Diritto e Fisco | Articoli

Modulo disdetta contratto generico

31 Luglio 2019
Modulo disdetta contratto generico

Lettera di disdetta: il facsimile per il recesso da qualsiasi tipo di contratto, scaricabile gratis.

Se hai firmato un contratto con rinnovo automatico, che pertanto ha una durata potenzialmente illimitata (ad esempio un abbonamento a una televisione satellitare, un servizio di manutenzione o pulizia, un’utenza domestica, ecc.) sei libero di dare disdetta in qualsiasi momento. La legge infatti vieta i contratti con una durata eccessivamente lunga dai quali è impossibile sciogliersi. La stessa partecipazione a una società, quando dall’atto costitutivo risulti una durata pari o superiore alle prospettive della vita lavorativa di una persona, può essere “disdettata” in qualsiasi momento.

Se vuoi recedere da un contratto ti servirà quindi un modulo disdetta contratto generico che potrai adattare alle tue esigenze del caso concreto, specificando il tipo di scrittura privata per il quale vuoi esercitare il tuo diritto.

Ricorda sempre di leggere bene la scrittura privata che hai firmato perché, molto spesso, il recesso è subordinato all’invio della disdetta entro un certo termine di preavviso.

In questo articolo ti forniremo tutte le istruzioni che potrebbero tornarti utile qualora volessi slegarti da un contratto.

Al termine delle nostre Faq troverai infine un facsimile con un modello di disdetta contratto generico che potrai scaricare liberamente e personalizzare. Ma procediamo con ordine.

Posso dare disdetta da un contratto?

Ciò che comunemente viene detto “disdetta”, altro non è che il recesso unilaterale dal contratto. Per esercitare questo diritto è necessario che il recesso sia espressamente previsto nel «contratto di durata». Tale è quel tipo di contratto che non si esaurisce in una singola prestazione come la vendita; nel contratto di durata le prestazioni si ripetono nel tempo: ad esempio una fornitura di elettricità in un’abitazione.

Se il contratto indica una specifica data di scadenza, ma non prevede il diritto di recesso, non è possibile dare disdetta a meno che la sua durata sia a lunghissimo termine.

Luca conclude un contratto di consulenza con una società della durata di tre anni. Se non è previsto nel contratto, Luca non potrà sciogliersi prima della fine del terzo anno e, pertanto, dovrà pagare i corrispettivi convenuti.

Marco ha firmato un contratto con una società di informatica con cui questa offre una serie di servizi per venti anni. Marco ha diritto di recedere dalla scrittura perché la sua durata può essere ritenuta eccessiva.

Roberto firma un contratto di collaborazione con una società che lo vincola vita natural durante. Roberto, in realtà, può sciogliersi dal contratto quando vuole.

Se il contratto non prevede né una durata né un diritto di disdetta, il recesso può essere dato in qualsiasi momento.

Di solito i contratti, per non cadere in divieti e nullità, prevedono una durata per un periodo più o meno breve, con rinnovo automatico se, prima della scadenza, non viene data disdetta.

Silvia ha sottoscritto un contratto per una fornitura mensile di libri per posta. Il contratto ha una durata annuale e si rinnova di anno in anno se Silvia, almeno due mesi prima della scadenza, non invia la disdetta.

Il rinnovo automatico del contratto

La clausola che prevede il rinnovo automatico del contratto è detta clausola vessatoria. Pertanto, per essere valida, deve essere appositamente sottoscritta. Ciò avviene, di solito, richiedendo al consumatore una seconda firma ulteriore, a fondo contratto, dove vengono richiamate tutte le clausole particolarmente onerose. Senza la doppia firma il rinnovo automatico non è valido a meno che il contratto non sia il frutto di una trattativa personale tra le parti ove entrambe hanno giocato un ruolo primario e hanno avuto la possibilità di trattare le condizioni. Invece, nei moduli predisposti dalle grandi società ciò non succede e se le clausola di rinnovo automatico non viene appositamente firmata non è valida.

Come dare disdetta da un contratto?

Se il contratto contiene la possibilità di esercitare il diritto di recesso, bisognerà valutare bene le modalità in cui tale dichiarazione deve essere manifestata. Quasi sempre è previsto un periodo di preavviso che, se non rispettato, comporterà la risoluzione del contratto alla successiva scadenza, senza bisogno di inviare una seconda disdetta.

La disdetta poi deve essere indirizzata al luogo indicato nel contratto o, in assenza, presso la residenza o la sede legale della controparte. È necessario avvalersi di un mezzo che garantisca la prova del ricevimento della disdetta come una raccomandata, una pec o una lettera consegnata a mani e controfirmata.

Attenzione: fa fede la data di ricevimento e non di spedizione. Il che significa che, se la lettera viene recapitata materialmente dopo il termine di preavviso, la disdetta non opera per l’imminente scadenza ma per quella successiva.

Leggi anche Come scrivere lettera di recesso

Cosa indicare in una disdetta del contratto?

La lettera di disdetta non richiede formule sacramentali; tuttavia è necessario essere chiari e indicare con precisione l’accordo a cui ci si riferisce. Dunque bisognerà indicare:

  • la scrittura privata (il contratto) per cui si esercita la disdetta;
  • la data e/o il numero di contratto;
  • l’articolo ove viene indicato il diritto di recesso;
  • la volontà di avvalersi del diritto di recesso e di ritenersi, alla scadenza del contratto, svincolati da qualsiasi obbligo.

LETTERA DI DISDETTA CONTRATTO GENERICO

Scarica la formula in word

Raccomandata a/r

Spett.le Ditta…

Via ….

Oggetto: Disdetta del servizio di manutenzione…

Il/la sottoscritto/a …. sig. …, nato a…, il …, c.f. ….

PREMESSO CHE

– in data …. il sottoscritto ha firmato il contratto n. … per il seguente servizio (o comunque se non v’è contratto scritto, precisare la data d’inizio del servizio);

– il contratto prevede la possibilità di recedere (indicare di quale facoltà contrattuale ci si sta avvalendo);

OPPURE

– in mancanza di contratto e non essendo previsto alcun termine per la disdetta essa può essere comunicata in ogni momento.

Tanto premesso il/la sottoscritto/a, nella propria qualità

COMUNICA

l’intenzione di recedere dal contratto con effetto a fare data dal ….

Distinti saluti.

Luogo e data ….

Firma ….

LETTERA DISDETTA CONTRATTO DI LOCAZIONE

Scarica la formula in word

(da inviare mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento)

Egr. Sig. … (nome cognome del locatore)

Via … (indirizzo del locatore)

Oggetto: disdetta del contratto di locazione

Egr. Sig. …

con la presente le comunico l’intenzione di recedere anticipatamente dal contratto di locazione stipulato in data … relativo all’immobile di sua proprietà sito in … (indirizzo completo).

L’immobile pertanto verrà consegnato libero da persone e cose decorsi sei mesi dalla ricezione della presente.

In attesa di suo riscontro porgo cordiali saluti.

Luogo e data …

Firma …

ALTRI MODULI DISDETTA

Modulo disdetta abbonamento

Disdetta Telecom

Disdetta Fastweb


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube