischio che eventuali oggetti di valore di piccole dimensioni possano essere facilmente occultati al creditore.

Ti ricordo comunque che mentire all’ufficiale giudiziario circa la presenza di beni di valore che possono essere pignorati costituisce reato. In pratica, se l’ufficiale giudiziario non trova beni in casa da pignorare, chiede al debitore di dichiarare se, oltre a quelli che si vedono esposti, ha anche altri beni (potrebbe essere un’auto dal meccanico o un tappeto in lavanderia, una tv a casa di un amico, ecc.). Tuttavia, con una recente sentenza [1], la Cassazione ha detto che il reato a carico di chi non collabora con l’ufficiale giudiziario scatta solo se quest’ultimo ha prima avvisato il debitore circa le conseguenze della sua reticenza. In pratica, l’invito dell’ufficiale giudiziario rivolto all’esecutato di indicare cose e crediti pignorabili deve contenere espressamente l’avvertimento della sanzione penale per l’omessa o falsa dichiarazione, nonché il termine entro il quale rendere quest’ultima, costituendo requisito essenziale ai fini della condotta omissiva prevista dal Codice penale.

Oggetti nell’armadio: possono essere pignorati?

Peraltro, anche aprendo l’armadio, l’ufficiale giudiziario incontra alcuni limiti non potendo pignorare una serie di oggetti indicati dalla legge. Tra questi ci sono gli utensili di casa e di cucina se indispensabili al debitore e alla famiglia, le provviste per almeno un mese, i vestiti, la biancheria, armi, decorazioni al valore, lettere, scritti di famiglia, gli stessi armadi, guardaroba, cassettoni salvo non siano di rilevante valore economico (ad esempio per questioni artistiche o di antiquariato).

note

[1] Cass. sent. n. 28516/19 del 1.07.2019.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA