Diritto e Fisco | Articoli

Accesso alla spiaggia: può essere a pagamento?

24 Luglio 2019
Accesso alla spiaggia: può essere a pagamento?

Stabilimenti balneari: possono impedire il passaggio a mare? Ci si può fare il bagno in prossimità del lido?

Sicuramente, ti sarà capitato di visitare qualche lido balneare e di notare che alcuni di essi hanno l’ingresso sulla strada che costeggia il mare, quasi si trattasse di un varco obbligato per lo sbocco al mare. In alcuni casi, per raggiungere la spiaggia, devi attraversare una sorta di ingresso coperto, a volte collegato con il bar, il ristorante o una gelateria. Entrando in tale struttura, qualcuno ti avrà anche chiesto se desideri un ombrellone e una sdraio e tu avrai risposto educatamente di no, spiegando che intendi solo passare per farti un bagno. Magari ti avranno guardato storto come se non fosse possibile varcare l’insegna senza versare il tributo. Ma qual è la normativa sull’accesso alla spiaggia: può essere a pagamento?

In epoca estiva, è sempre bene rispolverare le norme che regolano le concessioni dei lidi. È ciò che faremo qui di seguito, ricordando quali sono i poteri concessi agli stabilimenti balneari e fin dove questi possono spingersi per impedire il passaggio o la sosta agli “estranei”.

Di chi è la spiaggia?

Prima di spiegare se l’accesso alla spiaggia può essere a pagamento, cerchiamo di capire di chi è la proprietà delle spiagge in Italia. I lidi hanno solo delle concessioni sullo sfruttamento di un’area che è e resta dello Stato, quindi, pubblica e di tutti i cittadini. Si tratta del cosiddetto demanio marittimo.

Un lido può imporre il pagamento per accedere alla spiaggia?

Uno stabilimento balneare può chiedere un “pedaggio” a chi intende semplicemente raggiungere la spiaggia o può solo far pagare i servizi come lettini, sdraio e ombrelloni? Secondo la legge italiana [1] e quella dell’Ue [2], tanto l’accesso al mare quanto il transito sulla battigia è libero e non può essere né interdetto né sottoposto a pagamento.

Sentiti, quindi, libero di entrare in un lido, anche se questo non è l’unico sbocco alla riva. Lo stabilimento balneare non può impedire l’accesso alla battigia. Potrai attraversare tutta l’area della concessione sino a raggiungere il mare. In buona sostanza, se anche puoi liberamente entrare nel lido e attraversare la spiaggia con gli ombrelloni per raggiungere la riva, non ti puoi fermare lì, non puoi cioè stendere il telo per prendere il sole. Una volta che sei arrivato sulla battigia puoi rimanervi tutto il tempo che vuoi e farti anche il bagno.

Se il titolare dello stabilimento balneare dovesse chiederti un pedaggio di ingresso o impedirti l’accesso se non prenoti un ombrellone può essere segnalato alle autorità (polizia municipale o capitaneria di porto) che potranno, nei casi più gravi, revocargli la licenza.

Cos’è la battigia

Tecnicamente, la battigia è quella parte di spiaggia contro cui le onde si infrangono e si estende per circa cinque metri dal limitare del mare. Tuttavia, nelle spiagge più piccole, quelle cioè di ampiezza inferiore a 20 metri, la battigia può essere ridotta fino a tre metri. Come anticipato, l’accesso alla battigia è sempre libero e gratuito.

Posso fare il bagno nell’acqua in corrispondenza di un lido?

Come abbiamo detto, il lido possiede la concessione solo sulla spiaggia. Il titolare, quindi, non può vietare l’accesso al mare e il transito per raggiungere la battigia. Pertanto, chiunque è libero di fare il bagno a mare in corrispondenza del lido stesso, anche se i titolari, per rendere un servizio ai propri clienti, hanno delimitato lo spazio marino con delle barriere di plastica o delle reti per non far transitare la sporcizia o le meduse. Anche questo spazio, infatti, è pubblico, fa parte del demanio statale e, quindi, può essere utilizzato da chiunque.

Posso fare i castelli di sabbia in corrispondenza di un lido?

Se vuoi giocare con la sabbia insieme a tuo figlio puoi farlo sul cosiddetto “bagnasciuga”, ossia la battigia, lì dove le onde si infrangono contro la riva. Non potrai, però, superare questa linea oltre la quale inizia la concessione. Non almeno se non hai pagato lo stabilimento balneare.

Posso piazzare un ombrellone sulla battigia? 

Se è vero che puoi sostare sulla battigia, il titolare del lido può impedirti di piazzarvi un ombrellone o lasciare sdraio, lettini e sedie. Questo anche perché un tale comportamento finirebbe per privare la vista e la qualità del servizio offerto ai clienti nonché ostacolare eventuali operazioni di soccorso o l’utilizzo delle imbarcazioni. Di certo, però, non può vietarti di posare la borsa con le tue cose (portafogli, mazzo di chiavi, ecc.).

Posso piazzare un ombrellone sulla spiaggia libera più vicina?

Se sulla spiaggia data in concessione al lido non puoi sostare, puoi farlo anche un centimetro dopo, in prossimità della spiaggia libera più vicina. Difatti, la normativa prevede che gli stabilimenti balneari debbano essere intervallati anche da piccoli spazi destinati a spiaggia libera. Non si possono relegare le spiagge libere agli angoli periferici del litorale o a quelli più brutti.

Né a fronte di chilometri di spiagge in concessione possono essere previsti solo pochi metri per le spiagge libere: tra le due aree deve essere un’adeguata proporzione.


note

[1] Legge finanziaria del 2007 (legge n. 296/2006).

[2] Legge n. 217/2011


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. in sardegna fanno pagare il semplice accesso alla spiaggia esempio per l’accesso alla spiaggia cala colorize’ il semplice accesso costa 6 euro a testa!!(una famiglia con due bambini paga 24 euro!!!!!) assurdo!!!!! capisco il pagamento del parcheggio o il pagamento di un servizio ma l’accesso DEVE rimanere libero!!!!!

  2. A Noto ci sono 3 spiagge, zona Eloro, il cui accesso o anche solo transito è a pagamento (3,50€ a testa). Ho detto che il mare e l battigia dovrebbero essere pubblici, mi hanno risposto che appartiene alla Regione Sicilia.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube