Lifestyle | News

Totocalcio, nuove regole: più facile vincere

24 Agosto 2019 | Autore:
Totocalcio, nuove regole: più facile vincere

Montepremi più alto per vincite più ricche; scommesse su una parte delle partite anziché sull’intero campionato. Così il Totocalcio tenta il rilancio.

Nuove regole per il Totocalcio: a partire dal primo concorso del nuovo campionato di calcio, ci sarà un consistente aumento della quota del montepremi destinata a pagare le vincite, che viene incrementata dal precedente 50% al più consistente 75%. La modifica riguarda anche i giochi collegati, come il Totogol ed «il 9». Aumenta, allo stesso modo, anche la scommessa sportiva a totalizzatore «Big Match» per la quale la percentuale del montepremi da restituire in vincite passa dal 57 al 75%.

Ci sarà quindi «un sostanziale incremento delle risorse a disposizione dei giocatori» che dovrebbe rendere più facile vincere, come afferma l’Agenzia dogane e monopoli nel comunicato ufficiale che dà il via alle nuove regole introdotte dalla legge di Bilancio 2019 [1], nel tentativo di rilanciare quello che un tempo era il gioco più amato dagli italiani ma che ultimamente registrava una raccolta bassissima.

Nell’ultimo concorso della stagione (il n.21 del 25 maggio 2019), le schedine giocate erano state appena 25 mila e l’incasso complessivo poco più di 200 mila euro; cifre bassissime rispetto ai valori degli anni Novanta e Duemila, fino all’arrivo delle scommesse sportive, del Superenalotto e di altri giochi che hanno sostituito nelle preferenze il più classico e tradizionale.

Dopo la pausa estiva, si riparte dal concorso n.22 del 24-26 agosto 2019 per il quale saranno già in vigore le nuove regole che entrano in vigore in maniera stabile anche per tutti i concorsi successivi. L’incremento della quota della raccolta destinata al montepremi influisce anche sulla destinazione della quota residua del 25%: le nuove regole prevedono che il compenso del concessionario sarà del 5%, l’aggio destinato al punto vendita (la ricevitoria) ammonterà all’8%, mentre il rimanente 12% sarà destinato alla Sport e Salute Spa, una nuova società che, sulla base di un contratto di servizio stipulato con l’Agenzia dogane e monopoli, dovrà occuparsi dell’«integrazione del gioco con attività sociali, sportive e culturali».

Il riordino del Totocalcio non si ferma qui: l’Agenzia dogane e monopoli, forte della delega già conferitale dalla Legge di stabilità [2] «al fine di incentivare forme di gioco che non comportano rischi connessi al disturbo da gioco d’azzardo» sta lavorando a importanti modifiche, come quella che dovrebbe avvicinare la vecchia formula della schedina a quella delle scommesse sportive, in modo da consentire ai giocatori di pronosticare solo una parte delle partite, selezionandole tra quelle dell’intero campionato.

note

[1] Art.1, comma 637, della Legge 30 dicembre 2018, n.145.

[2] Art. 1, commi 634 e 635 Legge 30 dicembre 2018, n.145


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA