Food | Articoli

Come cucinare le scaloppine di vitello

18 Agosto 2019 | Autore: Angelica Mocco
Come cucinare le scaloppine di vitello

Le scaloppine di vitello sono un secondo piatto semplice e veloce da preparare, adatto a innumerevoli occasioni. Scopri quali tagli di carne utilizzare e cinque gustose ricette per cucinarle.

Le scaloppine sono un piatto tipico della cucina italiana, particolarmente diffuso nelle regioni settentrionali. Si preparano in pochi minuti, utilizzando condimenti semplici e tagli di carne di prima categoria, non solo di vitello, ma anche di maiale, pollo e tacchino.

La ricetta più conosciuta e apprezzata e quella delle scaloppine di vitello al limone, leggermente infarinate e cotte in padella con burro. Queste gustose fettine sono indubbiamente un secondo piatto perfetto per ogni occasione, una soluzione pratica e veloce per una semplice cena in famiglia o con gli amici, ancor meglio se accompagnate con un contorno di patate arrosto o altre verdure di stagione. Qualunque ricetta si decida di seguire, le scaloppine sono una pietanza che non delude le aspettative e risulta gradita a grandi e piccoli.

In questo articolo, trovi cinque sfiziose idee per cucinare le scaloppine di vitello e alcuni consigli per scegliere i tagli di carne più adatti a questo tipo di preparazione.

I migliori tagli di vitello per preparare le scaloppine

Per preparare delle ottime scaloppine di vitello è opportuno prediligere i tagli di prima categoria, che comprendono il quarto posteriore del bovino. Sono particolarmente indicate le parti provenienti dalla coscia, come la fesa, il girello, la noce e lo scamone, tagliate a fettine sottilissime, dal peso di 50 g l’una.

Le carni di prima scelta sono caratterizzate da un basso tenore di grasso e presentano fibre muscolari lunghe e sottili, che conferiscono alle fettine un aspetto liscio e morbido. Per evitare che si asciughino e induriscano, è fondamentale seguire alcuni accorgimenti e non eccedere con la cottura. Per rendere le fettine più tenere, è consigliabile batterle delicatamente con un batticarne, dopo averle coperte con un foglio di carta da forno.

Etichettatura carne di vitello

Per preparare le scaloppine, puoi scegliere se acquistare le fettine di vitello preimballate, dotate di involucro protettivo esterno ed etichetta applicata sulla confezione, oppure rivolgerti al tuo macellaio di fiducia. Nel secondo caso, se le carni sono vendute al dettaglio e preincartate su richiesta, l’operatore ha l’obbligo di fornire le informazioni tramite un cartello apposto accanto al prodotto e applicare successivamente l’etichetta cartacea all’involucro [1].

L’etichetta deve riportare le seguenti informazioni obbligatorie [2]:

  • la denominazione dell’alimento: vitello – “età alla macellazione: inferiore a 8 mesi”, oppure vitellone – “età alla macellazione: pari o superiore a otto ma inferiore a dodici mesi” [3];
  • la quantità netta della carne presente all’interno della confezione o preincartata al momento dell’acquisto;
  • la data di scadenza e le indicazioni per una corretta conservazione;
  • il nome o la ragione sociale e l’indirizzo dell’operatore del settore alimentare che commercializza la carne;
  • il Paese di origine e la provenienza della carne;
  • l’eventuale indicazione “confezionato in atmosfera protettiva”, nel caso in cui sia stato utilizzato un gas di imballaggio per prolungare la conservazione della carne [4].

Per quanto riguarda la rintracciabilità della carne, le informazioni riportate in etichetta sono le seguenti [5]:

  • il numero o il codice di identificazione del bovino o del gruppo di bovini da cui proviene la carne;
  • l’indicazione “macellato in [nome dello Stato membro dell’UE o del Paese terzo]” seguita dal numero di approvazione del macello;
  • l’indicazione “sezionato in [nome dello Stato membro dell’UE o del Paese terzo]” seguita dal numero di approvazione del laboratorio di sezionamento;
  • il luogo di nascita del bovino e il luogo in cui è avvenuto l’ingrasso, eventualmente sostituibili dalla dicitura unica “origine: [nome dello Stato membro dell’UE o del Paese terzo]”, se l’animale è stato allevato e macellato nel medesimo Stato.

Come cucinare le scaloppine di vitello al limone

Le scaloppine di vitello al limone sono un secondo piatto veloce, saporito e semplice da realizzare. Per prepararle in versione senza glutine, è sufficiente sostituire la farina 00 di grano tenero con farina di riso.

Ingredienti

Per cucinare le scaloppine di vitello al limone per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

  • 8 fettine di vitello;
  • il succo di un limone;
  • 40 g di burro;
  • q.b. farina;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Per cucinare le scaloppine di vitello al limone, batti le fettine con un apposito batticarne e passale nella farina di riso, così da ottenere un’infarinatura leggera e uniforme. Fatto questo, spremi un limone, filtra il succo attraverso un colino e tienilo da parte. Sciogli il burro all’interno di una padella antiaderente e cuoci le scaloppine di vitello alcuni minuti per lato, fin quando non risultano leggermente dorate.

Dopo aver insaporito la carne con un pizzico di sale e pepe nero macinato, aggiungi il succo di limone e prosegui la cottura per ulteriori 2 minuti a fuoco vivace, in modo tale da ottenere una salsa densa e cremosa da servire insieme alle fettine. Accompagna le scaloppine di vitello al limone con una fresca insalata mista.

Come cucinare le scaloppine di vitello alla pizzaiola

Sfiziose, aromatiche e invitanti: le scaloppine di vitello alla pizzaiola con capperi, pomodoro e olive nere sono la ricetta ideale per chi ama i sapori tipici della cucina mediterranea.

Ingredienti

Per cucinare le scaloppine di vitello alla pizzaiola per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

  • 8 fettine di vitello;
  • 300 g di polpa di pomodoro;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 cipolla;
  • 1 cucchiaio di capperi;
  • 1 cucchiaio di olive nere denocciolate;
  • q.b. farina;
  • q.b. origano;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Per cucinare le scaloppine di vitello alla pizzaiola, batti le fettine con un batticarne e infarinale con la farina 00 o la farina di riso. Trita finemente la cipolla e rosolala in padella con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio intero. Non appena la cipolla appare ben appassita, aggiungi le fettine di vitello e rosolale un minuto per lato.

Insaporisci le fettine con sale e pepe, unisci la polpa di pomodoro, i capperi, le olive denocciolate a rondelle e una spolverata di origano essiccato. Copri con un coperchio e prosegui la cottura per una decina di minuti. Servi le scaloppine alla pizzaiola insieme al loro sughetto aromatico.

Come cucinare le scaloppine di vitello al marsala

Le scaloppine di vitello al marsala sono un secondo piatto diffuso nel Nord Italia, perfetto da servire come alternativa alle classiche fettine al limone o al vino bianco. Guarnite con salvia e prezzemolo, riusciranno a conquistare anche i palati più esigenti.

Ingredienti

Per cucinare le scaloppine di vitello al marsala per 4 persone sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 8 fettine di vitello;
  • 50 ml di marsala;
  • 100 ml di brodo di carne;
  • 40 g di burro;
  • q.b. farina;
  • 2-3 foglie di salvia;
  • 1 ciuffo di prezzemolo;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Per cucinare le scaloppine di vitello al marsala, batti le fettine con un batticarne, passale in modo omogeneo nella farina e cuocile rapidamente in padella con burro e salvia. Non appena risultano ben cotte e dorate da entrambi i lati, trasferiscile all’interno di un vassoio coperto e tienile al caldo.

Unisci al fondo di cottura rimasto in padella il marsala e il brodo di carne, nel quale avrai sciolto un cucchiaino di farina setacciata. Mescola con un cucchiaio e lascia addensare il sughetto a fuoco vivace. Servi le scaloppine accompagnandole con la salsa al marsala e guarnisci con del prezzemolo fresco tritato.

Come cucinare le scaloppine di vitello alla valdostana

Le scaloppine di vitello alla valdostana sono un piatto stuzzicante e prelibato, simile alle classiche cotolette con fontina e prosciutto cotto. Impanate, cotte in padella con burro e ripassate al forno fino a diventare dorate e croccanti. Provale alla prima occasione per deliziare grandi e piccoli!

Ingredienti

Per cucinare le scaloppine di vitello alla valdostana per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

  • 8 fettine di vitello;
  • 8 fettine di fontina;
  • 8 fettine di prosciutto cotto;
  • 2 uova;
  • 40 g di burro;
  • q.b. farina;
  • q.b. pangrattato;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Per preparare le scaloppine di vitello alla valdostana, batti le fettine con un batticarne e impanale passandole in sequenza nella farina, nell’uovo sbattuto e nel pangrattato. Sciogli il burro all’interno di una padella e attendi che inizi a schiumare, unisci le fettine e cuocile alcuni minuti per lato.

Non appena risultano ben dorate, trasferisci le scaloppine all’interno di una teglia foderata con carta da forno e disponi su ognuna di esse una fettina di prosciutto cotto e una fettina di fontina. Infornale per alcuni minuti a 180° e attendi che il formaggio inizi a sciogliersi. Sfornale e servile ben calde.

Come cucinare le scaloppine di vitello alle erbe aromatiche

Le scaloppine di vitello alle erbe aromatiche sono un piatto semplice, genuino e ricco di gusto. Le fettine vengono cotte in padella con olio extravergine d’oliva e condite con rosmarino, salvia, timo, maggiorana e prezzemolo. Ottime da servire anche nelle occasioni importanti con un contorno di patate arrosto.

Ingredienti

Per cucinare le scaloppine di vitello alle erbe aromatiche per 4 persone sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 8 fettine di vitello;
  • 2 porri;
  • 1 scalogno;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 2-3 foglie di salvia;
  • 1 rametto di timo;
  • 1 pizzico di maggiorana;
  • 1 ciuffo di prezzemolo;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • q.b. farina;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • sale e pepe.

Procedimento

Per cucinare le scaloppine di vitello alle erbe aromatiche, batti le fettine con un batticarne e mescola la farina con gli aromi tritati. Trita finemente anche i porri e lo scalogno, soffriggili con un filo d’olio extravergine d’oliva in padella e unisci le fettine precedentemente infarinate.

Cuoci le scaloppine alle erbe aromatiche da entrambi i lati fin quando non risultano leggermente dorate, sfuma con il vino bianco e fai evaporare l’alcool a fuoco vivace. Insaporiscile con sale e pepe, guarnisci con prezzemolo tritato e portale in tavola.


Di Angelica Mocco

note

[1] D.M. n. 876 del 16.01.2015.

[2] Art. 9 Regolamento (UE) n. 1169/2011.

[3] Allegato VII Regolamento (UE) n. 1308/2013.

[4] Allegato III Regolamento (UE) n. 1169/2011.

[5] Art. 13 Regolamento (CE) n. 1760/2000.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA