Il testamento diventa elettronico

24 Agosto 2019 | Autore:
Il testamento diventa elettronico

Il nuovo sistema attua la Convenzione di Basilea; aiuta a sapere se c’è un testamento ed a trovarlo in tutti i Paesi aderenti consultando i dati informatizzati.

È in dirittura di arrivo il nuovo sistema internazionale di registrazione dei testamenti, che consente di sapere se una persona deceduta in Italia o anche all’estero ha fatto testamento attraverso un notaio. Ecco come il testamento diventa elettronico: finora, i notai iscrivevano le ultime volontà del defunto in un registro tenuto in forma manuale presso il ministero della Giustizia, mentre a breve sarà possibile farlo in forma telematica.

In questo modo, diventerà più facile e veloce conoscere, con un accesso al nuovo registro informatizzato, se un cittadino di uno dei Paesi aderenti alla Convenzione internazionale di Basilea [1] ha disposto del suo patrimonio con un testamento (pubblico o segreto) redatto da un notaio oppure con un testamento olografo depositato presso di lui (in quest’ultimo caso però solo se il deposito è stato formale e non fiduciario).

Il Consiglio di Stato ha ora dato parere favorevole al Regolamento di esecuzione predisposto dal ministero della Giustizia in attuazione della convenzione di Basilea, che quindi è pronto a entrare in vigore. Le nuove norme consentono ai notai, in alternativa alla modalità manuale, di iscrivere in via telematica i dati dei testamenti dei propri clienti nel registro generale predisposto in forma elettronica. La scheda di registrazione dovrà essere sottoscritta con firma digitale del notaio. A quel punto, ogni notaio o chiunque ne abbia interesse, tramite l’archivio notarile del distretto di competenza – al quale andrà inviata un’apposita richiesta – potrà consultare in via telematica i dati inseriti nel registro.

Gli Stati che sinora hanno ratificato la Convenzione sono, oltre all’Italia: Francia, Cipro, Turchia, Belgio, Paesi Bassi, Portogallo, Lussemburgo, Spagna, Estonia, Lituania, Ucraina. La certificazione delle iscrizioni riguarderà, pertanto, solo coloro che hanno disposto dei propri diritti facendo testamento presso un notaio in uno di questi Stati.

Leggi anche questo articolo per sapere come fare testamento.

note

[1] Art. 5 bis della Legge 25 maggio 1981, n. 307 “Ratifica ed esecuzione della convenzione relativa alla istituzione di un sistema di registrazione dei testamenti, firmata a Basilea il 16 maggio 1972“,    inserito dall’art. 12 della Legge 28 novembre 2005, n.246.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube