Politica | News

È crisi di governo

8 Agosto 2019 | Autore:
È crisi di governo

Salvini da Conte a Palazzo Chigi. Fico e Casellati da Mattarella al Quirinale. La Lega: le urne, unica alternativa. Seccato il M5S.

Matteo Salvini ha perso la pazienza. Il vicepremier, ministro dell’Interno e leader della Lega è stato a colloquio con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte per comunicargli la sua volontà di portare il Paese alle une come unica alternativa ad una situazione ormai insostenibile con gli alleati del Movimento 5 Stelle.

In giornata, il Carroccio aveva anticipato in una nota queste perplessità, escludendo qualsiasi ipotesi di governo tecnico e ribadendo che non si può andare avanti con i continui «no» degli alleati. Una nota sulla quale il Movimento 5 Stelle ha chiesto subito dei chiarimenti.

Parallelamente, il presidente della Repubblica ha ricevuto al Quirinale prima Conte e poi il presidente della Camera Roberto Fico.

Salvini ha dichiarato di aver detto a Conte che è ora di restituire la parola agli elettori. Il leader della Lega ha chiesto un passaggio in Parlamento per verificare la fiducia nel Governo visto che – avrebbe aggiunto il vicepremier – la maggioranza non c’è più.

Immediata la replica del leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio: «Noi siamo pronti, non siamo attaccati alle poltrone. Chi prende in giro il Paese prima o poi paga le conseguenze». Poi ha aggiunto: «Se riapriamo le Camere, votiamo il taglio dei parlamentari, poi elezioni».

Interviene anche il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti: «Pronti alla sfida, alle prossime elezioni si deciderà anche il destino della democrazia». Ma perché il Pd vuole le elezioni sapendo di perdere? Scoprilo leggendo qui.



5 Commenti

  1. Macchè perso la pazienza..è da sempre intenzionato a fare cadere il governo..in questo periodo di governo Salvini ha solo fatto campagna elettorale mentre gli altri lavoravano sodo..ora ha fretta di fare cadere il governo senza approvare l’eliminazione di 345 poltrone parlamentari chissà a chi le ha promesse se cade il governo…Ma che smettesse di prendere per il fondo schiena la gente..se cade questo governo ci saranno gravi ripercussioni ..no flactax..aumento iva ecc….traditore di un Salvini..io non mi stupisco perchè l’ho sempre saputo ma quelli che ancora abboccano si svegliassero un po’.

    1. c’era un contratto di governo che non prevedeva la TAV, i 5 stelle sono stati corretti…far cadere una TAV per gli interessi (e le mazzette) qualifica il Salvini ed il branco degli pseudo-italiani a l suo seguito ed al seguito dell’opposizione già nota per le numerose ed inquietanti vicende giudiziarie.

  2. Finalmente avevamo un Ministro con le “palle”, ma evidentemente la decisionalità dà fastidio ai culopoltronisti…!
    Il dire sempre no non è saper governare: vuol dire governare senza la collaborazione degli alleati di governo. Non prendiamocela con Salvini mettendoci le “bistecche” sugli occhi; allargate le menti…!!!!

  3. Chi soffia dietro …a parte i banchieri?
    perchè la tecnologia del Pendolino, è stata venduta ai francesi? perchè dobbiamo utilizzare, e non siamo secondi a nessuno, materiale ferroviario della francese Bombardier. Per sua tecnologia, i Pendolini di adattano a qualsiasi tiupo di linea ferrata, o quasi, mentre i TVG francesi, vogliono linee speciali. Perchè svenduti ai francesi? … sapete da chi?
    La Lione-torino esiste già, perchè creare un’altra linea? Basta modificare alcuni punti ed ottenere lo stesso effetto, senza devastare la Val di Susa, e senza spendere tanti soldi,… e girando pagina, fin’ora come mai i tantissimi Governi precedenti non ci sono riusciti? Di chi sono realmente le ditte interessate? Chi e cososa c’è veramente dietro?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube