Diritto e Fisco | Articoli

Cartella per multa: valida se manca la targa del veicolo?

14 Agosto 2019
Cartella per multa: valida se manca la targa del veicolo?

Ho ricevuto una cartella per una multa presa nel 2017, notificata ma mai ritirata; nella cartella manca la targa della mia auto: ci sono gli estremi per fare ricorso al giudice di pace?

La cartella di pagamento in questione si basa su un verbale di contestazione di violazione del codice della strada: esso rappresenta il titolo in base al quale la Prefettura pretende il pagamento del credito (sanzione amministrativa) mediante ruolo esattoriale.

Se il verbale è stato correttamente notificato nel 2017, purtroppo oggi non è possibile contestare vizi inerenti l’accertamento della violazione (che il lettore avrebbe dovuto impugnare entro 30 giorni dalla notifica del verbale stesso). Gli unici vizi contestabili sono quelli propri della cartella esattoriale.

Ebbene, la mancata indicazione della targa del veicolo non costituisce vizio formale così grave da comportare la nullità della cartella stessa per eventuale difetto di motivazione, per le ragioni che seguono.

L’obbligo di motivazione della cartella esattoriale, come di ogni altro provvedimento amministrativo, trova il proprio fondamento nella necessità di assicurare al contribuente la conoscenza delle ragioni di fatto e di diritto poste a fondamento della pretesa creditoria.

Se prima della cartella, il contribuente ha già ricevuto il titolo presupposto (in questo caso, il verbale) e questo è espressamente richiamato nella cartella (senza obbligo di allegazione dello stesso), il contribuente è già messo in condizione di conoscere l’oggetto della pretesa di verificarne eventualmente la legittimità.

In altri termini, l’Agente delle Entrate Riscossione ha correttamente indicato il numero identificativo del verbale e la data di notifica, dati che anche la giurisprudenza ritiene sufficienti affinché sia assolto l’obbligo di motivazione, sempre che il verbale sia stato notificato. Il lettore è infatti stato in grado di risalire, tramite il numero di verbale, alla violazione commessa (data, ora, veicolo, tipo di contestazione ecc.).

Per le ragion suddette, a parere di chi scrive, un’opposizione alla cartella, fondata esclusivamente sulla mancata indicazione della targa, in presenza di un verbale correttamente notificato, sarebbe infondata e verrebbe rigettata, con il rischio di essere condannati al pagamento delle spese processuali.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Maria Monteleone



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube