Diritto e Fisco | Articoli

Visura ipotecaria: cos’è e a cosa serve?

18 Agosto 2019 | Autore:
Visura ipotecaria: cos’è e a cosa serve?

Ispezione ipocatastale presso la conservatoria dei registri immobiliari: come funziona e come si fa? Cos’è la conservatoria e dove si trova?

Secondo l’ordinamento italiano, alcune operazioni giuridiche devono essere pubblicizzate affinché anche coloro che ne sono estranei possano averne conoscenza. L’esempio più classico è quello che riguarda gli immobili: in genere, tutti gli atti compiuti su tali beni devono essere portati a conoscenza anche dei terzi affinché questi ultimi possano rispettare l’efficacia dell’accordo che è intervenuto tra le parti. Detto così ti potrà sembrare una cosa un po’ strana, ma con gli esempi che ti farò nel corso dell’articolo sono sicuro che capirai benissimo ciò che ti ho appena sintetizzato. Ma non solo: vedremo insieme cos’è e a cosa serve una visura ipotecaria.

Si tratta di un’operazione tanto comune quanto importante allorquando occorre effettuare un’indagine su uno o più immobile al fine di risalirne al proprietario originario oppure di verificare se su di esso gravino ipoteche. L’ispezione ipocatastale (o ipotecaria) è dunque senza dubbio un’attività che, anche non personalmente, avrai fatto se hai acquistato un qualsiasi bene immobile oppure se hai compiuto qualche altra operazione riguardante i diritti reali (usufrutto, enfiteusi, ecc.). Prosegui nella lettura se vuoi sapere cos’è e a cosa serve la visura ipotecaria.

Conservatoria dei registri immobiliari: cos’è?

Fondamentale per comprendere cosa sia una visura ipotecaria è la spiegazione di cosa sia la conservatoria dei registri immobiliari, per brevità denominato semplicemente conservatoria. Devi sapere che la conservatoria è quell’ufficio presente sul territorio provinciale (in genere, collocato all’interno della sede dell’Agenzia delle entrate) ove vengono iscritte tutte le operazioni giuridiche che concernono beni immobili.

In pratica, la conservatoria è l’ufficio dove sono conservati i registri immobiliari e ipotecari; la sua funzione è quella di rendere pubblici (cioè, conoscibili anche ai terzi) gli atti che hanno ad oggetto beni immobili come fondi, terreni e abitazioni: difatti, chiunque può andare presso la conservatoria e fare una visura ipotecaria. Vediamo di cosa si tratta.

Visura ipocatastale: cos’è?

La visura ipocatastale (o ipotecaria, è la stessa cosa) è la denominazione che viene data ai controlli che vengono effettuati presso la conservatoria. In pratica, chi effettua un’ispezione ipotecaria (altro sinonimo della visura ipotecaria) prende visione degli atti che sono presenti nell’ufficio della conservatoria.

Presso la conservatoria sono registrati tutti i passaggi di proprietà, ed è sempre aggiornata su ogni operazione che ha a che fare con diritti reali (compravendite, ipoteche, pignoramenti, ecc.). Pertanto, chi vuole verificare a chi appartiene un immobile, se vi sono pesi oppure se i passaggi di proprietà sono regolari dovrà effettuare una visura ipotecaria, accedendo così alla banca dati della conservatoria.

Ispezione ipotecaria: come si fa?

L’ispezione ipotecaria può essere fatta da chiunque: non è necessario, pertanto, spiegare la motivazione che spingi ad effettuare il controllo. È sufficiente recarsi presso l’Agenzia delle entrate ove v’è l’ufficio della conservatoria e compilare l’apposito modulo che si trova presso gli sportelli al fine di chiedere ciò che si desidera. La richiesta deve essere accompagnata dal pagamento dei diritti (marca da bollo).

Il risultato della visura ipocatastale sarà un documento che riporta i dati presenti nei registri immobiliari della conservatoria , da cui si desumono le proprietà immobiliari di un soggetto (persona fisica o giuridica) nonché le eventuali pendenze che gravano su ciascun immobile (ipoteche derivanti da mutuo o da decreto ingiuntivo, pignoramenti, sequestri, donazioni, successioni, usufrutto, ecc.).

La visura ipotecaria può essere fatta:

  • per soggetto, in modo tale da conoscere tutte le proprietà immobiliari di una determinata persona, fisica o giuridica. Per una visura di questo tipo occorre conoscere nome, cognome, data, provincia e comune di nascita della persona dei cui immobili si parla, oppure semplicemente il suo codice fiscale (ragione sociale, provincia, comune e codice fiscale se persona giuridica);
  • per immobile. In questo caso occorre disporre di informazioni su comune, catasto terreni oppure catasto urbano, sezione urbana se è presente, foglio mappale, particella.
  • per notaipotecaria, che viene richiesta per acquisire maggiori dettagli su uno specifico atto registrato presso la conservatoria dei registri immobiliari di riferimento. In questo caso occorre conoscere gli estremi riportati nell’elenco sintetico (numero di registro, anno).

A cosa serve una visura ipotecaria?

La visura ipotecaria serve a rendersi conto dello stato giuridico di un immobile; pensa alla persona interessata ad acquistare un immobile: è suo preciso interesse sapere se il venditore può disporre del bene, se su di esso grava un’ipoteca oppure se è soggetta a sequestro.

Su una visura ipocatastale di un dato immobile sono riportate inoltre le singole quote di proprietà, se ad esempio lo stesso immobile è nella titolarità di più eredi, il comune di appartenenza del bene e la descrizione catastale dell’immobile.

La visura ipotecaria presso i registri della conservatoria consente altresì di risalire agli estremi dell’atto che riguarda un determinato bene immobile, nonché alla sua nota di trascrizione all’interno del registro. Accedendo alla conservatoria, potrai altresì prendere visione dell’atto vero e proprio, ad esempio della donazione o della compravendita precedente al tuo acquisto: ciò avviene perché, di solito, quando il notai si reca presso la conservatoria per trascrivere l’atto, esibisce anche copia di quest’ultimo.

La visura ipotecaria, inoltre, serve a rendersi conto della consistenza patrimoniale di un determinato soggetto: pensa a chi voglia mettersi in affari con un’altra persona le cui sostanze economiche siano sconosciute, oppure al creditore che intende agire contro il debitore per ottenere l’esecuzione coatta di ciò che gli spetta e intende ipotecare i suoi immobili.


note

Autore immagine: Unsplash.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube