Diritto e Fisco | Articoli

Usucapione: valida la vendita di immobile di chi lo ha usucapito, anche senza la sentenza

13 Maggio 2013
Usucapione: valida la vendita di immobile di chi lo ha usucapito, anche senza la sentenza

Possibile vendere un immobile di cui non si è stati riconosciuti proprietari da una sentenza, ma se ne è acquistata la proprietà tramite usucapione, ossia mediante un possesso per venti anni ininterrotti del bene.

Chi ha acquistato la proprietà di un immobile attraverso l’usucapione ne diventa a tutti gli effetti proprietario: egli, quindi, può legittimamente vendere l’immobile senza bisogno di che prima intervenga una sentenza del tribunale che dichiari l’avvenuta usucapione.

Il trasferimento della proprietà dal vecchio proprietario a colui che usucapisce l’immobile, infatti, si verifica già solo per via del possesso per un tempo sufficiente al compimento dell’usucapione (venti anni). E ciò anche se tale circostanza non è stata accertata dal giudice nel contraddittorio con il precedente proprietario.   

La sentenza che accerta l’usucapione, infatti, ha efficacia dichiarativa [1] perché si limita ad accertare qualcosa di già esistente (l’acquisto della proprietà per usucapione).

Questo importante orientamento è stato inaugurato nel 2007 da una importante sentenza della Cassazione [2].

Sostiene la Corte che non si può subordinare la possibilità di vendere un bene a una sentenza che accerti la titolarità del diritto in capo al venditore: ciò significherebbe, infatti, comprimere i suoi poteri.


note

[1] Ciò perché, da un punto di vista giuridico, la sentenza di usucapione ha carattere dichiarativo e non costitutivo.

[2] Cass. sent. n. 2485 del 5.02.2007.


1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube