Diritto e Fisco | Articoli

Dove costa di meno l’assicurazione Rc Auto?

4 Agosto 2019 | Autore:
Dove costa di meno l’assicurazione Rc Auto?

Le province in cui la polizza obbligatoria è più convenienti e quelle in più risulta più cara. Che cosa incide sul costo? E come si risparmia?

Pensavi che la provincia dove l’assicurazione Rc Auto risulta più cara fosse Napoli? Allora sei caduto nel solito luogo comune. Nella classifica delle città dove costa di meno l’assicurazione Rc Auto, cioè la polizza obbligatoria per chi acquista un veicolo, Napoli non è messa per niente bene, ma c’è chi fa peggio e si tratta di una provincia del Centro Nord, non del Sud. Si trova in Toscana.

Ma se pensavi che la provincia dove costa di meno l’assicurazione RC Auto si trovi al Nord, allora hai indovinato. Nel Nord Est, per la precisione. Ma attenzione: non fare di ogni erba un fascio. Non sempre il Settentrione batte il Meridione per convenienza.

Secondo la classifica di Facile.it, la provincia dove costa di meno l’Rc Auto è Belluno. Quella in cui la polizza è meno conveniente è Prato. Anche se si è in prima classe di merito.

Ciò non vuol dire che a Prato, come nelle altre provincie in cui l’assicurazione obbligatoria costa di più, non sia possibile risparmiare e riuscire ad abbassare un po’ il prezzo del premio.

Vediamo, allora, dove costa di meno l’assicurazione Rc Auto e che cosa si può fare per risparmiare.

Assicurazione Rc Auto: dove costa di più?

La polizza Rc Auto più cara, secondo le rilevazioni di Facile.it su un campione di 14.000 preventivi di rinnovo in prima classe di merito, è quella che si paga in provincia di Prato. Mediamente, si spendono 598,55 euro. Poco più di Caserta, seconda in classifica, dove il premio per l’Rc Auto è in media di 595,93 euro. Al terzo posto, ecco che troviamo Napoli, con 580,62 euro.

Poi, ancora Sud e Toscana. Nel dettaglio, dal quarto al decimo posto ci sono:

  • Crotone: 501,08 euro;
  • Salerno: 468,28 euro;
  • Reggio Calabria: 450,01 euro;
  • Avellino: 436,87 euro;
  • Lucca: 414,24 euro;
  • Catanzaro: 407,37 euro;
  • Latina: 398,11 euro.

La provincia laziale, dunque, è l’unica delle 10 più care che resta mediamente sotto la soglia dei 400 euro.

Assicurazione Rc Auto: dove costa di meno?

Come detto, è Belluno la provincia dove costa di meno l’assicurazione Rc Auto. In media, un automobilista di 40 anni con 10.000 kilometri di guida alle spalle (è il campione-tipo della rilevazione), spende 168,43 euro per rinnovare la polizza obbligatoria. Fa meglio di Aosta, dove il premio è mediamente di 168,43 euro, e di Vercelli, l’ultima a non superare quota 200 euro, visto che si ferma a 192,90 euro.

Poi troviamo:

  • Lecco: 202,25 euro;
  • Pordenone: 206,81 euro;
  • Oristano: 207,85 euro;
  • Trento: 209,31 euro;
  • Alessandria: 211,05 euro;
  • Mantova: 212,59 euro;
  • Asti: 212,71 euro.

Assicurazione Rc Auto: i costi nei grandi centri

Guardando solo i costi delle grandi città, allora sì che la classifica dei luoghi dove costa di più l’assicurazione Rc Auto ti dà ragione; al primo posto, infatti, c’è Napoli con i suoi già citati 500 e passa euro. Un costo di gran lunga superiore a Palermo, dove in media si spendono 379,79 euro, di Firenze, con 368,03 euro, e di Bari, che arriva a 358,92 euro.

Dal quinto al decimo posto tra le grandi città ci sono_

  • Roma: 341,45 euro;
  • Torino: 314,57;
  • Bologna: 305,82 euro;
  • Cagliari: 294,69 euro;
  • Venezia: 278,89 euro;
  • Milano: 231,06 euro.

Assicurazione Rc Auto: cosa incide nel prezzo?

Ma perché fare l’assicurazione Rc Auto costa queste cifre? Tra le variabili, c’è sicuramente la classe di merito, cioè quella che si mantiene e che si migliora quando non si provoca un incidente. E proprio la guida irreprensibile fa sì che alcune compagnie facciano degli sconti agli automobilisti anche se si abita in una zona in cui andare a sbattere contro un altro è prassi quotidiana.

Ci sono altre voci che compongono il prezzo del premio assicurativo. Ecco le più importanti.

Il massimale

Se tratta del valore massimo che la compagnia di assicurazioni corrisponde alla persona danneggiata sulla base del contratto di assicurazione Rc Auto. Esiste un massimale minimo, al di sotto del quale non è possibile scendere perché fissato dalla legge in modo da garantire un risarcimento. Significa che non è possibile contrattare un massimale che non rispetti tali soglie.

Per i danni alle persone, dall’11 giugno 2017 il massimale minimo è di 6.070.000 euro, mentre per i danni alle cose è stabilito in 1.220.000 euro, indipendentemente dal numero delle persone coinvolte nell’incidente o delle cose danneggiate.

Il massimale minimo viene modificato ogni 5 anni dal ministero dello Sviluppo economico in base all’aumento del costo della vita, delle spese che sostengono le compagnie, ecc.

Si può anche fissare un massimale unico, tenendo conto dei minimi decretati dalla legge. Pertanto, nella normale polizza RC Auto il massimale minimo da contrattare è di 7.290.000 milioni di euro per ogni singolo incidente.

Appare ovvio che più alto è il massimale pattuito, più alto sarà il premio da pagare all’assicurazione. La legge fissa un minimo ma non un massimo.

Il calcolo del premio

Il massimale, dunque, può condizionare l’importo del premio da pagare per l’assicurazione auto Rca. Ma ci sono altre variabili, come ad esempio:

  • i precedenti: se hai avuto spesso degli incidenti, anche banali, oppure non ne hai mai fatto uno;
  • la potenza del veicolo;
  • l’età anagrafica del conducente (maggiore rischio di inesperienza o di lentezza di riflessi);
  • la città di residenza.

Per sapere come puoi risparmiare sull’assicurazione Rc Auto, ti consigliamo di leggere la nostra guida.



1 Commento

  1. E anche questo è un invito a nozze… Ma da qualche parte non era scritto che “tutti i cittadini sono uguali davanti alla Legge”? Sì, ma l’assicurazione del veicolo fa eccezione e quindi qualcuno è diseguale!!! Grrrrrrrr… e la chiudo qua!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube