Diritto e Fisco | Articoli

Dove costa meno l’assicurazione auto?

25 Luglio 2019 | Autore:
Dove costa meno l’assicurazione auto?

Rc auto: dove costa di più e dove costa di meno? A quanto ammonta il premio assicurativo medio in Italia? Perché al sud l’assicurazione auto costa di più?

Se vuoi circolare in strada con la tua auto, non hai scelta: devi assicurarti. L’assicurazione auto è, infatti, un vero e proprio obbligo di legge e sono previste pene severe nel caso di trasgressione. Il problema di molti automobilisti italiani, però, è che l’assicurazione in questione non costa poco: soprattutto in determinate zone d’Italia l’assicurazione può diventare un onere economico davvero importante, a volte non sostenibile da tutti. Ti sei mai chiesto dove costa meno l’assicurazione auto? E, al contrario, dove costa di più? Se sei curioso di conoscere la risposta, prosegui nella lettura: vedremo dove costa di meno l’assicurazione auto in Italia.

Rc auto: cos’è?

L’assicurazione auto viene anche definita Rc auto, acronimo che sta per responsabilità civile. Cosa significa? Te lo spiego subito: se commetti un sinistro mentre sei alla guida della tua autovettura, non sarai tu a dover risarcire il danno, bensì la tua assicurazione.

Responsabilità civile sta a significare che l’assicurazione ti copre nel caso in cui sei tu ad essere responsabile di un danno: insomma, l’assicurazione si sostituisce a te ogni volta si verifichi un incidente a te imputabile. Ovviamente, ogni polizza prevede delle condizioni: ad esempio, alcune compagnie assicurative escludono la copertura nel caso di sinistro provocato dopo l’assunzione di alcol o di sostanze stupefacenti.

Dove costa di più l’assicurazione auto?

Non perdiamoci in chiacchiere e veniamo subito al punto, partendo, però, dal vedere dove costa di più l’assicurazione auto. È cosa nota che i prezzi più alti delle polizze Rc auto si trovano nelle regioni meridionali: la maglia nera è saldamente detenuta, oramai da anni, dalla Campania e, nello specifico, dalla provincia di Napoli.

In Campania, un’assicurazione auto costa, in media, sui 530 euro a fronte della media nazionale che è di circa 415 euro. A sorpresa, la Campania è seguita da una regione del nord, la Toscana, ove il premio assicurativo medio è di circa 475 euro; la medaglia di bronzo va al Lazio, con un costo medio della Rc auto pari a 465 euro.

Tra le regioni dove l’assicurazione auto costa di più compaiono, subito dopo il Lazio:

  • la Calabria, con 444 euro di premio assicurativo medio;
  • la Puglia, 439 euro circa;
  • la Liguria, 430 euro circa;
  • l’Emilia Romagna, 420 euro circa;
  • le Marche e la Sicilia, 410 euro circa;
  • la Lombardia, 385 euro circa.

Assicurazione auto: dove costa di meno?

Vediamo ora quali sono le Regioni ove l’assicurazione auto costa di meno. Al primo posto in assoluto troviamo la Valle d’Aosta, con un premio assicurativo medio di circa 300 euro; a seguire ci sono il Molise (317 euro circa) e il Friuli Venezia Giulia (320 euro circa).

A livello provinciale, l’assicurazione auto costa meno nelle province di Aosta (290euro circa) e di Oristano pressappoco 295 euro di media), seguite da Biella, Pordenone, Campobasso, Alessandria, Novara, Trento, Vercelli, Cuneo e Bolzano.

Premio Rc auto: da cosa dipende?

Finora ci siamo limitati ad una mera statistica, sulla base dei dati rilasciati dall’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), cioè l’autorità amministrativa indipendente che esercita la vigilanza sul mercato assicurativo italiano. Va tuttavia precisato che l’importo del premio assicurativo auto tiene conto di determinate variabili, quali l’età, gli anni di conseguimento della patente, i sinistri precedentemente causati, le clausole speciali inserite nella polizza, l’importo del massimale.

Questo significa che, se vorrai assicurare la tua auto con una polizza particolarmente ricca (ad esempio, che copre furto e incendio, che garantisce la tutela legale, che copre l’infortunio del conducente, ecc.), potresti trovarti a pagare più di quanto indicato nei precedenti paragrafi.

Assicurazione auto: perché al sud costa di più?

Leggendo i dati sopra riportati, sorge spontanea una domanda: perché l’assicurazione auto costa di più al sud Italia? La spiegazione di questo divario sembrerebbe attribuibile a diversi fattori, quali ad esempio il numero di persone che circolano senza assicurazione obbligatoria, la frequenza degli incidenti e delle truffe perpetrate alle imprese assicuratrici.

Sembra che la pratica di guidare vetture sprovviste di polizza assicurativa sia maggiormente diffusa nelle regioni del Sud: si parla del 15% di mezzi che circolano nel mancato rispetto della legge (rispetto al 6,8% registrato al Nord). Allo stesso modo, è soprattutto nel Mezzogiorno d’Italia che si riscontrano i maggiori casi di truffe ai danni delle assicurazioni. A questo specifico proposito, ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato proprio alle truffe assicurazioni auto.

C’è poi da tenere in debito conto un altro aspetto: come avrai sicuramente dedotto leggendo le statistiche riportate nei paragrafi precedenti, l’assicurazione auto costa meno nelle Regioni più piccole d’Italia. È cosa nota che in Valle d’Aosta, in Molise e in Friuli Venezia Giulia la popolazione sia di gran lunga inferiore rispetto, ad esempio, alla Campania: basti pensare che in quest’ultima regione la popolazione sfiora i sei milioni di abitanti, mentre quella delle prime tre regioni ove l’assicurazione auto costa meno (e cioè, Valle d’Aosta, Molise e Friuli Venezia Giulia), messe insieme, arriva appena al milione e mezzo.

È chiaro, quindi, che in Valle d’Aosta il numero dei sinistri è bassissimo rispetto ad una regione popolosa come la Campania: da tanto si evince perché i premi assicurativi siano nettamente inferiori.

Infine, il numero di sinistri nelle regioni meridionali è superiore a quello delle regioni settentrionali per via del maggiore utilizzo che, nelle prime, viene fatto delle automobili. Ciò è dovuto al fatto che i trasporti pubblici nel Mezzogiorno sono carenti ed offrono un servizio nettamente inferiore rispetto alle più ricche aree del nord.

Se anche al sud i mezzi di trasporto pubblici fossero efficienti come al nord, le persone sarebbero invogliate ad utilizzarli maggiormente, con risvolti positivi sulla circolazione, sull’inquinamento e, ovviamente, sul numero di sinistri, che ne uscirebbe inevitabilmente ridotto.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube