Lifestyle | Articoli

Perché la Gioconda è in Francia?

6 Agosto 2019 | Autore:
Perché la Gioconda è in Francia?

Perché la Monna Lisa di Leonardo da Vinci si trova al Museo del Louvre di Parigi? È vero che la trafugò Napoleone? La Gioconda può tornare in Italia?

Tra gli italiani e i francesi, si sa, c’è sempre stata una certa rivalità: con i cugini d’oltralpe siamo in competizione nel settore vinicolo, della moda, dello sport (basti pensare ai Mondiali di calcio) e delle opere d’arte. Da quest’ultimo punto di vista, l’Italia non ha niente da invidiare a nessuno: nella nostra penisola si trova gran parte del patrimonio Unesco. Eppure, con la Francia sussiste un’annosa questione derivante da una particolare opera d’arte: la Monna Lisa di Leonardo da Vinci. Perché la Gioconda si trova in Francia?

Si tratta di un quesito che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, si è posto e che ha risolto documentandosi adeguatamente. Certo, è strano vedere come l’opera di uno dei più grandi artisti italiani sia esposta in un museo francese. Perché la Gioconda è in Francia? È vero che la trafugò Napoleone durante la sua campagna in Italia? C’è la possibilità che, un giorno, rientri in Italia? Se cerchi risposte a queste domande, sei nel posto giusto.

Monna Lisa: le origini

Prima di spiegarti perché la Gioconda è in Francia (più precisamente, al Museo del Louvre), vorrei spendere solamente qualche parola sulle origini della Monna Lisa.

Come tutti sanno, la Gioconda è un dipinto di Leonardo da Vinci risalente ai primi anni del 1500. Si tratta di un dipinto a olio realizzato su tavola di legno di pioppo; le sue dimensioni sono abbastanza modeste: circa 77 cm per 53, per uno spessore di poco più di un centimetro.

L’opera dovrebbe ritrarre tale Lisa Gherardini, nobildonna appartenente all’aristocrazia fiorentina, moglie di Francesco Del Giocondo, un nobile mercante italiano: di qui il nome La Gioconda. L’altro nome con cui è conosciuta l’opera, Monna Lisa, si riferisce al nome della donna ritratta (“Monna” sarebbe traducibile come “Signora”).

Perché la Gioconda si trova in Francia?

La Gioconda è stata realizzata da un italiano e ritrae un’italiana: perché allora si trova in Francia? Ebbene, devi sapere che fu lo stesso Leonardo da Vinci a portarla ai nostri cugini d’oltralpe: trasferitosi in Francia per trascorrervi gli ultimi anni della sua vita, intorno al 1517 il genio fiorentino la vendette a Francesco I, l’allora re di Francia, per la cifra di 4000 ducati d’oro.

In seguito la Gioconda divenne parte delle collezioni reali della Francia, fino a quando Luigi XIV (il famoso Re Sole) la porto con sé a Versailles. Con l’avvento della rivoluzione francese la Monna Lisa venne spostata al museo del Louvre.

Dunque, la Gioconda si trova in Francia perché i francesi l’hanno acquistata direttamente da Leonardo, quasi mezzo millennio fa.

Napoleone rubò la Gioconda?

È del tutto falso il mito secondo cui la Gioconda è in Francia perché Napoleone la rubò durante la campagna d’Italia (1796-1797). In realtà, come appena detto, all’epoca del generale còrso la Monna Lisa si trova già da secoli in Francia.

Un collegamento tra la Gioconda e Napoleone, tuttavia, esiste. Abbiamo detto che Luigi XIV fece trasferire il dipinto a Versailles e che, in seguito, i rivoluzionari vollero che venisse custodito al Louvre. Durante il suo impero, Napoleone Bonaparte volle che la Gioconda venisse collocata direttamente nella sua camera da letto (probabilmente per volontà della moglie Josephine), ma nel 1804 tornò al Louvre, che all’epoca si chiamava Musée Napoléon.

Il mito del furto di Napoleone è stato probabilmente alimentato dal fatto che la Gioconda fu inserita nel Museo del Louvre (allora, come appena ricordato, denominato Museo Napoleone) insieme a tante altre opere d’arte che, in effetti, l’esercito di Bonaparte aveva sottratto all’Italia durante la campagna militare di fine Settecento.

Il furto della Gioconda

A dirla tutta, la Gioconda è stata davvero rubata, ma da un italiano, nel 1911: si tratta del celebre furto del Peruggia, un decoratore italiano impiegato del Louvre che, mosso da intenti patriottici, rimase nel Louvre alla sua chiusura e trafugò in tutta tranquillità la Monna Lisa.

Vincenzo Peruggia tenne con sé la Gioconda per circa due anni, prima di recarsi a Firenze con l’intenzione di restituirla all’Italia, chiedendo solamente un rimborso per le spese che aveva sostenuto. Ovviamente, non appena uscì allo scoperto, il Peruggia fu arrestato.

A seguito del furto, la Gioconda rimase per qualche periodo in Italia: la Francia, infatti, acconsentì che venisse esposta nei maggiori musei italiani, come la Galleria degli Uffizi di Firenze e Palazzo Farnese a Roma.

La Gioconda può tornare in Italia?

Periodicamente, un po’ per propaganda, un po’ per ottenere popolarità, qualcuno solleva la polemica: «Perché la Gioconda non torna in Italia?». Vengono quindi ipotizzate eroiche e patriottiche missioni in Francia per poter riprendere la Monna Lisa e portarla in Italia, magari alla Galleria degli Uffizi, il nostro più noto museo.

Ebbene, la Gioconda può tornare in Italia? La risposta è negativa. Diverse volte l’Italia ha chiesto alla Francia di “prestarle” la Gioconda al fine di esporla nei musei italiani: ciò, tuttavia, non è mai accaduto e di fatto l’ultima apparizione della Monna Lisa in Italia risale proprio al furto del Peruggia.

Il Museo del Louvre è molto geloso della Gioconda e ne vieta quasi sempre il trasporto:  l’opera non è più uscita dalla Francia, se non nel 1963, quando venne esposta negli Stati Uniti, e nel 1974, quando fu prestata prima a Tokyo e poi a Mosca.

In effetti, a parere della maggior parte degli storici dell’arte, la Gioconda è divenuta col tempo troppo fragile per essere trasportata: v’è dunque il serio rischio che possa rimanere danneggiata in maniera irreversibile.

Dal punto di vista giuridico, poi, la Gioconda non può tornare in Italia perché, come spiegato nei primi paragrafi di questo articolo, l’opera è stata portata in Francia direttamente dal suo autore, Leonardo da Vinci, e qui venduta. In buona sostanza, quindi, la Gioconda si trova legittimamente in Francia.

note

Autore immagine: Unsplash.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



// LLpT_336x280

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA