Diritto e Fisco | Articoli

Parcheggi ospedali: quelli a pagamento sono illegittimi?

18 Agosto 2019 | Autore:
Parcheggi ospedali: quelli a pagamento sono illegittimi?

Area adibita alla sosta dei veicoli nei pressi dell’ospedale: è legale chiedere il pagamento? È giusto pagare per parcheggiare davanti al presidio ospedaliero?

Ogni automobilista, quando si sveglia al mattino e sa che dovrà prendere il proprio veicolo per uscire, ha almeno un problema: quello di trovare un parcheggio libero. Soprattutto nelle grandi città, la caccia al posto auto è divenuta un’impresa di non poco conto: se vuoi un parcheggio, devi pagarlo profumatamente. Fin qui tutto (quasi) nella norma: i problemi maggiori sorgono, però, quando sei costretto a pagare anche il parcheggio dell’ospedale. I parcheggi a pagamento degli ospedali sono illegittimi?

È giusto che si debba pagare per andare a trovare un proprio caro ricoverato in ospedale? I posteggi destinati a ricevere le autovetture di chi deve recarsi presso il presidio ospedaliero non dovrebbero essere gratuiti? Se cerchi risposte a queste domande, prosegui nella lettura: vedremo se i parcheggi a pagamento degli ospedali sono illegittimi.

Parcheggi: cosa dice la legge?

Prima di affrontare il tema dei parcheggi a pagamento degli ospedali è bene vedere cosa dice la legge a proposito dei parcheggi in generale. Secondo il Codice della strada, i parcheggi devono essere ubicati fuori della carreggiata, in modo che i veicoli in sosta non ostacolino lo scorrimento del traffico.

Le aree adibite al parcheggio delle autovetture sono identificate da una segnaletica verticale e da una orizzontale: la prima consiste nel cartello rettangolare a sfondo blu che indica, con una grande “P” bianca, la presenza del parcheggio; la seconda, invece, nelle strisce disegnate sull’asfalto ad indicare i posti auto [1].

La delimitazione delle aree di sosta è effettuata mediante il tracciamento sulla pavimentazione di strisce della larghezza di dodici centimetri formanti un rettangolo, indicanti l’inizio, la fine o la suddivisione delle zone entro le quali dovrà essere parcheggiato il veicolo.

I colori delle strisce che delimitano le aree di sosta sono:

  • bianco per le aree libere;
  • blu per quelle a pagamento;
  • giallo per gli stalli di sosta riservati (pensa al parcheggio riservato agli invalidi oppure ai mezzi pubblici) [2].

Parcheggi a pagamento: chi li stabilisce?

Sempre il Codice della strada [3] dice che, nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco,  stabilire, previa deliberazione della giunta, aree destinate al parcheggio sulle quali la sosta dei veicoli è subordinata al pagamento di una somma da riscuotere mediante dispositivi di controllo di durata della sosta, anche senza custodia del veicolo, fissando le relative condizioni e tariffe in conformità alle direttive del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

In poche parole, sono i singoli comuni a stabilire le aree destinate al parcheggio e sono sempre i comuni a determinarne le condizioni, cioè se il posteggio debba essere gratuito oppure a pagamento.

Vale la pena di ricordare che, anche per quanto riguarda i parcheggi degli ospedali, si applica la medesima segnaletica prevista per qualsiasi altra area di sosta: la legge [4] dice espressamente che il campo di applicazione delle norme relative ai segnali stradali si estende alle strade pubbliche e alle strade comprese nell’area dei porti, degli aeroporti, degli autoporti, delle università, degli ospedali, dei cimiteri, dei mercati, delle caserme e dei campi militari, nonché di altre aree demaniali aperte al pubblico transito.

Parcheggi ospedali a pagamento: sono legittimi?

Da quanto detto sinora deriva che, se esiste un’ordinanza del sindaco che, dietro delibera della giunta, ha stabilito che il parcheggio dell’ospedale debba essere a pagamento, la sosta deve avvenire secondo le modalità stabilite dal provvedimento. In sintesi, è legittimo il parcheggio dell’ospedale a pagamento, se il Comune ha stabilito così.

Spesso accade che il parcheggio dell’ospedale sia concesso in gestione ad enti privati, i quali stabiliscono le tariffe: tuttavia, anche in questo caso, ciò è possibile perché, a monte, c’è un provvedimento del Comune, il quale autorizza lo stallo delle auto a pagamento, entro prezzi contenuti.

Quando il parcheggio a pagamento dell’ospedale è illegittimo?

Sarebbe, invece, illegittimo il pagamento del parcheggio imposto anche a coloro che devono recarsi d’urgenza all’ospedale o al pronto soccorso: per costoro, infatti, prevale lo stato di necessità sul dovere di rispettare lo stallo a pagamento. Mi spiego meglio.

Chi conduce con la propria auto una persona che ha urgente bisogno di cure non può fermarsi al parcheggio per prendere il biglietto: egli ha diritto ad utilizzare la corsia preferenziale del pronto soccorso, anche qualora questa occupasse parte dell’area adibita a parcheggio.

Una volta che il paziente sia consegnato alle cure dei medici e, quindi, sia cessata l’urgenza, l’automobilista deve rispettare le norme comuni a tutti: pertanto, a meno che non vi sia un esplicito permesso stabilito dal Comune e riportato in segnaletica, anche chi ha accompagnato una persona al pronto soccorso, se poi intende parcheggiare, deve pagare la sosta.

Vi è poi un’altra ipotesi in cui il parcheggio a pagamento dell’ospedale è illegittimo. Secondo il Codice della strada, qualora il Comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare un’adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta.

Tale obbligo non sussiste solamente per le zone definite come “area pedonale” e “zona a traffico limitato”, ma anche per altre di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico.

In estrema sintesi, ciò significa che il parcheggio a pagamento dell’ospedale è illegittimo se, nelle immediate vicinanze, non ve n’è uno ove la sosta è gratuita [5].


note

[1] Art. 137 del regolamento di attuazione al codice della strada.

[2] Art. 139 del regolamento di attuazione al codice della strada.

[3] Art. 7 Codice della Strada.

[4] art. 75 del regolamento di attuazione al codice della strada.

[5] Tar Lazio, sent. n. 5218 del 28 maggio 2018.

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube