Politica | Articoli

Meglio un governo di transizione o elezioni anticipate?

20 Agosto 2019
Meglio un governo di transizione o elezioni anticipate?

Crisi di Governo: dalle sorti dell’esecutivo dipendono anche quelle del Paese. 

Oggi è il giorno della verità per le sorti di Giuseppe Conte e per il futuro del governo M5s-Lega, sempre più lontani e divisi, a dispetto delle voci di una ricucitura in extremis. Spetterà al premier, le cui comunicazioni sono in calendario alle 15 nell’aula del Senato, spiegare come intende agire dopo la rottura del patto di governo, se dimettersi direttamente, rimettendo il mandato nella mani di Sergio Mattarella, o se consentire all’assemblea di votare le risoluzioni annunciate, che chiedono, appunto, le dimissioni del presidente del Consiglio.

Mezz’ora prima dell’intervento di Conte, è prevista la riunione dei capigruppo al Senato per definire temi e modi dell’eventuale dibattito sulla comunicazioni del presidente del Consiglio. Verso mezzogiorno, Salvini ha chiamato a raccolta i suoi, anche se tutto fa capire che sarà lui a decidere da solo la linea del suo partito quando Conte avrà concluso le sue comunicazioni. Alle 13 si riuniscono i senatori di Fi.

Meglio un governo di transizione o elezioni anticipate? “È inutile rinviare il voto, servirebbe solo a rimandare il problema a più tardi”. Lo riferisce l’economista Daniel Gros – citato dall’agenzia stampa Adnkronos – intervistato sulla situazione politica italiana. Le piazze finanziarie, però, la pensano diversamente, come abbiamo visto da vari report delle principali banche d’investimento. «I mercati -spiega Gros – guardano solo agli effetti economici immediati. È chiaro che andare alle elezioni aumenta il livello d’incertezza e il rischio di far precipitare l’Italia in mano a un esecutivo antieuropeista e indifferente all’aumento del debito pubblico».

«D’altra parte, rimandare il voto – conclude l’economista – rischia di rafforzare questa parte politica sul lungo periodo. Chi può sapere come reagiranno gli italiani fra 3 anni, quando avranno la possibilità di esprimersi? Meglio togliere il dente subito e togliere il dolore».

Dall’altro lato, però, almeno sul fronte consumatori, un governo immediato che eviti l’esercizio provvisorio può scongiurare le clausole di salvaguardia e l’aumento dell’Iva. In pratica, quello che sostiene Matteo Renzi: se c’è da aprire un tavolo con il Movimento 5 Stelle è solo per evitare l’aumento dell’Iva. “E non sarò io a sedermi a quel tavolo ma Zingaretti”. Come a dire: semmai ci sarà un accordo M5S-Pd e non M5S-Renzi, come suggerito da Salvini e dal centrodestra.

Di sicuro sappiamo che se si andasse alle elezioni anticipate, con molta probabilità la Lega sarebbe il primo partito, mentre il Pd supererebbe il M5S, attualmente ai minimi storici. Forza Italia si contenderebbe con Fratelli d’Italia il quarto posto, in attesa delle prossime mosse di Berlusconi.

Una cosa è certa: la prossima maggioranza politica deciderà il nome del futuro presidente della Repubblica. E non solo. Nelle prossime settimane dovranno essere portate a termine 70 nomine strategiche, tra le quali i presidenti o gli organi direttivi o i Cda di istituzioni fondamentali per la vigilanza sul sistema economico e l’utilizzo delle banche dati amministrative nel contrasto all’evasione: il Garante per la privacy, l’Autorità anticorruzione, l’Inps e l’Inail. E ancora: inevitabilmente ci sarà da metter mano alla gestione dell’emergenza immigrazione. Se ci sarà un Esecutivo senza la Lega, l’Italia potrebbe cambiare rotta su questo fronte. Insomma, di motivi non ne mancano per considerare così strategica la decisione di andare alle elezioni anticipate o di provare a formare una nuova maggioranza politica.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube