Diritto e Fisco | Articoli

Acquisto auto incidentate

26 Agosto 2019 | Autore:
Acquisto auto incidentate

Come procedere all’acquisto di un’auto incidentata e quali doveri gravano sul venditore di un veicolo danneggiato a seguito di un sinistro.

L’auto è uno strumento indispensabile per tutte le famiglie italiane. È fondamentale per compiere in comodità tutte le attività della vita quotidiana, così come per recarsi sul proprio posto di lavoro oppure semplicemente per fare un viaggio con la propria famiglia. Tuttavia, per quanto il numero delle autovetture sia diffuso, resta sempre un bene non propriamente economico. Infatti, per diventare proprietario di un’auto è necessario affrontare il costo di acquisto, spesso non di importo irrilevante. È per questa ragione che stai valutando l’opportunità di comprare un’auto vittima di un sinistro stradale; ritieni, infatti, che il prezzo proposto sia particolarmente conveniente. Per questo motivo vorresti maggiori informazioni sull’acquisto di auto incidentate.

Ti stai ponendo queste domande, semplicemente, perché non vorresti compiere nessun passo falso, comprando, ad esempio, un’auto troppo danneggiata e, quindi, anche poco sicura. È vero che vorresti risparmiare sul costo di acquisto, ma non desideri certo diventare vittima di una truffa oppure di un acquisto poco conveniente.

Pertanto, ti chiedi: come funziona l’acquisto delle auto incidentate? Se un privato mette in vendita un’auto riparata, cosa deve dichiarare al momento della cessione? Cosa posso fare se mi accorgo di aver acquistato un’auto incidentata senza saperlo? Leggendo questo articolo troverai le risposte alle tue domande.

Acquisto auto tra privati: come fare?

Se decidi di acquistare un’auto nuova oppure semplicemente di reperirla usata presso una delle tante concessionarie presenti nel tuo territorio, sarà, inevitabilmente, tramite la stessa che provvederai al cosiddetto passaggio di proprietà: e se, invece, le tue mire si dirigono verso un’auto messa in vendita da un privato, cosa succede?

Hai letto di un privato che offre in vendita la propria auto. Si tratta di un usato abbastanza conveniente, per modello, età e prezzo del veicolo: come fare il passaggio di proprietà?

Nell’esempio appena descritto, la compravendita deve avvenire tra privati e, pertanto, è necessario avere determinati documenti a disposizione, tra i quali il cosiddetto certificato di proprietà. Con questo e con gli altri documenti relativi alla vettura è consigliabile recarsi presso lo sportello telematico dell’automobilista più vicino. In questo modo, sarà possibile autenticare in quella sede la firma per la cessione del veicolo ed ottenere immediatamente i documenti aggiornati col passaggio. Ovviamente, prima del trasferimento di proprietà, il venditore potrebbe pretendere di controllare l’autenticità dell’eventuale assegno emesso a pagamento dell’auto. Si tratta di un controllo più che dovuto, al quale, per non destare alcuna preoccupazione, puoi sottoporti senza alcun problema. Invece, per il pagamento in contanti, ricordati che oltre i 3000 euro non sarà possibile farlo.

Acquisto auto incidentate: cosa fare?

Le considerazioni espresse in precedenza valgono, ovviamente, anche se il privato dovesse offrire in vendita un’auto usata e incidentata. In tal caso, evidentemente, il prezzo potrebbe essere molto conveniente, anche se andrebbe calcolato quello dovuto per la necessaria riparazione.

Pertanto, di fronte ad un’opportunità come quella appena descritta, il consiglio inevitabile è quello di far periziare attentamente la vettura da un meccanico e da un carrozziere di fiducia (possibilmente esperti): in questo modo, ti sarà chiaro il costo dell’eventuale riparazione nonché l’opportunità di eseguirla. Alcuni incidenti, infatti, riducono le vetture in un tale stato, per cui una riparazione, per quanto eseguita a regola d’arte, non riporterebbe l’auto in uno stato ottimale. Appare chiaro che, in questo caso, tu debba rivolgere l’attenzione verso un’altra offerta.

Acquisto auto incidentate riparate: cosa dichiarare?

Potresti essere stato attratto da un’offerta vantaggiosa di un’auto usata, dichiarata incidentata, ma attualmente riparata. Dopo averla fatta esaminare da un tuo meccanico di fiducia, ne hai constatato la riparazione eseguita a regola d’arte e la piena efficienza, nonostante l’incidente patito. In virtù di ciò, hai concordato e concluso, senza alcuna ulteriore verifica, il passaggio di proprietà sul veicolo.

Contrariamente all’esempio precedente, potrebbe accadere che l’auto in offerta non sia stata dichiarata incidentata e che, solo successivamente all’acquisto, tu ti accorga di tale circostanza: in un caso come questo, quali potrebbero essere le responsabilità del venditore? Potresti ottenere una sorta d’indennizzo a carico di quest’ultimo? Secondo alcuni giudici [1], la risposta sarebbe positiva. Essi sostengono che, in tale eventualità, il comportamento dell’ex proprietario dell’auto non sia stato propriamente corretto [2]. Egli, infatti, per quanto la vettura fosse stata riparata in modo ineccepibile, aveva il dovere d’informare il futuro acquirente del precedente danneggiamento del veicolo; se il compratore fosse stato adeguatamente informato, avrebbe concluso l’affare a condizioni diverse, concludono i giudici.

Ricordati, quindi, che il descritto dovere di informazione si evidenzia allorquando l’auto abbia subito danni superiori a 1500 euro. Pertanto, se in un momento successivo all’acquisto, dovessi scoprire che l’auto sia stata incidentata, potresti rivalerti nei confronti del venditore poco corretto e che non ti ha informato di tale circostanza fondamentale.


note

[1] Trib. di Nola sent. n. 3032/2013

[2] Artt. 1366 – 1175 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube